Sabato 18 maggio 2019 torna a Roma “La Notte dei Musei” con l’apertura straordinaria in orario serale di musei, università, istituzioni italiane e straniere, e altri spazi espositivi e culturali. La manifestazione è promossa da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale – Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, con il coordinamento organizzativo di Zètema Progetto Cultura.

LA NOTTE DEI MUSEI DI ROMA 2019

Mostre, visite e spettacoli dal vivo sono previsti dalle 20 alle 2 con un biglietto di ingresso simbolico pari a 1 euro o gratuito, all’interno dei Musei Civici, per possessori della MIC card. Chi ne è sprovvisto, potrà acquistarla anche la sera stessa presso le biglietterie dei Musei Capitolini e del Museo dell’Ara Pacis.

La manifestazione, che si svolge in contemporanea in 30 paesi europei, giunge alla sua undicesima edizione nella Capitale, che aderisce all’iniziativa offrendo al pubblico la possibilità di ammirare, in notturna, le collezioni permanenti e le mostre temporanee dei Musei Civici, nonché di assistere ad un ricco programma di concerti e spettacoli dal vivo selezionati tramite l’avviso pubblico “Notte dei Musei 2019″.

Un totale di oltre 50 spazi animati per l’occasione da più di 100 eventi e circa 50 mostre, per una grande festa, accessibile a tutti, che accenderà letteralmente la città di Roma.

I PRINCIPALI SPETTACOLI PREVISTI

Tra i principali spazi coinvolti troviamo gli immancabili Musei Capitolini, dove, in diverse sale e ambienti si svolgeranno spettacoli diversi. Nell’Esedra di Marco Aurelio prenderà forma la performance musicale di Riccardo Fassi Tankio Band Plays Frank Zappa a cura dell’Associazione Concertistica Romana (ore 21.15 e 23.30). Nella Sala Pietro da Cortona i quadri e i loro autori prendono vita nella performance La fanciulla con la cesta di frutta di Francesco Colombo, con Marco Celli, Grazia Capraro, Michele Ragno, Adalgisa Manfrida, a cura dell’Associazione The Ghepards (ore 20,45, 22.30, 22.45). Nel Salone di Palazzo Nuovo lo spettacolo Genio e Sregolatezza propone, tra le suggestioni di una fisarmonica, una riflessione sull’essenza dell’arte e sul carattere imprevedibile delle muse con letture di racconti ispirati a opere di celebri autori tra cui Dumas, Bernhard, Goethe, Kafka. Con gli attori Giulia Dall’Ongaro e Enrico Deotti e il fisarmonicista David Sarnelli, a cura dell’Associazione Teatrino Giullare (ore 22.00, 23.00 e 00.30). Nella Sala degli Horti di Mecenate (ore 20.30) e nella Sala delle Oche (ore 21.30) è previsto invece lo spettacolo ROVINE – “La nostalgia del poeta” con il noto attore neozelandese Marton Csokas che leggerà testi del poeta e scrittore Gabriele Tinti ispirati ai capolavori della statuaria romana e alla Medusa del Bernini presenti nel Museo, a cura di Manifestazioni Artistiche Contemporanee. Infine nella Sala della Protomoteca si svolgerà Electro – acoustic Night con Opening Act (ore 21.30) di musica elettronica, voce, loop station, ed effetti con Rachele Biliotti, Alessandra Formica e Marco Basile, aka Markelectro, e Main Concert (ore 23.00) con Reso Kiknadze (sax ed elettronica) e Lasha Ugulava (chitarra ed elettronica), a cura e con il patrocinio dell’Ambasciata della Georgia, del Saint Louis College of Music e il supporto del programma Erasmus+.

Una foto della fila fuori dai Musei Capitolini alla scorsa edizione della Notte dei Musei

I MERCATI DI TRAIANO – MUSEO DEI FORI IMPERIALI saranno invece animati da Radio Mercati con il live del pioniere dell’elettronica Martux_M dal titolo In Beat-Ween-Zone, in un inedito dialogo con gli spazi del museo, e con la radio proposta dall’autore, regista e attore Gianluca Riggi. A cura dell’Associazione Officina delle Culture (ore 21.00 e 23.30).

Al MUSEO DELL’ARA PACIS nell’Area Monumento si svolgerà lo spettacolo MEDITERRANEA. Migranti tra memorie e attualità. Danza e parola. Saranno presentati degli estratti del balletto di Mauro Bigonzetti “Mediterranea” con i danzatori della Daniele Cipriani Entertainment alternati a letture di storie di migranti del passato e del presente effettuate da attori, artisti, cantanti, personalità del mondo della cultura e dello spettacolo. A cura dell’Associazione Daniele Cipriani Enterteinment (ore 20.30, 21.30, 22.30, 23.30, 00.30).

Nell’Auditorium lo spettacolo dal vivo di suoni e immagini 291outer Space – Escape from the Arkana Galaxy. Suoni e visioni dal cosmo, corredato dalla videoproiezione dello storyboard in fumetti realizzato da Simone “Mega” Antonucci, racconterà il viaggio del cargo spaziale 291out scomparso nella misteriosa Galassia Arkana. A cura dell’Associazione Exotique (ore 21.00, 22.00 e 23.00).

Al MUSEO DI ROMA DI PALAZZO BRASCHI, nel Salone d’Onore, sarà possibile visionare MUTA VISIONE – Nosferatu e The Phantom of the opera, due capolavori del cinema muto, Nosferatu (1922) di Friederich Wilhelm Murnau e Il Fantasma Dell’Opera (1925) di Rupert Julian, con colonne sonore inedite composte e suonate dal vivo rispettivamente dal gruppo Ardecore (Giampaolo Felici, Gianluca Ferrante, Marco Di Gasbarro) e dal duo formato dal tastierista Rossano Baldini e dal chitarrista Giorgio Maria Condemi. A cura di Megasound (ore 20.30, 21.15, 22.15, 23.00).

Una foto del cortile interno di Palazzo Braschi durante la Notte dei Musei 2018

Nella Sala Torlonia si terrà lo spettacolo J.R. Wilcock: Un monologo con figure e musica. Pino Strabioli, con la complicità di Elio Pecora (che ha scritto per lui questo omaggio al poeta e scrittore argentino Joan Rodolfo Wilcock) racconta le case, il vestiario, i modi insoliti di Wilcock, le sue spietatezze e le sue tenerezze. Il tutto con un immaginario fantastico che è un continuo sberleffo del mondo. Con Pino Strabioli, voce – Alberto Melone, voce -Dario Benedetti, chitarra. Disegni di Elisabetta Chitarrini. A cura dell’Associazione Alt Academy (ore 21.00, 21.50, 22.50, 23.40, 00.15).

Al MUSEO DI ROMA IN TRASTEVERE andrà in scena, invece, la pièce multimediale, fra teatro e contributi audio, PASOLINI E LA SUBURRA, un percorso veloce, emotivo e descrittivo intorno alla figura dell’importante scrittore, regista e intellettuale. Con Adamo Dionisi, Stefano Fabrizi. A cura dell’Associazione Glicine (ore 20.30, 22.00, 23.15, 00.30).

Gli altri spazi più importanti coinvolti sono i Musei di Villa Torlonia, la Galleria d’Arte Moderna di Roma, il Museo Carlo Bilotti, il Museo Napoleonico, la Camera dei Deputati, il Senato della Repubblica, il Museo Ebraico, il Chiostro del Bramante, il Macro Asilo, il Mattatoio, il Palazzo delle Esposizioni, il MAXXI, il Museo Aristaios dell’Auditorium Parco della Musica, il Polo Museale Atac, Palazzo Merulana, la Reale Accademia di Spagna, il Wegil, la Sapienza Università di Roma – Polo Museale, l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata – Museo di Archeologia, l’Università degli Studi Roma Tre – Teatro Palladium.

Anche i musei statali, i complessi monumentali, le aree e i parchi archeologici MiBAC di Roma parteciperanno all’iniziativa con aperture straordinarie serali di 3 ore al costo simbolico di 1 euro. L’elenco dei luoghi statali e degli orari di apertura saranno pubblicati sui canali web del MIBAC: www.beniculturali.it.

ARTWAVE PRESENTA “DEUS EX MACHINA”

Anche Artwave ha aderito all’iniziativa ed è stata selezionata fra i migliori candidati vincitori del bando pubblico. Il progetto presentato si intitola “Deus ex Machina” e si svolgerà all’interno della Sala Macchine della Centrale Montemartini di Roma.

Lo spettacolo consisterà in un performance incentrata sul tema dell’ingegno e della forza creativa dell’uomo, in omaggio alla figura di Leonardo da Vinci, di cui quest’anno ricorre il cinquecentenario della morte.

La performance ideata sarà suddivisa in due parti: la prima, curata da Mike Papa, che prevede l’unione di due discipicline artistiche complementari: musica live e danza; la seconda, curata dal collettivo Manifesto delle Visoni Parallele, che unisce contenuti visuali dinamici a suoni elettronici e sperimentali.

Lo spazio museale che ospiterà l’evento sarà la Centrale Montemartini, un complesso unico nel suo genere, che costituiva il primo impianto pubblico di Roma per la produzione di energia elettrica. Oggi l’edificio di archeologia industriale è stato riconvertito in uno splendido museo al cui interno è possibile ammirare una selezione di sculture di epoca greca e romana e reperti archeologici provenienti dai Musei Capitolini.

La sala macchine della Centrale Montemartini di Roma. Ph. Andrea Fanelli

Questo suggestivo connubio tra antico e moderno e tra estetica e funzionalità ha ispirato il tema e lo spirito della proposta artistica di Artwave che intende celebrare il ruolo della creatività umana e dell’energia nell’evoluzione e trasformazione costante del mondo.

Al centro di questa performance si trova la figura dell’Uomo Vitruviano, celeberrima rappresentazione leonardesca delle proporzioni ideali del corpo umano, che ritroviamo anche nelle statue greche e romane presenti nel museo, che tanto influenza hanno avuto sugli studi del genio toscano.

Lo spettacolo sarà realizzato grazie al supporto e il sostegno di Manifesto delle Visioni Parallele e Klang Roma.

 

Cast artistico

Prima performance

Musicista e visual designer: Mike Papa

Ballerini di danza contemporanea: Marina Barbone, Danilo Calabrese, Federica Montemurro, Francesco Iacino, Giovanna Pagone, Mirko Aiello:

Strumentazione: “Unamolla”: strumento frutto di una creazione dell’artista e costituito da una molla in ferro armonico e una lastra in rame scolpita ad hoc per lo strumento, entrambe amplificate da microfoni a contatto e da due magneti che vengono elaborati da algoritmi digitali.

Seconda performance

Visual designer e sound designer: Michele Lotti (nnrflw) e Massimiliano Mascaro

Strumentazione: live AV

CONTEST

Durante la Notte dei Musei, che quest’anno si svolgerà in concomitanza con la sesta edizione di #MuseumWeek, il più importante evento social dedicato ai musei di tutto il mondo, tutti potranno condividere la propria esperienza su Facebook e Twitter e partecipare al contest su Instagram tenendo presente il tema della #MuseumWeek: “il posto delle donne nella cultura, ieri, oggi e domani”.
Per partecipare basta condividere, fino alla mezzanotte del 19 maggio, una foto scattata durante la manifestazione con indicazione del luogo dove è stata scattata e degli hashtag del concorso #NDMroma19 e #WomenInCulture, menzionando il profilo Instagram @museiincomuneroma.

I tre autori delle foto più votate che avranno ricevuto più like su Instagram alle ore 12.00 di giovedì 23 maggio 2019, saranno premiati con un ingresso gratuito ciascuno per uno dei “Viaggi nell’antica Roma” (Foro di Cesare o Foro di Augusto).

Dettagli evento

Luogo:
Centrale Montemartini, via Ostiense 106
Date:
18/05/2019 - 19/05/2019
Orario:
20:00 - 02:00
Costo:
1 euro; gratis nei Musei Civici per i possessori della MIC