Chris Addison debutta al cinema con Attenti a quelle due, remake de I seduttori (1964) e Due figli di… (1988) e lo tinge di rosa scegliendo Anne Hathaway e Rebel Wilson per i ruoli che furono rispettivamente di Marlon Brando & David Niven e Steve Martin & Michael Caine.

È dunque scritta a quattro mani la sceneggiatura della pellicola: a Stanley Shapiro e Paul Henning si è aggiunto Dale Launer nel 1988, poi, Jac Schaeffer ha virato al femminile con una svolta moderna.

“C’era l’opportunità di creare moltissimi personaggi diversi e tante tipologie di truffe. Abbiamo pensato che l’utilizzo di molti costumi, parrucche e personaggi avrebbero accresciuto il film e reso più divertente, sia per il pubblico che per Anne e Rebel”

dice Schaeffer. In effetti, i costumi sono uno dei punti di forza del film e non solo per il lato estetico: una delle scene più divertenti è giocata proprio su questo aspetto.

E – a proposito di punti forti – è nel talento indiscusso delle due protagoniste che risiede gran parte del fascino del film: Anne Hathaway è una conferma comica, elegante e sofisticata mentre Rebel Wilson “gioca in casa”, dopo i molti ruoli che ha interpretato della donna auto-ironica, che gioca molto con la fisicità.

“Rebel ed io abbiamo due approcci e stili di commedia molto diversi. E Chris ha creato un mondo intorno a noi in cui entrambe eravamo le benvenute, entrambe avevamo la possibilità di brillare ed entrambe potevamo sostenerci a vicenda, […]”

afferma Hathaway, a tal proposito.

Rebel Wilson e Anne Hathaway, © Manzo Piccirillo

Josephine Chesterfield (Hathaway) è un’inglese affascinante e seducente, con un’abilità un po’ singolare: truffare ed estorcere a ricchi e facoltosi signori che frequentano casinò, diamanti e preziosi che finiscono nella sua cassaforte, grazie alle sue strategie. Penny Rust (Wilson) è il suo uguale e contrario: riesce a raggirare le sue vittime (tutti uomini) nei pub di New York, senza seguire nessuno schema. Le due si incontrano sulla Costa Azzurra: dopo un iniziale scontro, Penny chiede a Josephine di diventare la sua tutor e di insegnarle tutti i trucchi del mestiere. Decidono poi di sfidarsi per eseguire una truffa perfetta ai danni del miliardario Thomas Westerburg (Alex Sharp).

È quindi improntata sulle differenze tra i due mondi e il contrasto fisico e caratteriale dei personaggi più che su trama (un po’ prevedibile) e gag (alcune troppo lunghe e già viste e riviste) questa commedia, comunque godibile e non priva di polemiche.

Dapprima vietata agli under 17 non accompagnati in America, il divieto è stato poi abbassato a 13, operando dei tagli sulle battute considerate più “spinte”. Rebel Wilson, che è anche produttrice del film, si è espressa al riguardo, sottolineando che se il film fosse stato al maschile, ciò non si sarebbe verificato.

“[…] è evidente che quello che è nel nostro film è meno di quanto ci sia in alcune di quelle commedie maschili”.

Attenti a quelle due è uscito il 16 maggio nei cinema italiani.

Voto: 🌊🌊🌊🌊🌊🌊,5/10

Immagini di copertina: © Manzo Piccirillo 
© riproduzione riservata