Ricco il cast che va a comporre l’ultimo film diretto da Laura Chiossone – già regista di cortometraggi, pubblicità, video musicali e documentari – : Anna Foglietta, Paolo Calabresi, Lucia Mascino, Marina Rocco, Paolo Mazzarelli e Elena Radonicich sono alcuni dei protagonisti del (tragi)comico Genitori quasi perfetti, uscito nelle sale il 29 agosto.

La trama è attinta da una quotidianità tipica (leggi: spaventosa) per i genitori: le feste di compleanno e le temibili chat di Whatsapp. Ed è il passaggio dalla rete alla realtà che rivela gli stati d’animo e fa esplodere le vere personalità dei genitori che da perfetti conversatori si fanno portatori di ruoli e pensieri che ritroviamo tutti i giorni, nelle nostre vite.

La protagonista è Simona (Foglietta), mamma single e un po’ ansiosa, che cerca di organizzare al meglio il compleanno del figlio Filippo (il piccolo Nicolò Costa), anche per non sfigurare di fronte ai genitori dei suoi amichetti. L’agitazione e l’insicurezza però si ripercuotono inevitabilmente sul gruppo degli adulti, che si trovano costretti a confrontarsi nello stretto spazio della casa addobbata a festa: mentre i bambini giocano in salone, i genitori si misurano e si mascherano (all’inizio) dietro i soliti luoghi comuni e convenevoli.

Anna Foglietta è Simona, © pagina Facebook Adler Entertainment

Sfilano all’interno delle quattro mura dell’appartamento milanese un’ampia gamma di esempi genitoriali: i vegani new-age politically-correct (Mascino e Calabresi), il padre separato e sommerso dal lavoro (Mazzarelli), la madre lesbica (Radonicich) cui tutti si affrettano a dimostrare la propria affabilità e quella un po’ vamp (Rocco), estetista fissata col sesso.

È il commento volgare di un bambino che poi fa scoppiare il finimondo, che travolge tutti e fa deragliare quella che doveva essere una tranquilla festa tra bambini.

Eppure, la Chiossone ha il pregio di rendere il film leggero e “pulito” da moralismi e messaggi politicamente corretti, senza strumentalizzarlo.

Il cast di “Genitori quasi perfetti”, © pagina Facebook Adler Entertainment

La regista, alla sua seconda fatica cinematografica, ha affermato di essersi ispirata alla sua esperienza personale e riesce a mostrare, insieme al ben calibrato cast corale, quanto è difficile essere genitori, costretti a sottostare alle impalcature sociali, oltre che a svolgere il lavoro più duro del mondo e quanta saggezza, al contrario, dimostrano di avere i bambini, ricordandoci quanto può essere facile essere normalmente sé stessi.

 

Voto: 🌊🌊🌊🌊🌊🌊,5/10

Copyright immagini: © pagina Facebook Adler Entertainment
© riproduzione riservata