Dal 28 aprile al 28 novembre 2016, presso la Biblioteca Casanatense, è allestita la mostra Cielo e Terra: Silvestro Amanzio Moroncelli, i grandi globi del 1716 e la collezione cartografica della Biblioteca Casanatense, ideata in occasione del terzo centenario dei due grandi globi progettati e costruiti nel 1716 da Silvestro Amanzio Moroncelli e oggi ubicati nel maestoso Salone monumentale. Il Moroncelli, ingegnoso ricercatore, era dedito alla produzione globografica: si occupò di produrre globi per la Biblioteca Alessandrina, per il Palazzo Ducale di Venezia, per il Museo dell’Accademia Etrusca di Cortona, e per altre committenze; grazie alla sua incredibile abilità, gli fu conferito il titolo di cosmografo della Sapienza Romana. Facendo riferimento alla visione cosmologica di Niccolò Copernico e a quella di Tycho Brahe, egli aderì apertamente al sistema tolemaico, come si evince in una iscrizione apposta sul Globo Terrestre della Biblioteca Casanatense.

13428404_10208558516937184_1780075601258011471_n

13428615_10208558516777180_5988092022634566179_n

Il prezioso materiale antico esposto al pubblico della Casanatense è suddiviso in due parti principali: la prima, riferita al Globo Terrestre, è volta a illustrare la cosmografia e gli specifici argomenti concernenti lo studio della terra, considerando il passaggio dal sistema geocentrico a quello eliocentrico.

13417554_10208558517617201_7921164946759932277_n

Il Globo Terrestre del Salone monumentale

13442355_10208558575378645_5452755822307701510_n

Hartmann Schedel, Liber Chronicarum, 1493

13445726_10208558516617176_8421732533170035462_n

Claudius Ptolomaeus, Cosmographia, 1482

13445808_10208558516577175_5072015501241677024_n

Orbis terrarum variis variorum tabulis delineatus, Venezia, 1562

La seconda parte invece, afferente al Globo Celeste, rischiara, tramite un’oculata selezione di volumi, le secolari ricerche intraprese nel vasto campo dell’astrologia.

13450816_10208558517457197_7047451729259383046_n

13432279_10208558515777155_5023139712882899582_n

Sulla posizione dei pianeti nello zodiaco, sec. XIV

13413563_10208558515537149_6541215573754927965_nIulius Firmicus Maternus, Astronomicorum libri octo integri et emendati…, Venezia, Aldo Manuzio, 1499

13432353_10208558516137164_2942256666171620413_n

Quadrante con cursore, sec. XIV

La mostra si propone di ripercorrere, attraverso l’esposizione della ragguardevole collezione cartografica della Biblioteca, la storia del pensiero geografico e di quello astrologico, e il modo nel quale questa ha trovato un’evoluzione nel corso dei secoli.

L’ingresso alla mostra è gratuito.

Orario:

lun-ven: 11,30-13,30/16.30-18,00

foto di Federica Santoni

© riproduzione riservata