“Saggia mecenate”, così Giorgio Armani ha definito Carla Fendi, che si è spenta a Roma all’età di 80 anni.

Il mondo della moda piange un’altra grande icona. Portatrice del made in Italy nel mondo, grazie alla forte dedizione per l’attività di pelletteria fondata dai suoi genitori, con spiccate doti di marketing e vendita ha reso famoso il marchio Fendi ben oltre i confini italiani. A seguito della morte del padre, Carla e le sue quattro sorelle hanno portato avanti l’azienda impegnandosi a non snaturarla dei suoi valori più tradizionali. Così la maison ha raggiunto l’apice del successo, fino a diventare un colosso del fashion world.

Ma l’amore per l’arte, non si limitava esclusivamente alla moda. Influenzata dai suoi studi umanistici e dalla passione per i classici della letteratura, Carla divenne una mecenate, occupandosi di restauro di opere d’arte e di editoria. Negli anni ’80, decise poi di supportare con il suo cognome, una delle manifestazioni culturali più illustri nel panorama italiano: il festival dei due mondi di Spoleto.

Noi di Artwave abbiamo deciso di omaggiare Carla Fendi riportando le frasi più celebri e gli insegnamenti di una pioniera del mondo della moda e dell’arte.

Fonte: Correire.it

«Distinguersi nelle scelte è meglio che omologarsi nel mare di un consumismo spersonalizzante»

 

Fonte: Corriere.it

«Il bello come cultura e la cultura come linfa vitale, è ossigeno in un mondo che ci travolge quotidianamente. Questo è il mio credo, e in questo metto tutte le mie energie»

 

Fonte: Quotidiano.net

«Uno dei primi insegnamenti ricevuti da mamma è come si deve ricevere il cliente. Bisogna essere ancora più gentili con chi non acquista nulla, perché potrebbe tornare»

 

Fonte: velvetnews.it

«Nella omologazione portata dalla globalizzazione, la maestria espressa dagli antichi mestieri è da salvaguardare al pari delle opere d’arte»

 

Fonte: static.panorama.it

«Il talento è il vero motore della nostra civiltà e della nostra cultura. In qualsiasi campo. Talento che per me vuol dire poi tante cose, estro artistico ma anche impegno, serietà, professionalità»

© riproduzione riservata