Saraya è una giovane ragazza inglese, cresciuta a pane e Wrestling. Viene da una famiglia dove fin da bambina si è respirata l’aria inebriante del ring, anche se con risultati piuttosto modesti. Assieme al fratello Zak “Zodiac” Brevis, Saraya all’età di 18 anni ha la possibilità di una vita: l’audizione per la WWE, la più grande azienda organizzatrice di incontri di Wrestling, quella che ha consacrato personaggi del calibro di John Cena e Dwayne “The Rock” Johnson. Fra i due, però, solamente lei viene selezionata per la fase successiva del provino.

Una scena del film: WWE Studios©

Di film che parlano di ragazzi che inseguono i loro sogni ne abbiamo visti a centinaia. In chiave più o meno drammatica, più o meno riusciti, il tema è di quello che garantisce la vittoria facile: Il KO ai primi round. In fin dei conti sono un po’ la storia di tutti noi, e, fra le pieghe delle vite i questi ragazzi immaginari in qualche modo ci si riesce sempre a ritrovare. Una famiglia al tappeto vuole essere semplicemente questo: nè più nè meno. Offre una storia leggera, che non si prende eccessivamente sul serio, ma senza paura di lasciare pochi, ma efficaci, momenti di riflessione. E chi l’ha confezionato, evidentemente, sa fare il suo mestiere.

La vera Paige, durante un match di WWE©

Non si parla di nulla di eccessivamente originale, lo si comprende subito. Non è nemmeno difficile capire, fin dai primi minuti, come la situazione si evolverà. I cliché sono quelli ormai assodati del genere. La rivisitazione è piuttosto modesta rispetto ai canoni. C’è l’allenatore infame, che, alla fine, ha il cuore tenero, c’è la forza di volontà che aiuta a superare gli ostacoli, ci sono i compagni cattivi, il riscatto del protagonista… Insomma, c’è tutto quello di cui abbiamo bisogno.

Quello che il film ci dice, infondo, è quello che vogliamo sentirci dire, forse quello che si chiede a un film con The Rock che interpreta se stesso (senza avere nemmeno l’occasione di tirare un cazzotto a nessuno, che spreco).

Vale sempre la pena di vedere un film onesto, che ci racconta una bella storia, che per 100 minuti ci scalda un pochino il cuore.

Voto: 🌊🌊🌊🌊🌊🌊, 5/10

In copertina, la locandina del film: WWE studios ©

 

© riproduzione riservata