Torna anche quest’anno il consueto appuntamento con il Salone Internazionale del libro di Torino. L’evento avrà luogo dal 18 al 22 maggio 2017 presso il Lingotto Fiere: promosso dalla Fondazione per il Libro, la Musica e la Cultura, presieduta da Mario Montalcini, il Salone è un festival (non solo librario) di fondamentale importanza per il nostro Paese, volto ad accogliere diverse realtà culturali ed educative italiane. Con mille espositori presenti, la fiera editoriale costituirà, per cinque giorni, la più grande libreria italiana nel mondo: il 96% degli editori presenti nell’edizione dello scorso anno riconfermano la loro presenza presso la capitale piemontese. Il direttore Nicola Lagioia dichiara:

«Questa adesione così convinta e massiccia non vuol dire soltanto che i padiglioni del Lingotto saranno festosamente pieni dei loro stand. Significa, soprattutto, che il Salone Internazionale del Libro di Torino è la manifestazione in cui la maggior parte degli editori italiani si trova rappresentata nella stessa unità di luogo e di tempo.»

In questo microcosmo librario assume grande rilievo il mondo della media e piccola editoria (spesso poco conosciuta) che costella il panorama librario: i grandi marchi editoriali, difatti, saranno affiancati dagli editori indipendenti. La lettura sarà privilegiata e valorizzata in ogni sua forma, e un ampio spazio sarà concesso al mondo tecnologico: e-book e audiolibri affiancheranno il classico volume cartaceo in una prospettiva multiforme di integrazione e digitalizzazione.

Fonte: www.salonelibro.it

Il tema portante di questa edizione sarà “Oltre il confine”: confine inteso come limen politico, culturale, tecnologico. Le cinque giornate vedranno succedersi, in un ricco programma, un ampio numero di interventi: convegni, presentazioni editoriali (circa 1.500), discussioni, e talora spettacoli. A prendere la parola saranno duemila diverse personalità del mondo della letteratura, della poesia, della scienza, del giornalismo, della filosofia, dell’arte; sono previste anche numerose adesioni di blogger, giornalisti e politici, i quali interverranno a dimostrare il sempre rinnovato interesse nei confronti del mondo librario, e, più generalmente, culturale.

Insomma, uno scenario ricco di straordinari eventi e di novità imperdibili: è già disponibile una applicazione per iOS e Android interamente dedicata all’evento.

Noi di Artwave ci saremo, e voi?

© riproduzione riservata