di Matteo Paloni

L’ “Arrampica-muri” più famoso di sempre torna sul grande schermo con ritmo hip-hop, forte di una grafica all’avanguardia e con una serie di ragno-alleati provenienti da universi paralleli.

Miles Morales è il nuovo Spider-Man e come prima missione si ritrova a dover salvare niente di meno che il mondo intero da un pasticcio inter-dimensionale. Un adulto (e provato) Peter Parker, lo Spider-Man originale giunto da un’altra dimensione lo prenderà sotto la sua ala per insegnargli i trucchi del mestiere, e soprattutto che “da grandi poteri…

Miles Morales è il nuovo Spider-Man. Fonte: cinema.everyeye.it

Irrequieto adolescente afro-ispanico, Miles Morales è cresciuto a Brooklyn e la sua vita è divisa tra lo studio nell’esclusiva scuola privata (a cui ha avuto accesso in virtù della sua intelligenza fuori dal comune) e le scorribande notturne armato di bomboletta spray con la supervisione dell’equivoco zio Aaron. Durante una di queste peripezie nei locali di un laboratorio abbandonato viene morso da un ragno misterioso: da quella sera Miles avrà i poteri e la forza proporzionale dell’aracnide. Proprio come un’altra sua conoscenza, il dinamicissimo Spider-Man che ormai da anni difende New York dai criminali.

Purtroppo il ragno “titolare” di quell’universo cadrà per mano dell’ipertrofico boss del crimine Kingping e di un manipolo di altri villains, proprio di fronte agli occhi del suo giovane epigono, che si ritroverà in mano la chiave per arrestare i piani del boss della mala: aprire pericolosissimi varchi verso altri universi per riportare nella sua realtà moglie e figlio, tragicamente scomparsi.

Peter Parker e Miles Morales. Fonte: Quinlan.it

Nel trambusto, i portali attivati chiamano sulla terra di Miles diverse versioni di Uomini e Donne-Ragno di universi paralleli, simili o totalmente diversi da quello che conosciamo. In particolar modo il legame che si creerà con il Peter Parker prossimo alla crisi dei quarant’anni sarà fondamentale per la crescita dell’ultimo arrivato nello Spider-verso, che in lui troverà una guida ma anche un amico a sua volta bisognoso di supporto per ritrovare stimoli e fiducia.

Spider-Man: Un Nuovo Universo è un cinecomic di animazione che si rivolge apertamente ad un pubblico giovane senza mascherarsi dietro a patine dark fuori luogo e alla lunga insostenibili,  errore ripetuto di fatto nei lungometraggi della concorrente DC. Stabilendo con fermezza un target ma affrontando i suoi temi con grande freschezza e divertimento questo film finisce con l’offrirsi ad una platea molto vasta. Se il neo-ragno Miles è una cartina tornasole per gli adolescenti in preda alle turbe caratteristiche dell’età, l’adulto Peter Parker con le basette grigie e un po’ di pancetta offre degli spunti a chi sta attraversando una fase diversa della vita.

Non manca nemmeno una versione alternativa della compianta Gwen Stacy a vestire i panni cangianti di Spider-Woman, candidata a diventare idolo delle signorine, anche se si dovrà aspettare il già annunciato spin-off per approfondire il suo personaggio. Le versioni Manga, Noir e Looney Tunes del Ragno, invece, offrono spunti comici e colorano ulteriormente la scena del cartoon, già ricca di colori e contaminazioni tanto dal mondo dei fumetti che della cultura street. Il prodigio grafico a cui si assiste in sala è il frutto del lavoro di un team di oltre 140 animatori (record della compagnia per un singolo lavoro) che, unendo CGI e texture, sono riusciti a stralciare i confini tra carta stampata e pellicola.

I registi ci trascinano attraverso un’avventura colorata e sfaccettata, tra semplificazioni necessarie allo scorrere della trama e momenti di drammaticità inaspettata, il tutto condito di citazioni, omaggi e spunti originali. Ciò che ha portato dalla parte di questo film sia la fanbase più agguerrita che il pubblico d’occasione è il rispetto e la semplicità con cui vengono trasmessi i principi che rendono Spider-Man un eroe. Ogni persona, uomo, donna o maiale, che sia fiero della sua unicità o che non smetta mai di rialzarsi dopo i colpi più forti, è Spider-Man. 

Le tante idee, il look innovativo e la vastità virtualmente infinita di Uomini e Donne-Ragno da varie epoche e dimensioni da approfondire e ancora da presentare, lasciano presagire una lunga serie di spin-off e sequel. Fortunatamente, dopo la visione di questo lavoro si ha ancora tanta voglia di esplorare il Ragnoverso.

Voto: 🌊🌊🌊🌊🌊🌊🌊/10

© riproduzione riservata