Un altro Sanremo si è concluso e noi, dopo aver analizzato gli abiti di tutte e quattro le serate, abbiamo stilato la classifica dei 5 migliori e i 5 peggiori look della 70esima edizione.

I 5 migliori look di Sanremo 2020

Rula Jebreal in Giorgio Armani Privé

Iniziamo con una delle presentatrici più apprezzate di questo Festival. Rula Jebreal in una sola serata ha saputo mostrare la sua grande forza, intelligenza ed eleganza. E, con questo scintillante abito firmato Armani Privé, non potevamo non menzionarla nella classifica dei migliori look di queste quattro serate.

rila-armani-sanremo

Photo Credit: Vanity Fair (Ipa)

Georgina Rodriguez in Atelier Pronovias e gioielli Pasquale Bruni

La bellissima modella argentina ha sfoggiato un abito a sirena creato su misura per lei dal brand spagnolo Atelier Pronovias. Il look risalta ogni sua curva e mette in luce la grande femminilità che la contraddistingue. A completare la mise, il preziosissimo collier di Pasquale Bruni.

georgina-rodriguez-sanremo

Photo Credit: La Repubblica

Achille Lauro in Gucci

Achille Lauro è, senza dubbio, l’artista che più ci ha stupiti in questo Festival! Serata dopo serata, ha ispirato i suoi look a personaggi di cui lui stesso ha dichiarato di avere grande ammirazione, grazie agli ideali per i quali hanno combattuto nel corso della loro esistenza. Supportato dalla maison Gucci per tutte e quattro le serate, abbiamo particolarmente apprezzato l’omaggio a Ziggy Stardust.

Elodie in Versace

Bellissima, elegantissima e con un fisico da fare invidia. La giovane Elodie, con grande portamento ed impeccabile semplicità, ha lasciato il Teatro dell’Ariston senza parole. Standing ovation per uno dei look più azzeccati di questo Festival.

elodie-sanremo-2020

Photo Credit: Vanity Fair (Ipa)

Francesca Sofia Novello in Alberta Ferretti

La modella e fidanzata di  Valentino Rossi, per l’intero Festival ha affidato i suoi look ad Alberta Ferretti – stilista italiana che è riuscita a rendere giustizia alla silhouette della Novello. In particolare, abbiamo apprezzato il principesco abito dell’ultima serata dalle tonalità azzurre, perfetto per la carnagione della modella.

novello-sanremo-2020

Photo Credit: Vanity Fair (Ipa)

I 5 peggiori look di Sanremo 2020

Giordana Angi in Dolce & Gabbana

Non si può dire che Giordana Angi sia proprio un animale da palcoscenico. Divorata dall’ansia, la giovane cantante non è riuscita a nascondere neanche un po’ di goffaggine e l’abito, non l’ha di certo aiutata! Sarebbe bastato un tacco al posto delle sneakers a darle uno slancio differente…

giordana-angi-sanremo-2020

Photo Credit: Vanity Fair (Ipa)

Nina Zilli in Moschino

Nella serata dei duetti, Nina Zilli accompagna Diodato in una mise del tutto inaspettata. Un’egocentrismo esagerato di cui anche Diodato sembra provare imbarazzo. Per non parlare della capigliatura alla Crudelia Demon, una perfetta ciliegina sulla torta!

nina-zilli-sanremo-2020

Photo Credit: Vanity Fair (Ipa)

Irene Grandi in Stella Falautano

Irene Grandi sceglie come stylist una sua cara amica, Stella Falautano. La stilista fiorentina aveva dichiarato di voler valorizzare la cantante adottando uno stile rock-chic. Tra il dire e il fare c’è però di mezzo il mare, anzi, in questo caso un oceano…

irene-grandi-sanremo-2020

Photo Credit: Vanity Fair (Ipa)

Elettra Lamborghini in Dsquared2

Carismatica e coraggiosa. La bella Elettra non ha avuto paura di osare. Eppure in questa mise di Dsquared2 non ci ha convinti abbastanza. Dal colore alle linee dell’abito, l’intero look non ha saputo valorizzare le sue forme né la sua personalità.

elettra-sanremo-2020

Photo Credit: Vanity Fair (Ipa)

Tecla in Dolce & Gabbana

Un altro look che non ci ha comunicato nulla è stato quello di Tecla. L’abito in sé avrebbe anche del potenziale, peccato che la cantante non sia riuscita a completarlo con i giusti accessori o quanto meno, con delle scarpe degne di un palco come quello del Teatro Ariston.

tecla-sanremo-2020

Photo Credit: Vanity Fair (Ipa)  

Immagine di copertina: Pagina Facebook del Festival di Sanremo
© riproduzione riservata