L’appello del ministro Franceschini, lanciato ieri a seguito dell’inasprimento delle misure volte a contenere la diffusione della Covid-19 su tutto il territorio nazionale, viene recepito e accolto unanimemente. Non c’è forza politica che non lo sostenga e le iniziative volte a promuovere l’arte, la cultura, il cinema, la musica, la conoscenza e il sapere attraverso ogni mezzo di comunicazione disponibile si moltiplicano ora dopo ora. Nonostante i danni economici siano già evidenti, il mondo della cultura italiano non si arrende affatto, anzi: rilancia alla grande per sostenere con vigore l’importanza e la preziosità del patrimonio artistico, musicale, culturale e sociale per tutti i cittadini e le cittadine, in particolare per coloro che sono in condizione di isolamento.

Mamma RAI risponde all’appello

Tra le prime istituzioni che rispondono prontamente all’appello lanciato dal numero uno del MiBACT costretto, come è noto a sospendere tutte le attività museali, teatrali e culturali del Paese, c’è ovviamente la RAI: il servizio pubblico radiotelevisivo italiano modifica i palinsesti dei propri canali dedicando più spazio all’arte, alla storia e alla cultura in genere come non mai. Oltre al rafforzamento delle attività didattiche di Rai Scuola, (canale 146 del Digitale Terrestre), infatti, già potenziate la scorsa settimana a seguito del Dpcm del 4 marzo, viene potenziata la programmazione in particolare di Rai 5 (canale 23 del Digitale Terrestre), il canale dedicato allo spettacolo dal vivo, e di Rai Storia (canale 54 del Digitale Terrestre).

Da oggi, ogni giorno verrà proposta la grande musica con i concerti dell’Orchestra Sinfonica e gli spettacoli dell’Opera e del Balletto Nazionali; nel pomeriggio, a partire dalle 16.30, è previsto un approfondimento dedicato al teatro di Carlo Goldoni che si svilupperà in 5 puntate. Il giovedì sera verrà poi dedicato alla trasmissione di grandi opere teatrali e liriche: si comincia il 12 con la Carmen e la Cavalleria Rusticana messi in scena a Matera lo scorso anno. Al sabato pomeriggio programmati approfondimenti sulle sperimentazioni artistiche mentre in serata saranno trasmesse le commedie di Vincenzo Salemme. Spazio anche alla letteratura con Il lato oscuro delle cose: questa sera la puntata sarà incentrata sullo scrittore Graham Greene. Potenziate anche le piattaforme digitali, in particolare il portale di Rai Cultura che si arricchisce di web-doc, mappe interattive e contenuti extra dedicati soprattutto all’e-learning.

L’iniziativa degli artisti italiani: #iorestoacasa

Nelle scorse ore sono moltissimi gli artisti italiani che hanno voluto diffondere messaggi di buon senso e di solidarietà: è sorta così, spontaneamente, la campagna #iorestoacasa, immediatamente lodata e rilanciata dal MiBACT e da moltissime istituzioni museali e culturali che stanno predisponendo diverse attività a sostegno dell’arte e della cultura.

Fiorello, Ligabue, Francesca Archibugi, Tiziano Ferro, i Pinguini Tattici Nucleari, Cristiana Capotondi sono solo alcuni dei numerosi big del cinema, della musica e del teatro italiani che attraverso i social hanno dichiarato la decisione di rimanere a casa nei prossimi giorni dedicandosi alla lettura, alla visione di film e serie TV, all’ascolto di buona musica: un invito al senso civico di ognuno e ognuna, fondamentale oggi più che mai per contrastare l’epidemia.

Il MID raccoglie adesioni con la campagna Solidarietà Digitale 

Già dallo scorso 27 febbraio, il Ministero per l’Innovazione Tecnologica e la Digitalizzazione ha potenziato i propri servizi lanciando la campagna Solidarietà Digitale: tutte le persone che si trovano nelle zone maggiormente colpite dal contagio hanno a disposizione una serie di strumenti tecnologici e digitali utili per il lavoro da remoto, attraverso connettività rapida e gratuita e l’accesso a piattaforme di smart working avanzate, per la lettura e l’informazione mediante quotidiani e libri scaricabili gratuitamente sui propri device, per l’e-learning dedicato a studenti di ogni fascia d’età, così come concordato con il MIUR. La Ministra Paola Pisano, che ha appena annunciato su Twitter l’attivazione di 6 milioni di identità digitali SPID, ha fatto richiesta a tutte le realtà in grado di offrire questi servizi, dalle startup alle multinazionali, di farsi avanti aderendo alla campagna: e in molte hanno risposto tempestivamente, come Amazon Prime che ha messo a disposizione il proprio catalogo, Mondadori che offre tutte le proprie riviste digitali, Joinconference che rende accessibili tutti i suoi servizi di audio e videoconferenza per aziende e liberi professionisti . Sulla pagina dedicata è possibile scoprire quali sono, cosa offrono e come accedere ai diversi servizi.

Ormai dovrebbe essere chiaro per tutti: la forte limitazione dei contatti sociali e, in alcuni casi, l’isolamento rappresentano, purtroppo, l’unica arma che abbiamo per contenere la diffusione della Covid-19. Come abbiamo già sottolineato la scorsa settimana, la tecnologia può essere davvero uno strumento efficace per arginare il senso di solitudine, l’ansia e la tristezza, oltre che mettere un freno agli ingenti danni economici e sociali: in un momento così difficile, in cui il fiato è sospeso e la mente fatica ad elaborare ciò che sta accadendo, l’arte, la letteratura, la musica acquisiscono un valore ora più che mai inestimabile. 

Restiamo a casa, distanti fisicamente ma connessi nell’anima e, perché no, nei mondi virtuali dedicati alla cultura che si propagano in queste ore in un turbinio di iniziative e opportunità da non perdere.

© riproduzione riservata