Sin dalle sue origini, le calzature di Mario Valentino hanno ricevuto consensi ed elogi, arrivando a conquistare anche Andy Warhol, che fotografò e serigrafò i suoi celebri sandali. Non sorprende, dunque, che la nuova collezione di MV sia allo stesso tempo un richiamo alle origini del marchio e un omaggio alla pop art.

Mario Valentino Collezione S/S 2019

La collezione S/S 2019 di calzature di Mario Valentino potrebbe essere descritta con la frase “un tuffo nel passato con un occhio al futuro”: infatti, la pelle è sempre l’elemento distintivo del brand, a cui si aggiungono colori vivaci e forme particolari.

Tra i modelli della nuova collezione spunta in particolare lo stivaletto in  pvc, che combina linee armoniose ed essenziali alla funzionalità del prodotto. Le linee geometriche in pvc esaltano il gioco delle trasparenze, delineano la forma e slanciando la figura, grazie anche al caratteristico scollo a V che richiama il logo aziendale MV. Per realizzare questa calzatura sono necessari 2 giorni di lavoro e le varianti sono infinite per materiale e colore. Mario Valentino realizza, infatti, calzature customizzate, preziosi pezzi unici di grande valore.

Mario Valentino

Stivaletto pvc – Fonte foto: www.mariovalentino.it

Per chi ama le forme tradizionali con un tocco di modernità, la décolleté Peep toe è la scarpa giusta: il tacco alto, il gioco di più colori accostati e i dettagli glitter la rendono glam e contemporanea. Un’altra décolleté da aggiungere alla vostra collezione potrebbe essere la raffinata open toe T-Strap; questo modello bicolore è realizzato in morbida pelle di vitello e il tacco alto e la sua particolare chiusura T-strap fanno acquistare fascino all’outfit della donna in carriera.

Le slingback sono tornate alla ribalta e non potevano mancare in questa collezione! Dall’animo giocoso e divertente, la Cage slingback in morbido vitello rosa con chiusura T-strap presenta, appunto, l’iconico tacco Cage, che dà vita ad un design moderno che abbina la storica gabbia metallica a una struttura ‘chunky’ in plexi.

Bagliori luminosi oro e argento accendono la Décolleté Flame con cinturino e tacco midi: la scelta perfetta per rendere indimenticabile e raffinato qualsiasi look. Se invece volete farvi notare, lo stile trova una nuova forma nello Stivaletto Mermaid in nappa laminata color glicine; il seducente incrocio e il dettaglio cut-out sono stati ripresi dai bozzetti originali di Mario Valentino degli anni Cinquanta.

Giugno è il mese del Pride Month e, se cercavate un modo fashion per celebrarlo, il sofisticato Sandalo Rainbow, in morbido suede, è la calzatura adatta, con i suoi colori arcobaleno uniti in un delicato gioco di linee asimmetriche.

Chi è Mario Valentino: la nascita e il successo

Napoli, 1952: nasce la Mario Valentino SpA, oggi conosciuto come storico produttore di calzature, accessori e abbigliamento, nonché uno dei marchi leader nel settore della pelletteria.

Il padre di Mario, Vincenzo, era già famoso a Napoli da decenni per il suo laboratorio di calzature fatte a mano con pellami ricercati e apprezzate da tutti, dall’aristocrazia locale alle dive internazionali. Mario, figlio d’arte, realizza dunque il suo sogno imprenditoriale da giovanissimo, grazie ad un laboratorio tutto per sé dove poteva sbizzarrire con la creatività. L’estro di Mario Valentino trova la sua massima espressione nelle décolleté rosa, in tacchi a spillo vertiginosi e in calzature impreziosite da intarsi e impunture.

Mario Valentino

Fonte foto: www.mariovalentino.it

Tuttavia, uno dei suoi capolavori indiscussi rimarrà per sempre il mitico sandalo piatto ornato da un fiore di corallo, tenuto da due sottilissimi fili di perle di corallo. Fatto sfilare durante il défilé di Alta Moda a Roma, questo sandalo ha incantato tutto il settore della moda ed è tutt’ora esposto al Museo della calzatura Bally di Schoenenwerd (Svizzera), accanto alle scarpe indossate dalla Regina Elisabetta al suo matrimonio. Vogue Francia dedicò addirittura a questa calzatura un redazionale, grazie al quale l’azienda firmò un contratto con I. Miller di New York, l’unica azienda oltreoceano che all’epoca importava scarpe di lusso da distribuire negli Stati Uniti.

Mario Valentino è stato, inoltre, il primo designer ad aver creato delle décolléte colorate e i mocassini sfoderati (un primato conteso da altri, ma che invece è proprio Made in Italy, in particolare, made in Naples). Per le sue idee creative Mario fu acclamato da diversi artisti, con cui condivise la sua passione e la sua concezione di arte; tra questi figurano, oltre Warhol, anche Pomodoro e Rauschenberg. Per questo motivo sembra giusto dire che le calzature di Mario Valentino siano più che semplici accessori, ma arte in forma di scarpe.

Mario Valentino: tra clienti famosi ed importanti riconoscimenti

Nel 1966 Mario Valentino inizia a creare anche borse: da sera e sportive, in pellami preziosi e dai colori sorprendenti, patchwork e con decorazioni innovative. Alcuni dei suoi clienti più noti sono Jackie Kennedy Onassis (la cui celebre hobo bag è tornata sugli scaffali), Maria Callas, Liz Taylor, le gemelle Kessler, Ornella Vanoni, Stefania Sandrelli e Marcello Mastroianni.

A partire dagli anni Ottanti Mario Valentino si afferma definitivamente in Europa, Stati Uniti e Giappone, anche grazie alle sue esclusive boutique monomarca. Riceve, inoltre, riconoscimenti da importanti personaggi, quali Ronald e Nancy Reagan, il Presidente della Repubblica Italiana e l’ambasciatore americano Rabb.

Mario Valentino

Fonte foto: www.mariovalentino.it

Se volete saperne di più su questo designer dall’animo del vero artista, la sua affascinate storia imprenditoriale è raccontata nel libro “Mario Valentino – Una storia tra moda, design e arte” di Ornella Cirillo, che ricostruisce la genesi di questa azienda e restituisce un ritratto quanto più dettagliato dell’appassionante vita dello stilista e della sua azienda, ma anche della storia della moda italiana.

Oggi, la firma Mario Valentino continua la sua storia nel mondo della moda sotto la direzione del figlio Enzo Valentino, che ne porta avanti il meritato successo.

Fonte immagine di copertina: mariovalentino.it
© riproduzione riservata