Dopo l’esperimento della Milano Digital Fashion Week dello scorso luglio, torna dal 22 al 28 settembre una nuova edizione della Milano Fashion Week per le collezioni primavera estate 2021. Un calendario ibrido, co-ed (con sfilate miste uomo e donna), ma soprattutto incentrato su una moda inclusiva e multiculturale con circa 159 appuntamenti, fra cui 23 sfilate in presenza, 41 sfilate digitali, tanti eventi e importanti novità.

Milano Fashion Week 4

Calendario Milano Fashion Week – Credit: Camera Moda

“Nell’anno del Covid, la moda sta dimostrando, nonostante le mille difficoltà, molto cuore, grande forza ed unità. I grandi brand stanno rispondendo in maniera esemplare alle necessità della nostra industria e delle persone. Abbiamo lavorato per presentare una Fashion Week che rispetti tutte le norme di sicurezza e sia in adempimento alle norme governative e alle ordinanze regionali. Stiamo cercando di dare un messaggio di grande positività con tanti appuntamenti sia fisici che digitali.” – Carlo Capasa, presidente di Camera Nazionale della Moda italiana.

Milano Fashion Week e la prima sfilata multiculturale Made in Italy

Le recenti proteste contro la morte di George Floyd hanno riportato in primo piano la tematica del razzismo. Alcune denunce sono arrivate anche nel mondo della moda, dal problema del blackface Vogue e la sua storica direttrice Anna Wintour, che ha scritto una lettera di scuse ai suoi collaboratori di colore. In Italia, invece, la moda è particolarmente attenta alla promozione della diversità culturale.

Milano Fashion Week 3

Locandina Milano Fashion Week – Credit: Camera Moda

Già lo scorso luglio, alla Digital Fashion Week, Versace ha proposto una presentazione che ha messo al centro il movimento Black Lives Matter, con l’esibizione del rapper britannico AJ Tracey. Ora in calendario c’è la sfilata digitaleWE ARE MADE IN ITALY – The Fab Five Bridge Builders, con 5 POC (people of colour) Talents. I cinque designers, selezionati da Michelle Ngonmo della Afro Fashion Week milanese, presenteranno insieme le loro collezioni. Si tratta di un esercizio di educazione al nuovo Made in Italy, basato su un multiculturalismo vissuto in prima persona e poi applicato alla moda. L’iniziativa è supportata dalla stilista Stella Jean e dal designer Edward Buchanan in qualità di direttori creativi.

Valentino lascia Parigi e sfila alla Milano Fashion Week

Tra le novità più importanti c’è la presenza di Valentino, che, causa Covid, dopo 13 anni lascia la Fashion Week di Parigi. Dunque, il brand sfilerà a Milano domenica 27 settembre alle 14, con una collezione co-ed. La location è ancora segreta, ma ci aspettiamo grandi sorprese durante questa settimana della moda milanese!
Ritornano in calendario e sfileranno in presenza anche Dolce & Gabbana, Francesca Liberatore e Blumarine (con il debutto alla direzione creativa di Brognano).

Milano Fashion Week 5

Valentino sfilata P/E 2020 – Credit: Press Office

Tornano anche Emilio Pucci, Elisabetta Franchi, Andrea Pompilio e Shuting Qiu, ma con sfilate digitali. Emilio Pucci presenterà un cortometraggio sulla capsule collection con il designer giapponese Tomo Koizumi, mentre Archive Now mostrerà il nuovo progetto tra arte e moda di Trussardi.  Tra gli eventi da segnalare c’è anche l’anniversario per i 55 anni di Laura Biagiotti, che verrà celebrato con un video inedito.

Inoltre, il Fashion Hub ha trovato come protagonisti 7 brand emergenti: Gentile Catone, Salvatore Vignola, Dassù Yamoroso, Daniele Carlotta, Roni Studios, C’est la vie, Francesca Marchisio. Infine, il 27 settembre alle ore 17 ci sarà anche la sfilata di Milano Moda Graduate con le migliori scuole di moda italiane.

Giorgio Armani per la prima volta porta la sfilata in diretta tv

A 86 anni Armani ci stupisce ancora con la sua inventiva, dimostrandoci di essere sempre un passo avanti. Lo stilista aveva già anticipato tutti con la sfilata a porte chiuse dello scorso 21 febbraio e con la tempestiva chiusura dei suoi uffici e delle sue fabbriche per evitare la diffusione del Covid. Dopodiché, aveva messo in discussione i ritmi forsennati della fashion industry, auspicando un rallentamento  della produzione per creare collezioni eleganti e senza tempo.
Proprio lo stile senza tempo è l’essenza della sfilata Giorgio Armani Timeless Thoughts, che sarà visibile sabato 26 settembre alle 21,15 su La7, oltre che sui social del brand e sulla piattaforma di CNMI.
Questo è un evento storico, perché è la prima volta che la Maison trasmette integralmente una sfilata in tv. In questo modo, la moda si apre al grande pubblico e mostra una collezione nuova che nemmeno gli addetti ai lavori hanno ancora visto. Curiosi? Noi non vediamo l’ora!

Credit immagine di copertina: Press Office Valentino
© riproduzione riservata