Sono una ragazza innamorata di un’altra ragazza. Lei è la mia miglior amica ormai da 7 anni. Nonostante si sia sempre dichiarata eterosessuale da qualche mese mi ha confessato di nutrire molto interesse (sentimentale) verso una sua collega di lavoro, con la quale esce spesso, fa grandi discorsi e persino dei progetti futuri (a livello d’amicizia). Ora, io che sono innamorata di lei da 3 anni, mi sento presa in giro. Cioè, sei sempre stata etero e adesso decidi di diventare gay, e di chi ti innamori? Di una tua collega? Ah, per chiarire, io sono una lesbica dichiarata. Quello che voglio dire è che come minimo mi aspettavo (stranamente) di essere io la sua prima cotta lesbo e non qualcun altra. Motivo per il quale speravo che segretamente anche lei nutrisse questo sentimento per me. Evidentemente mi sono sbagliata. Non voglio sminuire l’altra persona in questione però ecco, io e lei abbiamo passato tante di quelle cose che non mi basterebbero tutti i quaderno del mondo per raccontarle. Si, sono una ragazza all’antica, scrivo ancora sui quaderni i miei pensieri. Fatto sta, sono innamorata di lei, e sinceramente vorrei dirglielo ma con questa fiamma di mezzo non vorrei allontanarla e di conseguenza spezzare la nostra amicizia. Tu che suggerisci di fare? Innamorata persa

Cara innamorata persa, comprendo perfettamente la tua situazione ma alla stesso tempo mi sorge spontaneamente da chierti, perché diavolo hai aspettato così tanto? Capisco la paura, capisco il timore di perdere la persona a cui tieni, capisco anche la timidezza e non sempre fortunati imprevisti della vita. Ma di nuovo, perché diavolo hai aspettato così tanto? Non esiste il momento giusto per confessare i propri sentimenti, come non esiste il momento giusto di provare/sperimentare cose nuove! Ora che sei a conoscenza delle sue inclinazioni ed interessi, esprimiti a maggior ragione! Ammetti l’amore che provi per lei. Non fare la fine di Vladimiro (chiamato anche Didi) ed Estragone (detto anche Gogo), che aspettavano il Signor Godot. Aspettavano, aspettavano ed aspettavano, mentre il mondo andava avanti di fronte ai loro occhi, e cosa non da meno, il tempo scorreva e loro rimanevano sempre più indifferenti alle azioni altrui, ai giorni che passavano, all’importanza della propria vita. Samuel Beckett con “Aspettando Godot” voleva mostrare l'incapacità di muoversi dell’umanità. Che si perde nella propria sostanza e finisce per annullarsi con discorsi insignificanti, nell’attesa di qualcuno che risolva tutto, nell'attesa del momento giusto. Indipendentemente da come andrà, liberati di questo segreto, che non solo ti limita nelle tue scelte di ogni giorno (si, lo fa) ma blocca anche il tuo futuro. Oltre a sentirti sollevata, avrai modo di scoprire che magari non è tutto perduto, e che forse, potrete essere ciò che tanto desideravi, altrimenti rimarrete amiche (se te la sentirai). Ma aspettare senza vedere alcun progresso, dubito che sia la tattica giusta da adottare. Un abbraccio, Manami

Ho ricevuto un’educazione liberale e nel rispetto totale di ogni essere umano. Ho frequentato persone di ogni razza e ceto sociale. E di conseguenza , è successo l’inevitabile! Lui di origine africane, io bianca come il latte, ci innamoriamo di un amore intenso, forte, passionale. All’inizio ci siamo nascosti. Inventati bugie per fondare prima il nostro amore e poi, le eventuali reazioni degli altri. Incredulità. Tanta incredulità ho provato nel vedere le reazioni degli amici, cosiddetti “cari”, e una parte della mia famiglia . La sua vive ancora in Etiopia e la andremo a trovare presto. Nonostante tutto siamo diventati più forti e più uniti. Abbiamo trovato la forza di uscire allo scoperto e camminare felici. Abbiamo deciso che siamo due semplici ragazzi molto innamorati e che se qualcuno prova disagio nel vederci, la cosa non ci reca disturbo. Volevo dire a tutte le persone innamorate di non fermarsi mai davanti solo a semplici luoghi comuni. Siamo tutti uguali! Grazie per avermi letto Una ragazza di Milano

Cara ragazza di Milano, sono lieta della tua storia. Non vi siete scoraggiati di fronte alle opinioni altrui ed anzi avete mostrato con orgoglio l’amore che vi ha unito e reso più forti! Probabilmente non sono l’unica, ma ancora trovo difficoltà ad accettare persone che hanno il coraggio di dichiarare che l’amore è solo tra un uomo (bianco) e una donna (bianca), utilizzando la parola di Dio per giustificare la loro opinione bigotta. Persone fedeli alla parola di Dio che però essi stessi violano, poiché Dio proclama la pace tra gli individui e l’amore di ogni genere e razza. Penso che ognuno raccolga quel che semina. Felice di aver ricevuto la tua lettera, buona fortuna! Un abbraccio, Manami

Cara M, volevo chiederti un parere. Mi sono da poco messa insieme con un ragazzo che conoscevo tramite terzi amici. Quando ci siamo visti per la prima volta, in me è scattata una scintilla, una vocina che diceva “è lui! È lui! È lui quello giusto!”. All’inizio non mi considerava, dopo un po’ però abbiamo iniziato a parlare, tra una chiacchiera e l’altra abbiamo scoperto di essere molto più simili di quanto sembrasse. Una volta creata la sintonia, ci siamo fidanzati. Sono felice con lui, ma a volte mi faccio prendere dalle paure considerando il suo passato. Francamente parlando, ha avuto molte più esperienze di me sul fronte sentimentale. Penso di non essere abbastanza per lui, di non riuscire a dargli il massimo. Nonostante lui mi rassicuri che in realtà sono soltanto pensieri infondati e che lo rendo felice. Però... non so, le mie paure non svaniscono, anzi con il tempo aumentano, ed ovviamente compromettono il nostro rapporto. Cosa mi suggerisci di fare? Ho bisogno di un consiglio. Grazie M, Irene

Cara Irene, credo che pensi troppo. Prova a viverti l’impulso dell’amore. Dopo tutto lui ha scelto te. Sei tu a stare con lui e nessun'altra. Purtroppo non posso dirti che rimarrete insieme a vita, so poco di voi e non prevedo il futuro. Ma va bene così. Ogni relazione, duratura o meno, è un’esperienza che ci insegna qualcosa. Metti da parte le troppe domande e la sensazione di non dare abbastanza, poiché questa ti limiterà, bensì apri il tuo cuore e spronati a fare tutto ciò che hai sempre desiderato fare con una persona speciale. Ama senza freni. Perché per quanto possa durare la vostra storia, la cosa che conta veramente è il sentimento. Le esperienze sono la ninfa vitale per la passione, quindi andate in giro per i musei, fate le gite fuori porta, provate attrazioni nuove, o semplicemente andate in un caffè dove non siete mai stati. Nutritevi del mondo e non di paure. Un abbraccio, Manami