Passeggiando per Gårdsåkra si avrà l’impressione, come anche in molte altre città del Nord Europa, di vivere in una realtà fuori dal comune, quasi utopica. Ordinata, pulita e abitata da cittadini caratterizzati da un rigorosissimo senso civico e da una forte consapevolezza dell’ambiente circostante, potrebbe addirittura mettere a disagio chi non è abituato a uno stile di vita come quello svedese. Ciò che caratterizza questa cittadina, però, va oltre quell’aura di perfezione che si è soliti attribuire alle città di quelle regioni.

Luce del Nord
Fonte: svezia.ilreporter.com

Eslöv è oggi considerato un sobborgo delle città di Malmö e Lund. Si trova in Svezia nella contea di Scania ed è abitato da più di 16.000 persone. Originariamente un piccolo villaggio, dalla seconda metà dell’Ottocento ha iniziato ad acquistare importanza, grazie allo sviluppo della rete ferroviaria tra Stoccolma e Malmö. Eslöv è anche la sede del comune omonimo che ospita complessivamente 30.000 abitanti.

A Gårdsåkra tutti gli edifici più importanti per la vita dei suoi abitanti sono allineati lungo un’unica retta e affacciano sulla strada principale. Scuole, uffici amministrativi e privati, abitazioni, laboratori e negozi, sono tutti accessibili passeggiando nella via, fulcro della vita quotidiana di Eslöv. Tale struttura lineare conferisce un generale senso di ordine e sicurezza all’urbanistica della città e i colori chiari si fondono con le tinte fredde della natura svedese.

Veduta interna di Gårdsåkra

Incarnando un modello urbanistico già noto alla tradizione e da essa ampiamente sfruttato per lo sviluppo di piccoli paesi poco abitati, Eslöv trasporta nella modernità un concetto pratico e già consolidato, rendendolo dinamico e all’avanguardia. Eco-sostenibilità, armonia e comodità si fondono per creare un contesto che si integra con eleganza e discrezione nell’ambiente naturale circostante. A partire dall’espressione elementare della struttura che caratterizza tutte le realtà urbane sviluppatesi lungo una sola strada, Eslöv permette agli abitanti di rendersi conto e prendere visione con un solo sguardo dell’intera realtà nella quale vivono.

Veduta interna di Gårdsåkra

Poco conosciuta e distante dai riflettori, la cittadina di Eslöv ospita l’opera dell’architetto Peter Broberg. Egli, con consapevolezza e sguardo attento alle necessità degli abitanti, tra il 1980 e il 1982 ha rivoluzionato l’impianto di “città sviluppata lungo una sola strada”. Il carattere lineare ha permesso inoltre la progettazione di una copertura che sovrasta tutti gli edifici, proteggendoli da freddo ed intemperie. Si crea così un microclima, che assicura durante l’intero corso dell’anno protezione climatica e una temperatura che subisce limitate oscillazioni. Di recente, altre zone della Scandinavia hanno adottato tale impianto, rivoluzionando aree residenziali altrimenti caratterizzate da uno scarso potere attrattivo.

L’idea tradizionale di “città”, intesa come agglomerato urbano, esteso ed estendibile progressivamente mediante l’aggiunta di aree più o meno concentriche, inizia a perdere il suo fascino, lasciando, così, il posto a nuove realtà. La città diventa una strada, lungo la quale si allineano e si affacciano le costruzioni.