La famiglia Addams è pronta a conquistare – e a spaventare – una nuova generazione.

La nuova trasposizione ha la doppia regia di Conrad Vernon e Greg Tiernan (i due avevano già lavorato insieme in Sausage Party – vita segreta di una salsiccia), che sono stati scelti dalla produzione per la loro capacità di attrarre fasce di tutte le età.

Ispirandosi alle vignette di Charles Addams, pubblicate negli anni ’30 sulla celebre rivista New Yorker e aggiungendo aspetti della vita quotidiana moderna – smartphone e social network in prima linea – i due registi raccontano la storia della famiglia dalle origini, a partire dalle nozze tra Gomez e Morticia e i fatti che hanno portato i due ad “isolarsi” nel loro mondo gotico e felice.

Una scena del film, © Eagle Pictures

È in perfetto stile dark/macabro il matrimonio tra i due sposi – e la cura dei dettagli è evidente sin dall’inizio del film, come quando Morticia si trucca il viso con le ceneri dei genitori – che, attorniati dalle famiglie vengono assaliti da una folla rabbiosa che li scaccia dalla città e li costringe a scappare in New Jersey. Lì, trovano la casa perfetta in un manicomio abbandonato e un perfetto maggiordomo, Lurch, un ex inquilino del manicomio.

Dopo tredici anni, ritroviamo la coppia alle prese con i due figli, Mercoledì e Pugsley. La prima (le cui trecce, segno distintivo del personaggio, qui rese a forma di cappio, sono un tocco di classe) è alla soglia dell’adolescenza e con i classici comportamenti da ragazzina 13enne e che vuole scoprire il mondo, avendo anche vissuto in isolamento fino ad allora; il secondo si sta preparando per il rito della Mazurka che ogni membro della famiglia Addams ha affrontato e che dimostra la dedizione e la fedeltà alla famiglia.

Nonna e Pugsley , © Eagle Pictures

La famiglia, il clan Addams, è appunto al centro della trama, con la sua unicità ed eccentricità messe in pericolo da una conduttrice senza scrupoli di un programma tv che mira a creare una città composta da abitazioni (e persone) omologate e tutte uguali e dove l’essenza degli Addams (a cominciare dalla loro casa) non è lontanamente tollerabile.

Eppure, è nelle loro personalità e nella forza dei loro legami che troveranno il modo per superare tutte le difficoltà ed essere finalmente accettati dai loro concittadini.

Il cast delle voci è stellare sia nella versione originale dove troviamo Oscar Isaac (Gomez), Charlize Theron (Morticia), Finn Wolfhard (Pugsley) e Chloë Grace Mortez (Mercoledì), sia in quella italiana, dove c’è la voce meravigliosa di Pino Insegno nei panni di Gomez, Virginia Raffaele è Morticia, Raoul Bova è zio Fester e Loredana Bertè è la nonna.

Mercoledì e Morticia, © Eagle Pictures

È la prima volta che la mitica famiglia è rappresentata in forma di cartone animato sul grande schermo, dopo i molti adattamenti, i più celebri quelli del 1991 e del 1993 con Anjelica Huston e Raul Julia ed è stato già annunciato il sequel per ottobre 2021, visto il successo ottenuto.

Voto: 🌊🌊🌊🌊🌊🌊🌊,5/10

 

Copyright Immagini: © Eagle Pictures
© riproduzione riservata