Cos’è la “Hobo Bag”

Cominciamo dal principio: perché Hobo Bag? A cosa deve il suo nome questo iconico modello di borsa? L’origine è molto particolare: alla sua nascita, negli anni Cinquanta, la borsa venne chiamata in questo modo perché la sua forma a mezzaluna ricordava le sacche di stoffa che gli “hobo”, cioè i vagabondi, tenevano appese al bastone che poggiavano sulle spalle.

La caratteristica forma della Hobo Bag è, appunto, quella a mezzaluna, con un solo manico (corto) per portarla a mano o a spalla. Nasce come borsa da giorno, quindi di dimensioni medie o grandi, ma oggi è disponibile anche in formato mignon, dunque perfetta anche per la sera.

In tessuto o in pelle morbida e non troppo spessa, in modo da non ingombrare quando portata a spalla, la Hobo Bag inizialmente aveva un tratto distintivo che oggi, in alcuni modelli, ha lasciato il posto alla forse più pratica zip: si tratta della chiusura a moschettone, o “pistone“.

La borsa preferita di Jackie Kennedy

Nata negli anni Cinquanta nella maison Gucci, questa è tra le borse più vendute di sempre nella storia dell’azienda. Il suo nome originario era “Constance”, ma venne ribattezzata Jackie O in onore di Jacqueline Kennedy/Onassis.

La First Lady, infatti, aveva una visione moderna della moda e, dopo aver lasciato alle spalle le tinte pastello in favore di tailleur pantalone e trench, iniziò ad abbinare ai suoi outfit la sua amata borsa di Gucci. Da quel momento la Hobo Bag venne associata a questa donna icona di stile e sfoggiata dalle star sui red carpet fino agli anni Novanta.

La Hobo Bag per la primavera/estate 2019

Accessorio must have dal sapore nostalgico e che ha segnato lo stile di un’epoca, dopo anni di supremazia della sua “rivale” shopping bag, nella primavera 2019 la Hobo Bag torna sulle passerelle, negli armadi e per le strade.

Morbida o strutturata, in nuove dimensioni e in diverse varianti di forma e colori, la Hobo torna come una vecchia amica con cui si riallacciano i contatti, a ricordarci che le vere tendenze si ripropongono, sempre.

La borsa ideale in cui poter riporre tutto è di nuova nel cuore delle trendsetter e nelle collezioni delle maison più importanti, come Bottega Veneta (con la sua caratteristica Hobo intrecciata) e Miu Miu, ma anche in versione low cost da Arket e Zara.

La Jackie O di Gucci ha scritto la storia della moda e oggi la maison è tornata a riproporla come accessorio di punta, come ha fatto Fendi con la sua altrettanto iconica borsa baguette.

Nella nuova collezione di Gucci questa borsa è presente sia in versione classica (con i modelli Supreme, Signature, Ophidia), che pop. In particolare, ci sono due varianti moderne con le quali viene riproposta la Jackie O: quella con stampa Flora (e profili/manico fucsia fluo o blu navy) e quella con logo dello storico hotel di Los Angeles Chateau Marmont.

Per la sfilata Cruise 2019, infatti, Alessandro Michele, direttore creativo di Gucci, ha pensato al logo dello Chateau Marmont in quanto simbolo della controcultura anni Sessanta, della decadenza anni Settanta e del rock’n’roll anni Ottanta. In questa occasione è stata, dunque, presentata la Hobo Bag con patch Chateau Marmont, in tessuto GG verniciato giallo, finiture in pelle blu e di color oro lucido, fodera in microfibra con finiture effetto camoscio, tasche per smartphone e classica chiusura con pistone metallico.

Siamo curiosi di scoprire se vedremo nuovi e moderni modelli di Hobo Bag nella imminente sfilata Cruise 2020 organizzata all’interno dei Musei Capitolini!

Fonte Immagine di copertina: Gucci.com
© riproduzione riservata