Nel momento di grande tensione che stiamo vivendo, fa quasi sorridere la puntualità di una co-produzione italo-cinese come The Italian Recipe (La Ricetta Italiana).

Se non è questo una piccola speranza dalle stelle che dopo questa notte turbolenta “andrà tutto bene”, basta sapere che il film è una commedia romantica girata a Roma negli ultimi mesi. Racconta la storia di Peng (Xun Liu), un giovane e famoso cantante pop cinese arrivato in Italia per partecipare a un popolare reality show. Per una serie di imprevisti e rivolgimenti, si troverà a trascorrere un’intera (movimentata) nottata con Mandy (Yao Huang), una sua giovane coetanea. Lei, immigrata, lavora nella modesta lavanderia di famiglia.

Numerose saranno le scintille e gli scontri tra i due. Snob e altezzoso lui, indifferente alla fama e completamente avversa ad arroganza e presunzione lei. Ma lentamente, costretti dalle circostanze, Peng e Mandy riusciranno a superare le proprie divergenze accorgendosi delle proprie affinità. Soprattutto, della bellezza nascosta nei propri sogni nel cassetto, innamorandosi così l’uno dell’altro.

©FrancescaFago

Perché alla fin fine è proprio questo il tema portante del film: “la realizzazione dei propri sogni contro ogni condizionamento sociale” – spiega Alberto Simone (co-sceneggiatore del film).

“Un tema universale che in questo momento accomuna tanto i giovani italiani che cinesi”.

Complice d’eccezione sarà la straordinaria notte romana; uno sfondo non da poco alle rocambolesche peripezie dei due, incoscienti, innamorati.

Italia Cina

©FrancescaFago

Il film è diretto dalla talentuosa ed emergente regista Zuxin Hou, che ne è anche co-sceneggiatrice insieme a Alberto Simone, ed è un’impresa cinematografica tutta made in italy. Co-prodotta dal regista e produttore Cristiano Bortone (Orisa produzioni), Roberta Manfredi ed Alberto Simone (Dauphine Film Company) con Rai Cinema (Italia), da Kaixin FunAge Pictures e WD Pictures (Cina), da Lightburst (Germania), con il supporto della Regione Lazio.

Un ensamble e una produzione cinematografica che, è bene ricordare, guarda al più importante mercato cinematografico del pianeta. Si spera che potrà rivelarsi propizia per sempre nuove e fruttifere collaborazioni tra l’industria cinematografica europea e cinese.

© riproduzione riservata