Manca poco all’inizio della quattro giorni che, negli spazi di Doozo – Art Books and Sushi, a Roma, ospiterà la Terza edizione di Incontro con gli artigiani di Kyoto (京都の職人 in ローマ).

Ultimo di una serie di appuntamenti che nel corso del mese di ottobre ha celebrato nella capitale la cultura e le tradizioni più antiche del Paese del Sol Levante, quello che si svolgerà da giovedì 24 a domenica 27 è davvero un evento imperdibile. In occasione dell’evento organizzato da Masako Tominaga, presso Doozo, in via Palermo, 51, la Capitale apre le porte ad una delle più antiche tradizioni artigianali giapponesi, all’insegna dell’ecletticità e della maestria che gli abitanti di Kyōto si tramandano da generazioni.

Dall’incisione e lavorazione della pietra, arte che richiede un’estrema pazienza e una precisione millimetrica, alla lavorazione della ceramica, dalla decorazione di kimono e tessuti tradizionali all’arte botanica e alla lavorazione del bambù, altamente sfruttato nelle sue infinite proprietà e caratteristiche, fino all’immancabile ed elaborata cucina tradizionale, testimone di una gastronomia di eccezionale livello e bontà: sono questi i principali contesti nei quali i maestri giapponesi che saranno presenti il prossimo fine settimana da Doozo applicheranno le proprie conoscenze ed abilità. Inoltre, cross-talk e workshop a tema, alcuni dei quali su prenotazione, laboratori, dimostrazioni e mostre daranno la possibilità a tutti di avvicinarsi ancor di più al lavoro di esperti e professionisti, divenendo loro stessi protagonisti della manifestazione. Tra tutti segnaliamo a curiosi e golosi l’esperienza del cha kaiseki, nel corso della quale verrà mostrato come preparare un pasto secondo la tradizione nipponica, armonizzando ingredienti, colori e sapori.

Radicatasi sempre più, con il passare dei secoli, nelle abitudini e nella quotidianità dei suoi abitanti, l’eredità, la competenza e il talento tramandati dagli artigiani nipponici, tornano a Roma in uno spazio più poliedrico e coinvolgente che mai. Nel corso dei quattro giorni sarà possibile, infatti, conoscere e approfondire molti degli aspetti più significativi della tradizione, guidati da cinque maestri artigiani originari di Kyōto, giunti appositamente a Roma.

Il programma di eventi che vi attende è ricco e sorprendente:

Akihiro Mashimo (arte del bambù e della siepe) – 25 ottobre, ore 17.30, domenica 27 ottobre, ore 10.30

Sachi Manabe (arti decorative del kimono yūzen) – 26 ottobre, ore 15:00

Madoka Wakunami (ceramista di Soryūgama) – 26 ottobre, ore 17:00

Takaaki Saida (mastro della pietra) – 27 ottobre, ore 17.30

Masayoshi Ozasa (chef della cucina Matsushō) – 27 ottobre, ore 18.30

“Questa nuova generazione di artigiani, rispetto a quelle dei loro antenati, ha il desiderio di diffondere la loro opera anche al di fuori dal Giappone. Non solo per far conoscere il risultato dei loro lavori, ma anche per intessere rapporti professionali e commerciali, perché l’obiettivo dell’iniziativa è sia di poter ammirare da vicino questi eccezionali talenti che di offrire un contributo alla creazione e alla diffusione di questi prodotti artigianali in ambito internazionale. Partendo da Roma, città ideale in virtù del suo indiscutibile e profondo legame con la storia e l’arte, pronta a un incontro culturale così raffinato ed intenso”. Queste le parole degli organizzatori della Terza edizione di Incontro con gli artigiani di Kyoto, Masako Tominaga, Giada Zaccardi e Takaaaki Saida.

Esperti, appassionati e curiosi verranno messi davanti alla possibilità di affrontare un lungo viaggio alla scoperta della perizia e della straordinaria abilità affinata dal millenario esercizio manuale degli artigiani giapponesi. La Terza edizione dell’Incontro con gli artigiani di Kyōto 2019 è un evento che non lascerà deluso chiunque si trovi a Roma tra il 24 e il 27 ottobre!

© riproduzione riservata