L’incontro tra Wanda e Salvatore Ferragamo

Wanda Ferragamo

La famiglia Ferragamo – Photo Credit: crisalidepress.it

L’incontro tra Wanda e il suo futuro marito è degno di una commedia romantica. I due si conosco quando Salvatore fa ritorno in Italia dopo un periodo vissuto a Boston, dove si era fatto strada nella produzione di calzature. Quando torna in Italia il sindaco di Bonito, suo paese di nascita, lo contatta per avere una donazione per i poveri e, per ringraziarlo della sua generosità, lo invita a casa sua.

Come nelle fiabe, sarà il destino a far incontrare Wanda e Salvatore: il giorno in cui l’imprenditore venuto dall’America arriva a casa del sindaco, c’è la giovane figlia Wanda ad accoglierlo. Per Salvatore è amore a prima vista, tanto che Wanda raccontava che lo sentì bisbigliare in inglese alla sorella “Questa ragazza diventerà mia moglie”.

Gli anni con Salvatore e la crescita dell’azienda

Salvatore viaggia spesso per affari, ma non si scorda mai della moglie che a casa si prende cura dei loro sei figli. Durante un viaggio a Parigi le manda una lettera, dove racconta di essere uscito dall’albergo per una passeggiata, ma di essere rientrato in albergo poco dopo, perché vivere tutta la bellezza di Parigi senza di lei non gli dava gioia.

Intanto, l’azienda continua a crescere, grazie all’incredibile creatività di Ferragamo. Tra i suoi successi vanno ricordati la scarpa con la zeppa in sughero, ideata per sopperire alla carenza di acciaio importato dalla Germania, le ballerine Ferragamo con tacco basso ovale e suola a conchiglia, tanto amate da Audrey Hepburn, e i sandali in sughero ispirati a Carmen Miranda e Judy Garland, rispettivamente ricoperti da specchietti e suede colorata.

Con il tempo il nome Ferragamo si fa strada non solo tra le star hollywoodiane, ma anche i reali si rivolgono alla Maison per le loro calzature, come le regine di Bulgaria e d’Olanda.

Il successo dell’azienda è inarrestabile, ma nel 1960 Salvatore Ferragamo muore, lasciando Wanda da sola, con la responsabilità di doversi prendere cura non solo della famiglia, ma anche degli affari.

Wanda Ferragamo

Salvatore Ferragamo e Sophia Loren – Photo Credit: pianonotizie.it

Wanda, volto e anima della Maison Ferragamo

Dopo la morte di Ferragamo, Wanda non ci pensa due volte a prendere in mano le redini dell’azienda a soli 39 anni e senza alcuna esperienza, prima da sola e poi con l’aiuto dei figli (Fiamma, Giovanna, Ferruccio, Fulvia, Leonardo e Massimo).

Nonostante l’inesperienza e il momento di lutto e dolore, la vedova Ferragamo dimostra di avere una tempra eccezionale come donna d’affari e madre, continuando a portare al successo l’azienda che Salvatore aveva fondato 33 anni prima, nel 1927.

La signora Ferragamo non si limita a mantenere in vita l’eredità del defunto marito, ma dà il suo contributo personale portando la Maison a fare il grande salto nel mondo della moda.

Sotto la sua guida e grazie alla sua intelligenza e strategia commerciale, il marchio Ferragamo passa dall’essere produttore di sole calzature al diventare anche produttore di abiti pret-à-porter e accessori, affermandosi come simbolo della moda italiana nel mondo.

Il suo impegno nell’azienda non è mai venuto meno negli anni e, anzi, Wanda ha continuato a dare un contributo fino alla sua morte, incurante dei suoi 96 anni e certa delle proprie capacità manageriali.

Le sue indiscutibili qualità come presidente della compagnia le hanno valso numerosi riconoscimenti a livello nazionale e internazionale, come il premio “Donna Internazionale dell’Anno” nel 1982; inoltre, nel 1987 viene nominata Cavaliere del Lavoro della Repubblica Italiana e nel 1995 è insignita dalla Regina d’Inghilterra del titolo di Honorary Officer of British Empire”.

Wanda Ferragamo

Photo Credit: corriere.it

Nonostante la sua posizione di rilievo e le disponibilità economiche, Wanda Ferragamo non si è mai fatta cullare da agi; basta pensare che nei negozi del brand tutti i componenti della famiglia devono pagare se vogliono qualcosa, anche se hanno lo sconto del 50%.

Quello che tutti ricorderanno di questa donna è la sua forza di fronte alle intemperie della vita e, indubbiamente, la sua lungimiranza negli affari, che ha portato il brand Ferragamo ad arrivare al suo 91esimo anno di attività fruttuosa.

 

© riproduzione riservata