Buongiorno Manami, ho bisogno di un parere. Sono fidanzato da un anno con la mia ragazza, abbiamo iniziato a convivere da qualche settimana ormai, e già mi sento in gabbia. Amo la mia ragazza, ma siamo passati dal vederci due volte a settimana a vederci ogni giorno. Non so se capisci, mi mancano i miei spazi, ho bisogno della mia intimità, del tempo per me. Come faccio a farglielo capire senza ferirla?

Caro Anonimo, un modo preciso ed indolore non esiste. Prova a parlarne con un tono di voce caldo e sereno, introduci il dialogo spiegandole quanto il tuo amore per lei sia forte e come ti senti felice nel condividere la casa e i bei momenti insieme. Descrivi qualche ricordo nel dettaglio sottolineando i tuoi sentimenti in quel istante, sii aperto e non vergognarti nel raccontare le tue emozioni, perché sono cose che fanno piacere, inoltre aiutano il partner a capire meglio il tuo stato d’animo. Cerca di essere più chiaro possibile nella richiesta, ovvero che hai bisogno di tempo per metabolizzare questa nuova esperienza e di conseguenza ricreare le tue routine poiché al momento non riesci ancora ad assimilare in maniera eccezionale la convivenza. Tutto ciò che chiedi è un po' di tempo per te. Come le passeggiate da solo oppure una giornata fuori porta. Qualora decidesse di rifiutare la tua richiesta, lascia perdere. Non continuare il rapporto. Lo stare da soli è molto importante per ognuno di noi, è quel lasso di tempo/spazio che ci aiuta a rigenerare in maniera ottimale le nostre batterie. Concludo con la citazione di un grande giornalista, scrittore e aforista italiano Roberto Gervaso: “La solitudine ci dà il piacere d’una grande compagnia: la nostra”. Un abbraccio, Manami

Se un ragazzo mi friendzona e dopo qualche mese ritorna dicendo di essersi reso conto di aver fatto una cavolata e mi chiede disperatamente di stare insieme, dovrei accettarlo? Anche se so perfettamente che in realtà la tipa per la quale sbavava lo ha rifiutato e dopo di lei, lui c’ha provato con ogni singolo essere che respira? Un modo per umiliarlo? Grazie mille.

Cara Anonima, ti suggerisco di non seguire il cattivo esempio della tua ex-cotta, e di conseguenza di comportarti con maturità, che in questo caso è sinonimo di superiorità. Rifiutalo senza usare i giri di parole e vai avanti per la tua strada. P.s. Altrimenti potresti fargli credere di starci. Al primo appuntamento fagli più domande possibili per avere informazioni imbarazzanti sul suo conto e al secondo (uscita di gruppo) umilialo di fronte ai suoi amici facendo un bell'elenco delle cose che non ti piacciono di lui e di conseguenza piantandolo lì. Un abbraccio, Manami

Lui opprimente, io un po’ una rompi palle. Siamo fidanzati da 4 anni, ma sembrano 20. Ho bisogno di capire se continuare o no, il tempo scorre e non voglio più sprecarlo.

Cara Anonima, leggo tra le righe che in realtà hai già deciso il da farsi. Immagino che avete già affrontato l’argomento insieme, parlandone apertamente e lealmente. Poniti domande come “cosa del suo/mio atteggiamento mi dà fastidio e come posso migliorarlo?”, “qual è il mio obiettivo?”, “come mi vedo tra tre anni?”, sicuramente ti aiuteranno a visualizzare meglio i tuoi pensieri ed a dare una forma ai tuoi desideri. Spero che questi suggerimenti ti siano di ulteriore aiuto per fare la tua scelta. Un forte abbraccio, Manami