Tutti conoscono Frida Kahlo, una delle maggiori icone femminili del secolo scorso. Ciò che ha reso famosa questa incredibile donna è stata la forza di trasformare la sua vita, e le difficoltà vissute, in un’opera d’arte.

frida kahlo

Photo Credit: reportcult.it

“Dipingo me stessa perché passo molto tempo da sola e sono il soggetto che conosco meglio”

Artista indiscussa, attualmente il museo Mudec di Milano le dedica una mostra, Frida oltre il Mitoma Frida Kahlo non è stata solo una pittrice, ma anche una icona di stile.

Frida amava la moda ed amava esprimere se stessa attraverso i suoi abiti. Il suo abbigliamento, ispirato ai costumi matriarcali della zona messicana di Tehuantepec, non era solo dettato dalla volontà di nascondere le cicatrici (dopo il terribile incidente che ebbe a 18 anni), ma dalla voglia di creare un’altra opera d’arte fatta di stoffe e colori.

Tinte accese, balze, ricamiscialli e bouquet floreali per ornare le acconciature: queste le caratteristiche del suo guardaroba. E se il suo spirito è inimitabile, certamente non lo è il suo stile, che negli ultimi 20 anni è stato fonte di ispirazione per innumerevoli stilisti, che hanno fatto di Frida e dei suoi abiti i protagonisti delle loro collezioni.

Frida kahlo

La foto di Frida Kahlo, scattata nel 1939 dall’ungherese Nickolas Muray, per la prima volta sulla copertina di Vogue Mexico di Novembre 2012 – Photo Credit: donnecultura.eu


1998

Jean Paul Gaultier è il primo a sdoganare lo << stile Frida>>, in una collezione che bilancia il gusto romantico e colorato dell’artista messicana, con la complessità del suo animo. Lo stilista non omaggia solo la Kahlo, ma ne racconta la storia: ad esempio, l’abito nero con bustino di cinghie ricorda il busto che la pittrice dovette portare dopo il suo incidente, nel quale riportò multiple fratture alla colonna vertebrale.

frida kahlo

Photo Credit: vogue.com


2005

Il look di Frida Kahlo torna a calcare nuovamente le passerelle con lo stilista sud-americano Clements Riberio. Questa volta, però, è una versione più moderna dell’artista, di cui si ritrova l’essenza nelle applicazioni floreali dei vestiti, nei ricami e anche nei disegni a scacchiera (ispirati a Diego Rivera, suo marito).

frida kahlo

Photo Credit: vogue.com

 

2008

Raffaella Curiel porta l’essenza di Frida Kahlo nelle Sale delle Cariatidi di Palazzo Reale, con una sfilata che omaggia la pittrice latino-americana e la sua terra. La passerella è un tripudio di colori sgargianti, gonne ampie, gioielli etnici e capelli adornati da nastri, fiori e sombreri.

frida kahlo

Photo Credit: vogue.it

 

2011

Kenzo, sotto la direzione creativa di Antonio Marras, crea una collezione per onorare l’ “haute bohemia” latino-americana, ispirandosi alle artiste femminili del XX secolo, tra cui Frida Kahlo e Tina Modotti. Ampie gonne fluenti, abbondanti motivi floreali e pizzi sono il filo conduttore.

frida kahlo

Photo Credit: pinterest.com


2012

La Moschino primavera/estate 2012 Ready-To-Wear è una sfilata che grida “Frida Kahlo” dalla testa ai piedi delle modelle. Nonostante l’attualità dei capi, in ogni abito è tangibile l’influenza latino-spagnola, sia per i colori, che per le stoffe, i decori e gli accessori.

frida kahlo

Photo Credit: vogue.co.uk


2013

La nostalgia della silhouette degli anni Quaranta, tipica degli abiti di Lena Hoschek, incontra il mondo colorato e floreale di Frida Kahlo. La stilista è talmente innamorata dello stile della pittrice messicana, da farne la protagonista sia della collezione autunno/inverno, che di quella primavera/estate.

frida kahlo

Photo Credit: pinterest.com


2014

Alberta Ferretti stupisce tutti con una collezione giovanile, che si ispira alle tinte dell’artista messicana per creare degli abiti allegri (gonne a righe variopinte e sprazzi di colore ovunque) e dalle linee pulite. Il bianco candido e il nero fanno solo da sfondo alle delicate applicazioni floreali e alle tinte sgargianti.

frida kahlo

Photo Credit: elle.com


2015

Le passerelle sono invase da cloni di Frida Kahlo. Da Miu Miu a Stella Jean, da Valentino a Dolce & Gabbana, molti stilisti si ispirano a lei per le loro collezioni. Alcuni ne riprendono i colori accessi, altri le gonne ampie e decorate o le balze, Dolce & Gabbana la rivisita in una chiave più opulenta (una Frida “made-in-italy“), ma tutti guardano Frida Kahlo e vedono in lei un’icona di stile e una fonte di ispirazione artistica.

frida kahlo

Da sinistra a destra: le passerelle di Miu Miu, Stella Jean, Valentino e Dolce & Gabbana – Photo Credit: vogue.it


2018

Le passerelle delle collezioni primavera-estate 18 hanno già decretato che questa sarà un’estate nel segno di Frida. Il trend del momento impone vestiti dai ricami vivaci, stampe floreali e completi in Sangallo (lo stesso pizzo che usava la pittrice nei suoi abiti). È proprio il caso di dire: evviva la “Fridomania“!

Frida Kahlo

Da sinistra a destra: le passerelle di Rodarte, Stella Jean, Dolce & Gabbana e Valentino – Photo Credit: vogue.it

 

© riproduzione riservata