Giunta ormai alla sua ottava edizione, BookCity Milano può ben riconfermarsi uno degli eventi culturali più importanti dell’anno. La manifestazione – totalmente gratuita, che si terrà nella città Ambrosiana dal 13 al 17 novembre darà vita ad un fittissimo reticolato di incontri, dialoghi, letture, laboratori e mostre sui temi più disparati, rimanendo fedele al proprio modello di partenza: curioso, aperto e inclusivo. Cuore pulsante della manifestazione sarà, come sempre, il Castello Sforzesco; ma quest’anno sono oltre 250 le sedi messe in gioco dalla città tra teatri, musei, scuole, palazzi storici, librerie, circoli e associazioni culturali, carceri, ospedali; luoghi vicini e lontani dal centro storico che si animeranno per ospitare i circa 1500 eventi in programma. Un’immersione cittadina vera e propria.

Il palinsesto proposto da BookCity Milano sarà colorato e reso vivo dai quasi 3000 ospiti della manifestazione. Tra questi ricordiamo i due Premi Nobel per la letteratura Wole Soyinka e Svjatlana Aleksievič; lo scrittore, poeta e saggista spagnolo Fernando Aramburu (che riceverà dal Sindaco di Milano il Sigillo della Città nella serata inaugurale “Convivenze” del 13 novembre, al Teatro Dal Verme, alle 20.30) e la scrittrice nigeriana Chimamanda Ngozi Adichie, personaggio di spicco del panorama letterario attuale, la quale non solo sarà al centro del primo Focus tematico della storia della manifestazione – “Afriche” (quasi cento gli eventi a riguardo) – ma riceverà il 16 novembre alla Triennale di Milano, anche  il Premio Speciale Afriche a testimonianza della riconoscenza e della stima che BookCity nutre per la sua opera.

Ma la lista dei nomi internazionali potrebbe andare avanti a lungo: Andrè Aciman, Gilles Kepel, Amin Maalouf e Cees Nooteboom per citarne solo alcuni, ma anche Lee Child, Ken Follet, Kate Mosse e Jojo Moyes, i quattro protagonisti dell’attesissima prima tappa del Friendship Tour, che ritroveremo a discutere di Brexit e Europa il 17 novembre, al Teatro Carcano. Numerosissimi saranno anche gli ospiti italiani: autori e scrittori amatissimi dal pubblico fino ai personaggi più disparati tra medici, scienziati, cuochi, illustratori, fotografi, astronauti e scalatori; insomma, un personaggio per ogni età, interesse e curiosità. A sottolineare ulteriormente l’apertura internazionale della manifestazione, BookCity torna anche quest’anno con una nuova città e un nuovo orizzonte letterario tutto da esplorare. Dopo il successo del gemellaggio con la città di Dublino dell’anno scorso, quest’anno sarà Barcellona la città ospite, e con essa saranno ospiti autori come Valeria Bergalli, Josep Maria Esquirol e Carlos Zanón.

Non poteva mancare l’appuntamento tradizionale di BookCity Milano: la mostra organizzata da  “la Lettura” e Fondazione Corriere della Sera alla Triennale di Milano. Quest’anno, la mostra curata da Gianluigi Colin e Antonio Troiano, e progettata da Franco Achilli (che verrà inaugurata il 15 novembre), sarà intitolata “La Poesia è di tutti. Linguaggi, azioni e visioni poetiche nelle pagine de la Lettura”, e sarà dedicata alla poesia e al linguaggio poetico con artisti come Fabre, Fioroni, Jodice, Kiefer, Kosuth, Paladino, Pistoletto, Spalletti e Tatafiore; il tutto coronato da un’installazione dello scrittore Sandro Veronesi.

Ma al centro di ogni incontro, laboratorio, dialogo e discussione c’è sempre il libro. E’ il libro l’elemento portante di tutta la manifestazione, riconosciuto nella sua centralità e necessità, nonché nella sua forza immaginativa oltre ogni limite. Pertanto, la manifestazione pone particolare attenzione alla diffusione del libro e della lettura come esperienza necessaria per la creazione del pensiero critico, ma anche e prima di tutto, come piacere. Un piacere che BookCity Milano 2019 vuole esplorare e condividere in tutte le sue forme, conquistando tutti, dai più piccoli agli adulti.

Dettagli evento

Luogo:
Milano
Date:
13/11/2019 - 17/11/2019
Costo:
Tutti gli eventi sono gratuiti e ad ingresso libero fino a esaurimento posti.
© riproduzione riservata