Il mondo del cinema spesse volte è un universo a sé. Accompagnato da un’ampia letteratura, quello dei film è un fenomeno che non ha fine e che tanto più si propaga quanto più passa il tempo e si evolvono le nuove tecnologie. Un fascino intramontabile che è stato capace di collegare a sé ogni forma di arte, dalla musica alla letteratura.

Negli ultimi vent’anni, inoltre, i titoli più blasonati hanno inglobato dentro di sé un’altra categoria, quella dei giochi. Una relazione pari, per essere più chiari perché il connubio tra queste due forme d’arte, pur diverse tra loro, è bivalente. Il cinema ispira il mondo dei giochi, ma il mondo dei giochi ispira a sua volta quello dei film.

Di esempi se ne potrebbero citare molti. La premessa, però, è doverosa: il già citato progresso tecnologico ha consentito al cinema di uscire dalle pareti dello schermo e delle sale, proiettandosi in una nuova realtà. Si tratta di uno degli esperimenti più riusciti di gamification, laddove s’intende quell’insieme di pratiche collegate al mondo dei giochi ed applicate in contesti non ludici. Ma ha anche permesso, ai giochi, di rimpicciolire le distanze dagli schermi, in termini di esperienza virtuale e realistica.

Fatto sta che l’universo dei cinema, dicevamo, ha attinto con ampio respiro al mondo dei giochi, riprodotti tanto sul piccolo quanto sul grande schermo. Un prototipo recente di questa tendenza è rappresentato dalla amatissima serie tv Netflix “The Witcher”, che è ispirata sì da una raccolta di romanzi ma anche e soprattutto da una trilogia di giochi pubblicati su PlayStation ed xBox. Altri esempi sono rappresentati bene da Assassin’s Creed, noto videogioco diventato poi un film in anni recenti. O da Tomb Raider e tanti altri.

serie Netflix "The Witcher"

Locandina della serie “The Witcher” di Netflix

Ovviamente vale anche e forse di più l’esatto opposto, ovvero film che diventano videogiochi. Qui il “catalogo” è ancora più ampio, come prevedibile. Fenomeni recenti sono le trasposizioni videoludiche di capolavori della letteratura cinematografica, come Star Wars, diventato un cult anche su console, e Il Signore degli Anelli, da cui è stata tratta una serie di videogiochi ispirati liberamente all’universo di J.R.R Tolkien. A questa logica non sono sfuggiti nemmeno degli autentici classici, come il sempreverde capolavoro de “Il Padrino”, film campione d’incassi (e di premi), diventato un ottimo passatempo anche su console e smartphone. Perché il punto è proprio questo: i riadattamenti avvengono su ogni dispositivo, e non importa che esso sia una PlayStation, un PC o un dispositivo mobile.

Assassin's Creed

Locandina del videogioco “Assassin’s Creed”

Proprio per questo film di successo sono diventati anche giochi per slot machine. Negli ultimi vent’anni, l’universo delle slot ha assottigliato le distanze dagli altri dispositivi, ed oggi offre i suoi prodotti come autentiche esperienze audio-visive, a mo’ di videogiochi. L’esempio più eclatante, nel panorama delle nuove slot machine online, è offerto dai prodotti Marvel. Film di successo diventati un must per gli amanti dei giochi di slots. “The Avengers Slot Machine” è uno dei prodotti più amati dai giocatori, che riunisce Hulk, Iron Man, Thor e Captain America, quattro protagonisti che, con una propria modalità bonus, hanno il compito di salvare la terra.

© riproduzione riservata