Quale miglior location dell’Università Bocconi avrebbe potuto scegliere Max Mara per presentare una sfilata che celebrasse le donne e la loro autoaffermazione?  Ebbene si, la casa di moda emiliana in occasione della Milano Fashion Week si è saputa distinguere per l’intensità del messaggio trasmesso.

Per la collezione autunno-inverno 19/20 Max Mara ha voluto, ancora una volta, porre al centro dell’attenzione la figura della donna libera e indipendente, proponendo capi che le consentissero di risplendere ogni giorno e nei contesti più quotidiani.

Parola d’ordine glamour, su silhouette che enfatizzano le spalle con capi corti ma oversize. Le prime ad uscire sono tre modelle. La scelta è un richiamo alle passerelle degli anni 90, quando Max Mara faceva sfilare le top model in gruppi da tre o quattro. I total look in techinocolor dal giallo, al ciano e al turchese, si distinguono per la sovrapposizione di capi: cargigan su blazer che a loro volta nascondono sotto di sè morbidi dolcevita. Il tris di colori si ripete poi su energici teddy coat.

Photo Credit: Now Fashion

La palette di colori si sposta su nuances più neutre per dar vita ad un workwear contemporaneo e originale. Sfilano gilet, giacche e gonne utility, con tasche e zip. Alpaca, cammello e cashmere si mescolano alla pelle. Le stampe animalier donano quel tocco di audacia alla mise da lavoro, insieme a stampe heritage e a fantasie mix&match.

A completare i look stivali sopra il ginocchio dalle diverse tonalità, in pelle di coccodrillo (rigorosamente faux) e vinile. Tra gli accessori, mini e maxi-bag richiamano la texture delle calzature. Anche sulle passerelle di Max Mara la borsa diventa indossabile e si porta legata al petto.

Photo Credit: Now Fashion

La nuova collezione di Max Mara reinterpreta la moderna concezione di boss lady, disegnando cappotti e tailleur ispirati ad una donna indipendente, libera di poter indossare qualsiasi cosa si ritenga appropriato per essere sè stessa e determinata nella conquista della propria autonomia.

 

© riproduzione riservata