Con Dragon Trainer: Il mondo nascosto il fantastico viaggio di formazione di Hiccup e del drago Sdentato (furia buia) è giunto alla sua conclusione. Ormai ben nove anni fa, il regista Dean DeBlois portò al cinema Dragon Trainer, un film che esplorava la nascita di una strana quanto forte ed emozionante amicizia, quella tra un ragazzo e un drago. Il loro incontro spezzerà la ruota di violenza e intolleranza che ha da sempre definito la guerra contro i draghi e instaurerà un periodo di pace per gli abitanti dell’isola di Berk, ora portavoce di un nuovo stile di vita in armonia con le maestose creature.

Una scena del film

Il loro modo di vivere però troverà la propria nemesi nell’uomo stesso. L’essere umano, infatti, è cieco e presuntuoso e vede nei draghi solo un mezzo per il potere o una creatura da abbattere. Tale aspetto sarà incarnato dal poi redento padre di Hiccup, re di Berk, e da Drago in Dragon Trainer 2.

In questo epilogo invece la nemesi ultima di Hiccup sarà Grimmel, un famigerato cacciatore di draghi che metterà a dura prova le certezze del giovane ragazzo ora divenuto re. Dopo gli avvenimenti del secondo film, Hiccup deve fare i conti con la sua nuova posizione e con il pericolo degli attacchi del mondo esterno che non vede di buon occhio lo stile di vita dei Berkiani. L’unica salvezza per i draghi si rivelerà essere il mondo nascosto, covo primordiale delle creature e la cui scoperta dipenderà dalla furia chiara, ultima della sua stirpe insieme a Sdentato.

Sdentato e la furia chiara in scena del film. Fonte: quinlan.it

La saga epica di Dean DeBlois, una delle punte di diamante della DreamWorks, è stata capace di stupire spettatori adulti e bambini, instaurandosi nell’immaginario collettivo tanto quanto i film di animazione targati Pixar. La costruzione delle inquadrature, le musiche e le battaglie hanno reso il franchise di Dragon Trainer una piccola perla che si è aggiudicata un Golden Globe e ben quattro nomination agli Oscar.

Dragon Trainer: Il mondo nascosto però sembra essere il figlio più debole di questa trilogia, che deve fare i conti con la sua eredità. Il film, menomato della forza dei suoi predecessori, non si appoggia su una sceneggiatura solida, che preferisce infatti una struttura narrativa molto simile ad un episodio seriale. Le battaglie, ad esempio, si risolvono in modo frettoloso e prive di quel pathos caratteristico della serie. Ciò non toglie la solita e apprezzata attenzione alla cura della scenografia, che regala allo spettatore delle suggestive ed emozionanti scene.

Hiccupe e Sdentato in una scena del film. Fonte: cinematographe.it

Il regista inoltre sceglie di non approfondire i vari personaggi del film, anche quelli secondari, ma di soffermarsi ancora una volta sui suoi protagonisti, percorrendo così un terreno già battuto. Dragon Trainer: Il mondo nascosto è un film piacevole, la cui imperfezione viene perdonata con un finale dolceamaro, capace di chiudere un cerchio e dare senso e forma ad un’avvincente storia d’amicizia.

Voto: 🌊🌊🌊🌊🌊🌊,5/10

© riproduzione riservata