L’educazione è uno dei compiti più difficili che si possa assumere. Si può educare con i libri, i gesti, la scuola o la strada. Una pistola in mano è in grado di insegnare molte cose a un ragazzino come Reynaldo e questo Carlos Vargas lo sa bene. Una pistola lo intimidisce, ma allo stesso tempo lo rende cosciente del suo potere e delle sue debolezze.

L’educazione di Rey è un film argentino dal tono incalzante, unione tra thriller e noir, miscela di generi che si fondono abilmente in un paesaggio quadridimensionale che ci inghiotte del tutto. Opera prima del regista Santiago Esteves, il regista espone la sua intenzione di giocare con i generi, incrinarne i confini facendoli confluire in qualcosa che rispecchi le origini e allo stesso tempo le sconvolga.

Quando dopo un furto con suoi coetanei Reynaldo scappa e distrugge la serra della casa di Carlos, il co-protagonista si carica sulle spalle il peso della vita del giovane. Gli insegna cosa sia il rispetto, l’onore e la fatica, iniziando proprio dalla ricostruzione della serra. Il loro rapporto diventerà sempre più saldo, trascorrendo del tempo tra il poligono di tiro e gli spazi desertici delle Ande.

Nulla distanzia il giovane e l’anziano uomo, sono costretti a scontrarsi e a creare un dialogo. La pellicola indaga quel rapporto sempre faticoso tra le generazioni separate da epoche e vite differenti e la crescita di un cosiddetto pibe chorro, un giovane delinquente. I volti si contrappongono, chi deve vivere ancora e chi ha vissuto fin troppo. I due protagonisti creano una relazione che si basa sulla loro ottima recitazione e la maestria del regista nel leggere i loro volti, i solchi da cui sono segnati e i caratteri spigolosi di chi li indossa.

Vincitore del Premio “Cine en Costrucciòn” del Festival internazionale del cinema di San Sebastian e del premio al miglior lungometraggio all’Edera Film Festival, L’educazione di Rey non si farà ricordare per il suo genere definito, ma per la potenza delle sue immagini, le espressioni dei volti, i personaggi folli e la vita che li aspetta.

 

Voto: 🌊🌊🌊🌊🌊🌊🌊🌊🌊/10

Copyright foto: https://www.facebook.com/laeducaciondelrey/ ©