di Giustina Ciccariello e Paola Pulvirenti

Prosegue il nostro appuntamento con le sfilate nel calendario della fashion week milanese. Protagonisti del terzo giorno sono Tod’s, Blumarine, Bottega Veneta, Sportmax, Etro e Versace.

Tod’s

Ad aprire la terza giornata di fashion week è Tod’s con una sfilata allestita negli spazi del Padiglione d’Arte Contemporanea di Milano. La donna proposta da Tod’s è classica ed elegante, con un fascino d’altri tempi. Look strutturati e linee pulite, il brand esalta la semplicità con capi e a tinta unita e la quasi assenza di pattern fantasiosi, ad eccezione dell’animalier che troviamo su maxi-bag, camicie e su un’avvolgente cappotto maculato.  Tra i tessuti più utilizzati troviamo la pelle, in una variante di nuances che toccano il rosa, il mattone e il verde petrolio.

Tornano i trench in diverse versioni, dal vernice, alla pelle e con inserti in lana. Per le scarpe, Tod’s sposa la comodità con slippers, stivali flat e mocassini.

Blumarine

Blumarine presenta la sua nuova collezione per l’autunno inverno 2019 al Museo della Permanente in via Turati. Un palazzo storico prestigioso di impianto neoclassico e sede di mostre e importanti collezioni d’arte. La stilista Anna Molinari propone una collezione che ha come mood grandi rose rosse all over su vestiti da sogno ma anche su maglie, trench e jeans sportivi. La sfilata è un omaggio incantevole alla “Regina delle Rose” e alla donna forte, che supera ogni avversità ma che rimane assolutamente femminile!
Sfilano abiti morbidi velati, colori pastellostampe leopardate per abiti, gonne, capospalla dal piglio più aggressivo e di maggior carattere. Per la sera ecco le trasparenze, il pizzo da seduttrice e il colore nero. Abiti belli ed eleganti mai volgari.
La palette propone colori delicati nelle varie nuances del rosa, stampe con le rose, l’iconico animalier e l’intramontabile e sempre classico nero.
L’hastag ufficiale della sfilata, da seguire sui social, è #queenofroses. La rosa, simbolo da sempre dell’universo femminile, è romanticismo e trasforma gli abiti in vere e proprie opere d’arte. Per donne femminili che vogliono sedurre con eleganza!

Bottega Veneta

Bottega Veneta presenta la sua nuova collezione per l’autunno inverno 2019 all’aperto nel parco di Piazza Sempione davanti allo scenografico Arco della Pace. Una location naturale in una bella e calda giornata di sole da piena primavera. La sfilata si apre con il debutto del nuovo direttore creativo Daniel Lee. La sua prima passerella debutta in maniera molto dark.  Abiti e completi di pelle nera e marrone dalla lavorazione inedita che si indossano con la maglieria e la seta sartoriale. Le maglie sono tagliate e hanno oblò sui fianchi e sul collo. I pantaloni sono quasi da bikerE si alternano a luminosi trench dai riflessi accentuati dal sole. Non manca il celebre e iconico intreccio Bottega Veneta su abiti, trench e gonne. Fra i capispalla ecco cappe e mantelle sia per uomo che per donna.
La palette alterna toni scuri a lampi di colore come l’arancio, il verde brillante, l’azzurro e l’effetto metallico. Ma anche capi maculati. Una collezione essenziale ma sensuale. Fra gli accessori, anfibi neri dalla struttura massiccia da portare abbinati agli outfit in pelle e sensuali sandali trapuntati per i capi più classici. Anche le handbag sono trapuntate e le borse da sera sono arricchite con sensuali piume in colori forti. Capi molto moderni e raffinati in cui il lavoro artigianale si unisce alla tecnologia. Una collezione minimalista per donne libere e sensuali. Daniel Lee non tradisce le aspettative. Bottega Veneta mon amour!

Sportmax

Arriva direttamente dal futuro l’ispirazione per la collezione autunno-inverno 2019/2020 di Sportmax. Il classicismo del tailleur si trasforma: riadattandosi e conformandosi all’immaginario futuristico, i due pezzi che lo compongono diventano sciolti e componibili in diversi modi. Le linee sono asimmetriche e destruttrate. Tra i capi proposti troviamo voluminosi capispalla, come i cappotti oversize, camicie matelassè con pattern grafici, blazer e gonne in diversi tessuti. La palette di colori è delicata, tonalità di grigi si alternano agli azzurri, fino ad arrivare al cuoio.

Baseball cap, eyewear e sneakers conferiscono un animo sportwear alla collezione. Energica e sicura, la donna di Sportmax inventa un nuovo concetto di tradizionalità.

Etro

La location scelta da Etro  per presentare la sua nuova collezione autunno inverno 2019 è il Conservatorio di Musica Giuseppe Verdi di Milano. Un’ambientazione prestigiosa dalla speciale atmosfera e dal respiro aperto e cosmopolita. Una sorta di apertura all’Europa e al Mondo. La sfilata nel chiostro all’aperto si apre con la modella Edie Campbel e con due top anni 80 come Tatjiana Patitz e Farida Khelfa. La collezione, applauditissima, è decisamente etnica e chic dal gusto glamour fresca e artistica con modelle di tutte le età. Sfilano giacche jacquard con frange, camicie gioiello, gonne lunghe e pantaloni classici.
Fra i capispalla, da notare le fantastiche mantelle preziose e ricamate! Da avere assolutamente…
Una palette di colori classici come bianco e nero, arricchita da splendidi rossi e da un elegante oro. Non manca l’iconica stampa paisley e l’inequivocabile tocco British. Inaspettato ma azzeccato l’accento hippie!
I capi mescolano la storia aristocratica di Etro con tocchi grunge e street. L’ispirazione proviene dall’archivio storico di Etro, un vero e proprio omaggio ai 50 anni del brand.
Una collezione trasversale per donne di tutte le età! Tutte le donne di Etro.

Versace

Donatella Versace, la designer del brand lasciatole in eredità da suo fratello Gianni, sfila in Piazza Affari. Ancora una volta, Donatella gioca con la simboligia del marchio: dalla spilla da balia, al ritratto della stilista per la campagna del profumo Versace Blonde, fino alla celebre V barocca riproposta in tonalità accesse su molti dei capi della collezione.

Nella sfilata del prossimo autunno-inverno proposta da Versace, il lusso si fonde con il grunge. Corpetti e reggiseni in raso legati con fibbie e cinturini, si sovrappongono ad abiti e maglieria. Eleganti completi in tweed si alternano a gonne in pelle di coccodrillo e abitini lurex. Il tailleur maschile in Principe di Galles, ravvivato dal colorato foulard fantasia, si distingue come uno dei look più glam. Per i capispalla, Versace abbraccia le pellicce ecologiche e i trech.

A designare l’eleganza della sera è il total black, proposto per i raffinatissimi long-dress in raso, completi e blazer con dettagli in oro.

The One Milano

Torna per la Milano Fashion Week la quarta edizione di “Italian Fashion Night“, la sfilata-evento  tenutasi nella Fashion Hall di via San Luca, 3. The One Milano porta in passerella 6 racconti di capsule collection inedite dei brand di pellicceria Made in Italy: Fabio Gavazzi, Giorgio Magnani Luxury, Malamati, Pajaro e Rindi. Sfila la preziosità del furwear, mixata ai tessuti più disparati, dal vinile lucido al laminato argento. Piume ed animalier si riconfermano come tendenza per la prossima stagione. Il finale è dedicato al partner dell’anno Saga Furs, la casa d’aste fondata nel 1938 dall’Associazione finlandese degli allevatori di volpi, visoni e finnraccoon, che ha iniziato sin dall’inizio della sua storia a parlare in termini di marchio di qualità e partner dei Brand moda.

“Saga Furs è sempre alla ricerca della creatività e della qualità: per questo puntiamo sull’Italia, simbolo di stile nel mondo. Siamo orgogliosi di lavorare con i grandi Brand della pellicceria made in Italy e di affiancare la loro modernissima visione moda – afferma Tia Matthews, Fashion Business Director di Saga Furs – e la storia di Saga Furs nel fashion e nell’artigianalità rende questa collaborazione speciale.

© riproduzione riservata