Chi è che non possiede un paio di jeans nel proprio armadio? Questo capo intramontabile è probabilmente il più indossato al mondo. Eppure, benché così comune, il jeans resta un indumento iconico, tanto che alla sua festa di compleanno Gigi Hadid ha richiesto agli ospiti outfit total-denim come dress code obbligatorio.

Sempre sulla scia della denim-mania, Zara ha recentemente proposto un servizio di custom denim all’interno dei suoi store, per tutti quelli che amano indossare questa stoffa e desiderano darle un tocco personale. Inoltre, ad evidenza che questo tessuto è declinabile in qualsiasi variante, sappiate che quest’anno potreste avvistare anche dei costumi da bagno di jeans!

Ma quali sono i jeans più alla moda del momento? Ve lo diciamo noi.

1. Jeans ecosostenibili di canapa

I jeans Levi’s sono un capo classico ed intramontabile e non potrebbe essere altrimenti. Infatti, prima del debutto di questo brand, i jeans erano usati prevalentemente come indumento da lavoro ed è stato Levi’s a trasformarli in un capo da indossare nella vita quotidiana.

Per questo motivo non ci stupisce che sia proprio Levi’s a rivoluzionare il mondo denim con una proposta innovativa che si aggiunge alle sempre più crescenti proposte di eco-fashion. Il brand, infatti, sta realizzando jeans a partire da cotone e canapa al 30%. La collezione si chiama Levi’s Wellthreat x Outerknown e comprende anche magliette create in denim riciclato e con miscele di cotone e canapa. L’obiettivo è quello di usare canapa al 100% entro i prossimi cinque anni.

2. Jeans “a zampa di elefante”

Torna a gran voce il modello ‘anticonformista’ simbolo degli anni Settanta, a vita alta e gamba rigorosamente scampanata. Ne esistono diverse varianti: la forma della gamba può essere totalmente svasata oppure aderire fino al ginocchio per poi aprirsi a campana; la “zampa di elefante” può essere vistosa o solo accennata, arrivare fino a terra – come vuole il modello tradizionale – o fermarsi sopra la caviglia.

Tuttavia, questo tipo di jeans non è semplice da indossare, perché se nelle donne alte slancia la figura, in quelle che non lo sono potrebbe accentuarne la bassa statura, se non abbinata a delle scarpe con un po’ di tacco. La più vasta selezione di modelli è disponibile nelle catene low-cost come Zara e Mango.

3. Jeans “patchwork”

Sempre dagli anni Settanta, il patchwork è ritornato ad essere protagonista delle passerelle, imponendosi come una cinque tendenze dell’ultima New York Fashion Week. Questo stile, che consiste nell’unione di stoffe diverse fra loro per materiali o colori, è arrivato a contaminare anche i jeans.

I jeans patchwork sono certamente un modo per dare brio alla solita accoppiata “jeans + t-shirt”. I modelli più diffusi vedono l’inserimento di una striscia jeans a contrasto ai lati del pantalone o l’utilizzo calibrato di più stoffe differenti, come quelli di Mes Demoiselles Paris. Altrimenti, se siete persone che amano osare, un total patchwork come quello di Alice McCall è quello che fa per voi!

4. Jeans “mom”

Questo modello di jeans nasce negli anni Novanta, ma in realtà non è nient’altro che una rielaborazione del pantalone a cinque tasche e a vita alta degli anni Cinquanta. Comodo e pratico, questo capo era per l’appunto uno dei preferiti dalle mamme sempre indaffarate.

Oggi, invece, il modello “mom” è sicuramente il jeans adatto per viaggiare con stile e comfort, perché la vita alta e la gamba dritta che lascia intravedere la caviglia slanciano la figura, ma allo stesso tempo le linee morbide sui fianchi conferiscono grande comodità e libertà di movimento.

5. Jeans di seta 

Nuance delicate tingono i jeans della primavera/estate 2019, in particolare i jeans di seta lanciati dal brand Fleur du Mal. Realizzato in seta di maglia denim, questa versione alternativa dei jeans è perfetta per le temperature estive. Anche le nuance richiamano la primavera/estate, con i colori pastello e le stampe floreali e navy.

Le cuciture tipiche dei jeans, ma la morbidezza e l’aspetto della seta, rendono questo capo un’alternativa più elegante ed inedita al normale pantalone di denim. Se volete osare ancora di più, provate a costruirvi un outfit interamente pastello, a partire dai jeans di seta; Fleur du Mal abbina a quest’ultimi crop-top e bustier, unitamente a giacche dal taglio jeans, tutto rigorosamente in denim knit silk.

E voi, che tipo di jeans preferite tra questi?

 

Photo Credit immagine di copertina: pixabey.com
© riproduzione riservata