Estate

 

In sottofondo

Un battito disordinato.

I profumi scomposti dell’estate

claudicanti mi guidano

verso di te,

mentre la folla fremente si affretta

verso qualcosa che non le apparterrà mai.

Mi aggiravo per un sobborgo,

l’aria calda dell’estate

condannava un respiro.

Mi apparivi davanti,

inaspettata meraviglia

di perpetua passione;

non posso bruciare ancora a lungo

i miei pensieri impercettibili.

Mi apparivi davanti

e dipingevi una storia

facendomi protagonista

mentre un sussulto ribelle

legava il mio cuore

in una morsa di fumo.

Ai margini di un fiume

crèpita un sentimento,

e un’inondante malinconia

pervade le mie ossa.

Pallida speranza, ricoperta di poesia,

consumata da insonni brusii

 

non partire.

 

12662449_810948335700762_2386793619418736330_nFoto di Alessandro Mancini

 

 

© riproduzione riservata