È provato che i colori sono una delle prime cose che vengono percepite dai nostri occhi quando osserviamo qualcosa. I colori ci influenzano anche a livello psicologico e sono utilizzati nella medicina non tradizionale come cromoterapia; nella medicina ayurvedica sono abbinati ai chakra, “punti di energia” collegati con il nostro sistema nervoso.

Come primo strumento di comunicazione non verbale, dunque, la scelta di quale colore indossare – in tutte le sue tonalità e sfumature – è più rilevante di quanto si possa pensare e in Europa ogni Paese si contraddistingue per l’uso di determinati colori.

La top 10 dei Paesi europei più colorati

Trendhim è un’azienda specializzata nella moda, che vanta la creazione di ben 13 marchi nell’arco di 12 anni e che nel 2017 ha raggiunto la decima posizione nella classifica delle aziende cresciute più rapidamente in Danimarca.

Tra il 2018 e il 2019 questa azienda danese ha condotto un’accurata ricerca sulle abitudini degli europei in fatto di moda e colori, individuando e svelando alcuni interessanti trend e curiosità, che potrebbero ribaltare i soliti luoghi comuni a cui facciamo riferimento.

Infatti, se i Paesi del nord vengono solitamente associati a paesaggi freddi e colori scuri, alcuni di voi potrebbero rimanere sorpresi dalla seguente rivelazione: nella top ten delle nazioni più colorate, sul podio vediamo in sequenza Germania, Belgio e Finlandia.
Per stilare questa classifica non sono stati considerati il nero, il bianco e il grigio, che – per definizione – non sono veri e propri colori, perché il nero ne rappresenta l’assenza, mentre il bianco, avendo in sé tutti i colori dello spettro elettromagnetico, è definito ‘acromatico’.

moda e colori trendhim

Photo Credit: pixabey.com

Nella top ten figurano anche, ordinati dal quarto al decimo posto, Portogallo, Regno Unito, Ungheria, Paesi Bassi, Spagna e Svizzera. Questi dati confermano il trend che vede l’Europa occidentale e settentrionale più colorate dell’Europa meridionale, con le sole eccezioni del Portogallo e della Spagna, da sempre identificate per i colori accesi dei loro luoghi e anche dei loro abiti tradizionali.

Questa ricerca sembra sfatare il mito per cui esiste una correlazione tra i colori con cui scegliamo di vestirci e il clima in cui viviamo. Al contrario, nei Paesi scandinavi i colori caldi sono indossati il 2.2% in più rispetto al sud Europa, mentre quelli freddi scendono dello 0.8% e l’uso del nero, in particolare, del 6.3%.
Proprio la Danimarca, sede dell’azienda Trendhim, è famosa per il suo stile Hygge, contraddistinto da colori tenui e caldi, che ispirano felicità.

Il colore che mette d’accordo tutta l’Europa

Se invece consideriamo tutte le tonalità, comprese quelle del bianco e del nero, il risultato è che il nero risulta il colore più popolare nella moda e nel vestiario di tutte le regioni europee.
Difatti, nel modo di pensare collettivo questa nuance è sinonimo di eleganza e non per niente Coco Chanel considerava il tubino nero un capo passepartout e il nero l’unico colore da indossare: “Quando troverò un colore più scuro del nero, lo indosserò. Ma fino a quel momento, io mi vestirò di nero!“.

moda e colori trendhim

Photo Credit: Trendhim.it

E l’Italia di che colore è?

Stando ai dati della ricerca condotta da Trendhim, gli italiani non risultano persone ‘colorate’, prediligendo nei loro armadi il nero e il grigio. Nonostante il vasto uso dei colori primari (rosso, giallo e blu) nei look, nel bel Paese il colore più comune è il proprio il nero.

Il nero fa parte di circa il 35% degli outfit, il blu del 12.7%, il marrone e il grigio del 10.7%. Rispetto alla media europea, dove il nero è comunque largamente impiegato, in Italia questo colore è usato l’1.6% in più, insieme al blu (+3.4%); al contrario, il marrone ed il grigio sono impiegati rispettivamente il 2.5% e l’1.8% in meno.

Se anche voi siete fan del nero, non potete farvi scappare gli ultimi pantaloni venduti da Zara, ma se volete dare più colore alle vostre giornate e ai vostri outfit date uno sguardo alla nuova collezione di HM con Johanna Ortiz.

 

Fonte dei dati e della ricerca: Trendhim
Photo Credit immagine di copertina: Copper and Wild su Unsplash.com
© riproduzione riservata