I cinque Top look della terza serata

L’eleganza e la sobrietà di questa terza serata si manifestano subito nel completo di Ferragamo indossato da Carlo Conti. Le linee semplici e morbide si sposano perfettamente con il blu notte della giacca. La camicia bianca fa risaltare il simpatico papillon che dà un tocco di leggera spensieratezza.

Chiara stupisce con un look total black di Melampo, dove veli neri e balze giocano molto tra loro risaltando la fisicità della cantante. Accattivante e delicato nello stesso tempo, è promossa a pieni voti.

Altra gioia per gli occhi è Paola Turci che con il completo firmato Stella Mccartney vince in sensualità e stile. Semplice ma efficace, sa catturare l’attenzione.

Scendono le scale dell’Ariston, facendosi notare, anche Alessandro Gassman e Marco Giallini entrambi in Trussardi. Gassman con il suo completo e la cravatta preferisce le sneakers, dandosi quel tocco più sbarazzino. Al contrario Giallini senza la cravatta ha preferito una stringata. Una eleganza più quotidiana.

Infine come non citare la dolce Bianca Atzei che con il suo abito lungo di Marras ha creato un’aura quasi fiabesca. La fantasia floreale sul delicato color cipria ha risaltato la sua candida carnagione e il risultato finale è un look quasi vintage.

 

I cinque Flop look della terza serata

Molta sobrietà è stata però compensata da troppa stravaganza, come quella portata dall’artista Tommaso Pini. Il completo a fantasia quasi floreale abbinato ad un doppiopetto di un’altra fantasia e con delle stringate in tre colori è decisamente un po’ troppo.

Valeria Farinacci in Alcoolique anche ha azzardato troppo. Bello il rosso accesso e il pizzo. Ma la lunghezza dell’abito non risalta la figura ed il colletto fa troppo scolaretta andando a scontrarsi con la sensualità del colore.

La nostra Maria anche stasera in Givenchy by Riccardo Tisci non ha migliorato le prestazioni in quanto ai suoi look. L’abito nero con richiami floreali colorati ha qualcosa che non va nel taglio. Rende goffa la fisicità della presentatrice ed il risultato finale non è certo elegante.

Anche con il cambio d’abito la situazione non migliora. Il pizzo nero abbinato ad una camiciona lunga morbida e stretta poco sopra le ginocchia mal si accostano alla collana piuttosto importante. Altro scivolone per la nostra Maria.

Infine bisogna menzionare Lodovica che nel suo look firmato Vivetta assomiglia più ad una moderna “Pinocchia” che ad una ragazza nel fiore dei suoi anni.

 

Photo credit: www.vanityfair.it

© riproduzione riservata