Prodotto dal Teatro Nazionale di Genova, vincitore del bando “Per Chi Crea” promosso dal Mibac e gestito da SIAE, debutterà il 16 agosto al Teatro Florencio Sanchez di Montevideo, in Uruguay, in anteprima mondiale, “The Global City” della Compagnia Instabili Vaganti.

La cornice è quantomai prestigiosa: il nuovo spettacolo del duo artistico fondato a Bologna nel 2004 sarà presente al FIDAE Festival Internacional de Artes Escénicas, uno degli eventi teatrali più importanti del Sud America. Le repliche, sempre nell’ambito del Festival, saranno il 18 agosto a Salto e il 19 agosto a Paysandù.

Attraversamenti, passaggi, itineranza: “The Global City”, per la regia di Anna Dora Dorno e la drammaturgia originale di Nicola Pianzola, descrive un percorso che congiunge con raccordi ideali luoghi che si trasfigurano in suoni, videoproiezioni e immagini. Vicine per trascorso storico e culturale, città distanti fisicamente sono accomunate in un unico territorio. 

Si compie il viaggio, si fa memoria, diventa racconto. 

Percezioni, tracce, porzioni di spazio urbano da ricondurre a unità, una via surreale per raggiungere una immaginaria, distopica, città Globale: lo spettacolo non elude la dimensione sociale, le questioni del vivere civile. Le tematiche affrontate sono di estrema attualità, come la tensione tra le due Coree, il problema delle sparizioni forzate in Sud America e delle migrazioni contemporanee.

Afferma la regista: «Durante le nostre tournée mondiali abbiamo avuto modo di vivere e lavorare in alcune tra le più grandi megalopoli del pianeta. Attraverso i nostri ricordi abbiamo cercato di cogliere l’anima di ogni città in cui siamo stati. Pian piano, nella nostra mente si è andata creando una mappa frammentata che ha generato la nostra città globale, una città che non è reale, ma che esiste nella nostra memoria e in cui possiamo rintracciare alcuni dettagli precisi dei luoghi in cui siamo stati: dalle strade di Teheran alla metropolitana di Città del Messico, dai palazzi fatiscenti di Calcutta agli edifici ultra moderni di Shanghai».

Di frontiera in frontiera, si arriva nella scatola scenica, cassa di risonanza di differenti lingue, piattaforma in cui l’attore principale incarna vari personaggi: ambasciatore dei popoli, interpreta il sentimento delle masse, ma anche la solitudine dell’uomo nell’era digitale.

Il debutto nazionale dello spettacolo è previsto per il 9 ottobre 2019, con repliche fino al 12 ottobre 2019, nella Sala Mercato del Teatro Nazionale di Genova.

 

 

The Global City 

Co-produzione Teatro Nazionale di Genova / El Florencio – Festival FIDAE Uruguay 

Regia Anna Dora Dorno

Drammaturgia Nicola Pianzola

Con Anna Dora Dorno e Nicola Pianzola

Musiche Riccardo Nanni

Produzione Teatro Nazionale di Genova

El Florencio / Festival FIDAE 2019 – Uruguay

www.instabilivaganti.com

 

Immagini di copertina, secondaria e di corredo all’articolo di Luana Filippi.

© riproduzione riservata