DOLCE & GABBANA CONQUISTA LA SCALA DI MILANO

L’ultima collezione presentata da Dolce & Gabbana per l’Alta Moda autunno/inverno 2019 prende ispirazione dai personaggi femminili delle più celebri opere teatrali.

Per questa sfilata nessuna location poteva essere più adatta del Teatro dell’Opera di Milano, considerato tra i più prestigiosi teatri al mondo e costruito da Piermarini ispirandosi al Teatro di Corte della Reggia di Caserta di Vanvitelli.

dolce e gabbana collezione scala

Teatro alla Scala, Milano – Photo Credit: photopin.com

Per l’occasione, è stata creata una passerella ad hoc che dal palco dell’Opera arrivava sino al centro della platea, da dove il pubblico ha osservato in estasi le ultime meravigliose creazioni del brand italiano.

Più di uno show, più di una sfilata, più di ‘semplice’ moda: gli abiti ideati dai due stilisti rappresentano alla perfezione l’alta sartorialità italiana e il DNA del vero made-in-Italy, il tutto sublimato ad altissimi livelli dall’imponenza della location.

“Siamo felici se oggi riusciamo a raccontare una storia italiana. L’Opera è nel nostro sangue, nel nostro DNA […] Volevamo omaggiare le opere che si danno alla Scala e così abbiamo iniziato a pensare alla collezione ristudiando le opere dall’inizio: non solo i libretti e la musica, ma anche come erano state rappresentate negli anni. Vogliamo come sempre creare emozione e riuscire a trasferirla a chi ci guarda” – Dolce & Gabbana.

12 PERSONAGGI TEATRALI PER UNA INCREDIBILE COLLEZIONE

Effettivamente non si può restare indifferenti alla vista degli abiti ispirati all’Aida di Verdi, uno in scintillante color oro ispirato all’Egitto – dove è ambientata l’opera teatrale – e l’altro sui toni delle acque del Nilo. Dalle sponde dell’antico fiume si viaggia poi verso la Siviglia del famoso barbiere di Rossini, incarnata da un abito rosso fuoco ricco di rouches in taffettà bordate da fine pizzo nero.
Sempre il rosso è il colore usato per raffigurare la passione e la forza che animano Tosca – protagonista dell’omonima opera di cui ieri si è tenuta la Prima proprio alla Scala di Milano -, rappresentata da un vestito-cappa con collo a gorgiera e inserti di piume, su cui è stato ricamato in oro lo stemma del Teatro alla Scala.

La Madama Butterfly, invece, rivive davanti agli occhi della platea attraverso kimoni orientali dai colori accessi, decorati di farfalle e ricami ramage, in cui riecheggiano le atmosfere dell’opera pucciniana. Intricati ricami sono stati impiegati anche nel vestito che richiama il personaggio di Violetta della Traviata, mentre le pellicce cucite sull’organza sono un omaggio ad Attila, altra tragedia verdiana. 

I Capuleti e i Montecchi, Cavalleria Rusticana, Rigoletto, Norma, Turandot e Don Carlos sono le altre spettacolari opere che abbiamo potuto rivivere e riscoprire attraverso gli abiti di Dolce & Gabbana e i loro decori. Ogni creazione portata sul palco ha reso omaggio alla drammaturgia, conservando allo stesso tempo gli stilemi tipici della Maison, dall’uso di ricchi broccati e delicati pizzi, a quello di scenografici accessori, come sfarzosi ed elaborati copricapi, che integrano e completano quasi ogni look.

L’ALTA GIOIELLERIA DI D&G SI ISPIRA AL TEATRO DELL’800

Parlando di accessori, anche per la sua collezione di Alta Gioielleria Dolce & Gabbana ha voluto ispirarsi alla storia dell’Opera italiana e ai gioielli che un tempo adornavano i costumi teatrali, non solo per il gusto del bel vedere, ma per la necessità di far riflettere la debole luce delle candele che illuminavano il palco.
All’interno della Galleria del Tiepolo a Palazzo Clerici, il brand ha presentato le sue pietre preziose; smeraldi, rubini e diamanti sono stati lavorati per dare forma a delle incredibili creazioni di gioielleria, che difficilmente conquisteranno il nostro portafoglio, ma di certo conquistano i nostri occhi.

Nel lavoro di Dolce & Gabbana di oggi l’haute couture ritorna – finalmente – protagonista. Sembrano, infatti, lontani i tempi dello “scandalo del cannolo” e la seguente débacle, che causò non pochi problemi tra il brand e uno dei suoi principali acquirenti, il mercato cinese. 
La collezione Alta Moda è un ritorno alle vere radici di D&G, che non poteva scegliere ispirazione migliore della storia del costume teatrale per il suo grande ritorno nel panorama italiano e internazionale.

Photo Credit immagine di copertina: Courtesy of Dolce & Gabbana via Vogue.com
© riproduzione riservata