Per gli irriducibili delle vacanze natalizie, per chi pensa che due settimane non siano sufficienti per usufruire appieno del clima godereccio che permea le giornate a cavallo fra la fine di dicembre e l’inizio dell’anno nuovo, ecco che ci pensa il calendario. Quest’anno infatti siamo stati tanto fortunati da avere la festa dell’Epifania che cade di lunedì, allungando così il weekend di fine feste di un giorno, permettendo a tutti di poter scegliere come congedarsi dalle bellissime, nonché estenuanti festività.

Da ieri quasi in tutta Italia si sono aperte le danze dei saldi e già impazza la corsa all’occasione nei negozi che non fanno in tempo a spegnere le lucine natalizie che devono sfoggiare cartelli a caratteri cubitali con le scritte ‘saldi saldi saldi’ e relative percentuali.

Accanto alla pratica profana dello shopping tuttavia vi è quella più sana e remunerativa, in termini di cultura, della visita ai principale siti culturali del nostro immenso patrimonio artistico presente in ogni città della penisola. Oggi i siti statali avevano l’ingresso gratuito per la ripresa dell’iniziativa ministeriale della “prima domenica gratis al museo”, ma in moltissimi luoghi  i musei saranno aperti con orari e biglietto ordinario, anche domani 6 gennaio. Lo sforzo degli operatori culturali di riuscire a rendere fruibili importantissimi sedi museali statali, molti sedi di mostre temporanee, anche in un giorno festivo, è davvero importante e del tutto positivo, considerando come spesso il personale lavori con organico ridotto rispetto le effettive necessità. Ciò a dimostrazione di come la cultura permea la nostra civiltà e crei identità. Nulla vieta quindi che se siete in giro, complice il meteo favorevole ovunque, di poter godere di stupende passeggiate, gustando dolci e cioccolatini delle calze della befana, e poi poter nutrire oltre il corpo anche l’anima con la cultura.

Da nord a sud, passando per la capitale si potrà far sosta a monumenti, musei e siti archeologici la cui conoscenza è imprescindibile per ogni italiano e preziosa per i tanti turisti che ogni anno, specialmente durante le vacanze invernali fanno tappa nel nostro paese. Luoghi  da visitare una volta nella vita, ma anche più di una.

Ecco allora che a Milano saranno visitabili grazie all’apertura straordinaria tutte le mostre presenti a Palazzo Reale, il Mudec e il Museo del Novecento, da non perdere alle 11.30 il tradizionale corteo dei re magi che parte da Piazza Duomo.

A Venezia oltre la tradizionale sfilata e le attività organizzate a Mestre si terrà la 42esima edizione della regata delle befane e saranno aperti i musei archeologici della città e di Portogruaro insieme alla Galleria dell’Accademia.

A Bologna il museo Mambo sarà aperto ed è l’ultimo giorno per visitare le sue mostre temporanee, altresì aperta la Pinacoteca nazionale.

A Torino saranno aperti Palazzo Carignano e i Musei Reali ed eccezionalmente riaperto da ieri  il museo del centro produzione radio e televisione Rai, con un nuovo allestimento dai contenuti interattivi in una scenografia rinnovata.

A Firenze l’appuntamento consueto con il corteo dei magi è ormai una tradizione, lo affiancano le aperture straordinarie delle Gallerie degli Uffizi, la Galleria dell’Accademia, la Villa Medicea, il Museo del Bargello, il Museo Archeologico e i principali poli attrattivi della città.

A Roma il corteo dei magi partirà come di consuetudine a cavallo da Piazza San Pietro e tutti i musei statali più il Palazzo delle Esposizioni saranno aperti.

A Napoli in Piazza del Plebiscito ci sarà la consueta festa con i vigili del fuoco travestiti da befana che lanceranno dall’alto le caramelle e saranno aperti tutti i siti archeologici principali, il Palazzo reale, il Museo Archeologico Nazionale, a Caserta la Reggia e non solo.

Abbiamo solo l’imbarazzo della scelta, ogni città si veste a festa per dare degnamente commiato alle vacanze natalizie, quindi niente scuse, cioccolata in tasca, domani si va al museo!

Consigliamo ai nostri lettori di consultare l’elenco suddiviso per regione del sito del MiBAC per poter essere informati correttamente sugli orari e ultimo ingresso presso tutti i siti statali che effettueranno l’ apertura straordinaria di domani.

 

Immagine di copertina Festa dell’Epifania nelle piazze Italiane. Fonte: Viaggiamo.it
© riproduzione riservata