Si dice che i grandi amori fanno giri immensi e poi ritornano, o forse non ci hanno mai lasciato, e così dopo 22 anni Fendi rende omaggio all’iconica Baguette attraverso tre short movies dal titolo Baguette Friends Forever.

La Baguette, it-bag di casa Fendi, è nata nell’estate 1997 da un’idea di Silvia Venturini Fendi, la nipote dei fondatori della casa di moda romana:

“Mi era stato chiesto di immaginare una borsa particolarmente “facile” e funzionale, in un certo modo tecnologica e minimale. La mia risposta – per fortuna sono una indomabile disobbedente – fu la Baguette, l’esatto opposto. E un successo senza precedenti: uno degli oggetti più desiderati al mondo. Naturalmente me ne sono venuti riconoscimenti, gratificazioni e ogni genere di soddisfazione. Eppure la ricompensa più preziosa resta l’aver dato a Fendi un solido salvacondotto per il suo futuro. Quella disobbedienza è stata davvero un’eccellente idea”.

Un destino che era già prevedibile dal nome: Baguette, un suono e un significato così particolare da passare per forza alla storia. 26X14X4, queste le sue misure, rimaste immutabili negli anni, misure che l’hanno resa unica. Un rettangolo perfetto divenuto un pezzo di design.

È il logo con la doppia F, disegnato da Karl Lagerfeld per la Maison, a dare forma alla fibbia; forma e logo, forma e fibbia, due elementi che si appartengono, due ingredienti inseparabili che l’hanno resa un’icona.

Dopo aver vinto nel 2000 il premio The Fashion Group International Award per gli accessori, la Baguette Fendi porta con sé il merito di aver lanciato il concetto di “limited edition” nel mondo della moda, per le numerosissime varianti nello stile e nei materiali.

Come il pane francese che porta il suo nome, la Baguette crea dipendenza e non solo tra gli amanti del lusso e le vittime della moda, ma, soprattutto, nella mente di oltre ottanta artisti del calibro di Jeff Koons, Richard Prince, Tom Sachs, Damien Hirst, Francesco Vezzoli, Michelangelo Pistoletto, Maurizio Cattelan, Enzo Cucchi, Loris Cecchini, Angelo Musco. Tutti loro, infatti, hanno saputo riprodurla ed elevarla a pezzo d’arte.

Per le vie di New York, la Baguette al braccio di Sarah Jessica Parker – Carrie Bradshaw nella serie americana Sex and the City – diventa sinonimo di amicizia e complicità femminile, elemento immancabile per una conversazione tra amiche. La stessa attrice ha parlato di questo modello, diventato un pezzo iconico della serie:

È una borsa a cui sono molto legata sentimentalmente. La mia personale era di seta verde oliva, con dei magnifici intarsi floreali e il manico di pitone rosso; la usavo in tutte le occasioni […] Oltre a quel primo modello verde oliva, avevo ricevuto in regalo una delle Baguette usate sul set: bellissima, quadrata e ricoperta di paillette viola. Di recente le ho messe da parte entrambe per mantenerle in condizioni perfette. Ora che ho due figlie, voglio che ne abbiano una a testa“.

Proprio a New York, nel 2015, per l’inaugurazione della nuova boutique Fendi all’angolo tra Madison Avenue e la 57th Street, la maison ha chiamato cinque donne simbolo della città a dare la loro personale interpretazione del modello Baguette per il progetto di beneficienza 3Baguette.

Sarah Jessica Parker ha creato un modello sui toni dell’oro e del viola, accostando texture e materiali diversi come il velluto, il raso e il galuchat; Rihanna ha impresso la sua immagine forte realizzando un modello nero con manici in coccodrillo e ricami in pietre rutenio, da abbinare a una versione mini color canna di fucile metallizzato.

Anche Leandra Medine ne ha pensato una versione impreziosita da ricami in chiffon e paillette, nelle nuance del bianco, del blu e dell’arancione corallo; Jourdan Dunn, oltre al pitone giallo, alla pelle rossa e verde, ha inserito sulla patta interna un ricamo con la scritta: “Te lo meriti, incendia il mondo”; mentre Rachel Feinstein si è lasciata ispirare dai ritratti del Rinascimento fiorentino realizzando un modello sui toni del terra e del blu.

Fendi Baguette

I cinque modelli creati da: Sarah Jessica Parker, Rihanna, Leandra Medine, Jourdan Dunn e Rachel Feinstein – Photo Credit: crash.fr

Oggi la Baguette torna alla ribalta con Baguette Friends Forever, il titolo dei tre cortometraggi firmati Fendi e realizzati per il lancio della nuova Baguette Spring/Summer 2019. Oltre alle dimensioni tradizionali, due sono le nuove varianti: mini e oversized, che, con tracolle aggiuntive, possono essere portate come se fossero un marsupio.

The Baguette is Back, girato a Hong Kong, è il primo di questi micro film, le cui protagoniste sono le attrici Tan Zhuo e Qiao Xin e le influencer Yu Wei e Yoyo, riprese durante una giornata passata tra l’irrefrenabile voglia di shopping e un karaoke.

È Shanghai a fare da sfondo al secondo episodio intitolato The Missing Baguette. Le protagoniste sono le DJ Dizzy Dizzo e Peggy, la it-girl Yoyo Cao e la modella Hikari Mori, che interrompono repentinamente il pranzo tra amiche per scatenarsi tra le vie della città alla disperata ricerca della Baguette in denim persa.

A New York, The one and only conclude la trilogia e la protagonista è proprio Sarah Jessica Parker, che nella boutique Fendi riesce ad accaparrarsi l’unico esemplare vintage di Baguette in paillette viola, soffiandola da sotto il naso alle influencer Caro Daur e Natasha Lau e alle modelle Ebonee Davis e Melissa Martinez.

Concludiamo il tuffo nella storia di questa it-bag con l’originale poesia Una piccola amica composta da Banana Yoshimoto in occasione del quindicesimo compleanno della Fendi Baguette:

Più grande di così non la vorrei
nemmeno solo un po’.

Più piccola, sarebbe un accessorio come un altro.
Nei momenti di solitudine, di quelli che capitano a tutte.
A una festa, in auto, al ristorante,
mentre semplicemente cammini per strada.
In momenti come questi, quando ti chiedi perché sei sola, e cosa ci fai qui.
Come un cucciolo, come un pappagallo posato sulla spalla,
come la bambola che ti portavi sempre dietro da bambina,
la tua borsa ti è stata accanto.
Come l’amica più cara che hai.

© riproduzione riservata