Dopo la sorprendente mostra milanese Time Capsule Exibition per i 165 anni della maison, Nicolas Guesquière (direttore creativo della collezione donna dal 2013) torna a stupirci con la nuova collezione Louis Vuitton Pre-Fall 2020. Anche questa volta, il viaggio è il magico filo conduttore delle creazioni della maison francese. Se il tema della scorsa mostra era il viaggio nel tempo, il tema della nuova collezione è il viaggio nel mondo avventuroso dei romanzi.

Louis Vuitton Pre-Fall 2020

Louis Vuitton locandina Pre Fall 2020 – Credit: Press Office

Il concept della collezione è partito da una t-shirt con la stampa della copertina originale del 1971 del romanzo cult L’Esorcista di William Peter Blatty, in seguito diventato anche un famosissimo film horror. La maglietta in questione fa parte della nuova linea ed è giù uno dei suoi capi di punta.

“Blatty ci ha concesso i diritti della copertina del libro. Tutto è partito da lì. Per me è fortemente simbolico servirmi della narrativa e incorporarla in ogni outfit. Ho pensato: e se facessi il contrario? Usare la narrativa per illustrare la moda. Una specie di effetto specchio.” – N. Guesquière.

Louis Vuitton Pre-Fall 2020: dentro la collezione

Louis Vuitton presenta la collezione Pre-Fall 2020 celebrando il potere narrativo della moda attraverso la nuova campagna di Nicolas Guesquière, scattata dal fotografo americano Collier Schorr. Fra l’altro, Guesquière ha sempre sostenuto l’inclusività della comunità LGBTQ+ , dentro e fuori la passerella. Per questo motivo è stato anche inserito negli Out 100 di Out Magazine, la lista delle persone LGBTQ+ più influenti del 2019. Per il servizio fotografico è stato immortalato proprio da Collier Schorr, noto per affrontare spesso la tematica dei generi nei suoi lavori.

Guesquière per Out Magazine, foto di Collier Schoor – Credit: Press Office

La Pre-Fall 2020 è una collezione appassionante e tutta da sfogliare, come fosse una raccolta di romanzi posti in una elegante biblioteca couture. Le ‘copertine’ realizzate per la campagna di Vuitton ripercorrono diversi generi di romanzi e sono ambientate negli anni Settanta. Dall’avventura, passando per la fantascienza, fino ad arrivare agli horror e al noir, la collezione è una narrazione dell’incontro fra abbigliamento sportivo e sartorialità. Gli accostamenti sono del tutto inaspettati nel tipico stile di Guesquière: stivali lunari futuristici, gioielli tipo cammei vittoriani, gonne in pelle e abiti pied de poule.

“Questo incontro di periodi, movimenti stilistici e combinazioni anacronistiche dà vita a un ricco cast di costumi. In una tale biblioteca indossabile, ogni outfit scrive il proprio capitolo composto da monologhi romantici. Dialoghi peculiari tra ribellione stilistica e artigianato raffinato.”

Qui sono gli abiti stessi a raccontare la loro storia e le storie di chi li indossa, proprio come fossero dei libri. Ogni capo scrive così il suo avventuroso capitolo, copertina dopo copertina.

Le protagoniste delle copertine dei ‘romanzi Vuitton’

Le protagoniste di questa fantastica collezione sono 23 donne che incarnano lo spirito maison parigina. In particolare, si può ammirare l’attrice e modella Laura Harrier, Chloe Grace Moretz, già volto della campagna Vuitton per la collezione di gioielli B Blossom, la giovane attrice Léa Seydoux, fotografata nella campagna borse 2019, e Jennifer Connelly, protagonista anche del nuovo canale YouTube del brand.

Tra le altre star anche Sophie Turner, eroina della copertina The Devil’s Mansion, Emma Roberts, Cody Fern, Jaden Smith, Robyn Samara e Alicia Vikander, protagonista di Wicked Mirror. Le eleganti muse di Vuitton diventano così vere e proprie protagoniste delle copertine dei romanzi immaginati dalla maison francese.

E voi quale copertina targata Vuitton preferite?

Credit immagine di copertina: Press Office Louis Vuitton
© riproduzione riservata