Il più importante premio letterario nel panorama culturale italiano è giunto quest’anno alla sua settantatreesima edizione. È stata annunciata la dozzina dei titoli semifinalisti tra i cinquantasette inizialmente candidati al Premio Strega: promosso dalla Fondazione Maria e Goffredo Bellonci e da Liquore Strega con il contributo della Camera di Commercio di Roma e in collaborazione con Bper Banca.

Ad essere premiato nella scorsa edizione con 196 voti è stato il romanzo storico edito da Guanda La ragazza con la Leica dell’autrice ebreo-polacca Helena Janeczek, proposto da Marco Santagata. Lo scorso anno la Janeczek ha conquistato il pubblico dei lettori con la sua “non-fiction novel” documentaristica (in italiano il cosiddetto “romanzo dal vero”) incentrata sull’avvincente storia della giovane fotografa di guerra Gerda Taro, militante antifascista attraverso la quale l’autrice ha dato vita a originale racconto.

Fonte: www.ilgiornale.it

I romanzi ritenuti meritevoli nell’ampio insieme proposto dalla storica giuria degli Amici della domenica sono stati annunciati pubblicamente domenica 17 marzo durante una conferenza stampa presso Libri Come, Festa del Libro e della Lettura, un evento culturale incentrato sul mondo dei libri che si è tenuto nella capitale dal 14 al 17 marzo.

A selezionare la dozzina che ha avuto accesso alla gara semifinale è stato il Comitato direttivo presieduto da Melania Mazzucco e formato da Pietro Abate, Giuseppe D’Avino, Valeria Della Valle, Ernesto Ferrero, Simonetta Fiori, Alberto Foschini, Paolo Giordano, Gabriele Pedullà, Stefano Petrocchi, Marino Sinibaldi e Giovanni Solimine.

Questi i dodici titoli semifinalisti:

Valerio Aiolli, Nero ananas, Voland, proposto da Luca Formenton;

Paola Cereda, Quella metà di noi, Giulio Perrone Editore proposto da Elisabetta Mondello;

Benedetta Cibrario, Il rumore del mondo, Mondadori, proposto da Giorgio Ficara;

Mauro Covacich, Di chi è questo cuore, La nave di Teseo, proposto da Loredana Lipperini;

Claudia Durastanti, La straniera, La nave di Teseo, proposto da Furio Colombo;

Pier Paolo Giannubilo, Il risolutore, Rizzoli, proposto da Ferruccio Parazzoli;

Marina Mander, L’età straniera, Marsilio, proposto da Benedetta Tobagi;

Eleonora Marangoni, Lux, Neri Pozza, proposto da Sandra Petrignani;

Cristina Marconi, Città irreale, Ponte alle Grazie, proposto da Masolino d’Amico;

Marco Missiroli, Fedeltà, Einaudi, proposto da Sandro Veronesi;

Antonio Scurati, M. Il figlio del secolo, Bompiani, proposto da Francesco Piccolo;

Nadia Terranova, Addio fantasmi, Einaudi, proposto da Pierluigi Battista.

Paolo Cognetti vincitore del LXXI Premio Strega ©Musacchio/Ianniello/Pasqualini

La giuria incaricata di votare i libri selezionati conterà più di seicento votanti e sarà formata da quattrocento Amici della domenica, duecento votanti all’estero (nominati appositamente da venti istituti culturali italiani nel mondo), quaranta lettori scelti da venti librerie in associazione con l’ALI e da venti voti collettivi provenienti da biblioteche, università e circoli di lettura.

I numerosi pronostici in circolazione sulle pagine Instagram, Youtube e sui vari blog letterari e culturali prevedevano che nella dozzina fossero annoverati il nome di Marco Missiroli e quello di Antonio Scurati. Anche il romanzo Addio fantasmi di Nadia Terranova, con la storia di Ida e del suo mondo invisibile, figura già tra i favoriti del pubblico.

La cinquina finalista sarà votata a Roma, nel Tempio di Adriano, il prossimo 12 giugno: una location diversa quest’anno rispetto alla tradizionale sede della Fondazione Bellonci in via Fratelli Ruspoli, inagibile per via di alcuni lavori di ristrutturazione. Il vincitore del Premio sarà eletto giovedì 4 luglio a Roma, nel Museo Nazionale Etrusco: la premiazione verrà trasmessa in diretta su Rai 3.