Il brand russo Bailiss, scoperto dalla fashion curator Veronica Sheynina, dopo il grande successo di Altaroma torna in Italia approdando alla fashion week di Milano.

“Something à La Mode”, questo è il motto che ha accompagnato la presentazione della nuova collezione Bailiss.

Il fulcro centrale di questo brand, guidato dalle stiliste Larisa e Alisa Baysarov, rientra nella volontà di creare un idea di moda che dia la possibilità alla clientela di avere capi cuciti sulla misura alle proprie necessità estetiche, oltre che fisiche. Abiti realizzati per andare incontro all’acquirente e che vadano, quindi, in controtendenza ad un concetto mass market, che da troppi anni dilaga tra i guardaroba della maggior parte delle persone.

Una cura alla selezione del prodotto e del design, attirano gli amanti di un mondo della moda che rispetta e apprezza l’importanza e la lavorazione di ogni singolo capo. Oltre al rispetto del cliente e del prodotto, la maison ha voluto dare valore alla loro cultura e al loro vissuto, utilizzando tecniche di sartoria tradizionali del Caucaso russo.

Questi presupposti li abbiamo sicuramente ritrovati alla collezione presentata qualche settimana fa a Milano. Il fil rouge di questa, è rappresentato dagli splendidi cappotti impreziositi da ricami interamente realizzati a mano. Colori pastello e tessuti naturali sono una sicura certezza in questa collezione. Blu, marrone, bianco, rosso, fucsia, questi sono solo alcuni della coloratissima collezione russa; colori che sono stati abitati con un’eleganza e una raffinatezza mai scontata.

Le stiliste dichiarano di essersi ispirate al mondo della lirica per questa presentazione, riportando allo stesso tempo un concetto di estetica e di semplice eleganza. In questi abiti si trova, quindi, la necessità di mostrare la figura di una donna forte e consapevole della propria bellezza, senza alcun tipo di ostentazione. Negli abiti firmati Bailiss viene esaltata la raffinatezza e il garbo, qualità che risiedono nel corpo femminile e che delineano una donna di classe e buongusto.

Copyright foto ©Priscilla Basta

© riproduzione riservata