A novembre la città si spense in un istante” cantava Giusy Ferreri in una canzone del 2008, ma quest’anno possiamo decisamente darle torto. Nel mese che precede il Natale la città non si spegnerà, anzi, sarà illuminata da grandi nomi della musica italiana e non, che torneranno tra gli scaffali dei negozi di dischi. Dopo un ottobre che ha visto il ritorno di Niccolò Fabi ma non solo, novembre si preannuncia come uno dei mesi più caldi di tutto l’anno e non per le temperature primaverili. Tanti nomi e per tutti i gusti. Per gli amanti dei Coldplay arriverà il tanto pubblicizzato e atteso nuovo album, per gli appassionati di musica italiana e cantautorato due grandi nomi come Mina e Fossati, ma anche Tiziano Ferro e Cesare Cremonini con il suo primo Best of. Non mancherà il classico album natalizio, che dulcis in fundo non sarà cantato da Michael Bublè, ma da un sempre verde Robbie Williams. Sarà il mese di una nuova versione di Microchip Emozionale, ma anche del nuovo album de Il volo e di Biagio Antonacci. In attesa dell’uscita di questi album, perchè non far venire l’acquolina in bocca anticipando cosa ci aspetta e cosa hanno in serbo per noi alcuni di questi artisti?

Coldplay – Everyday Life

Dopo essersi presentati al pubblico sotto falsa identità con il nome di Los Unidades e con il singolo E-Lo, i Coldplay abbandonano questo pseudonimo spagnoleggiante e tornano con un album di inediti. “Cari amici la mia calligrafia non è il massimo e mi dispiace. Speriamo che stiate bene. Negli ultimi 100 anni, più o meno, abbiamo lavorato su una cosa chiamata Everyday Life. Una metà si chiama “Sunrise”, l’altra “Sunset”. Esce il 22 novembre. Parla di come ci sentiamo a proposito delle cose che accadono. Vi inviamo tanto amore, dall’ibernazione”. In “poche” parole, ecco spiegato il nuovo progetto dei Coldplay. Se c’è una cosa che non manca a Chris Martin and friends è l’originalità e anche questa volta non si sono smentiti. A precedere il messaggio sui social, infatti, un poster affisso in diverse capitali che ritraeva il gruppo in abiti vintage e che riportava una data: 22 novembre 1919. Ma non solo. Sui quotidiani di tutto il mondo è stato pubblicato un annuncio in cui un proprietario “scrupoloso” mette in vendita Everyday Life e in cui è stata svelata la tracklist del disco. Insomma, dopo aver fatto crescere l’attesa speriamo non sia “tutto hype e niente arrosto”.

Robbie Williams – The Christmas Present 

Dobbiamo essere sinceri: Robbie Williams che incide un album di Natale non ce lo aspettavamo. Negli anni siamo stati abituati ai vari album di Michael Bublè, a Mariah Carey e alla baita in montagna del video di Last Christmas dei Wham! Insomma, a tutto tranne che a Robbie Williams che canta i grandi classici natalizi. E invece il cantante che negli anni ha stupito tutti con la sua carriera da solista, con la sua aurea irriverente e con canzoni bellissime come Angels, ancora una volta lascia tutti a bocca aperta con The Christmas Present che uscirà il 22 novembre. Nell’album troveremo grandi classici del natale come Let It Snow! Let It Snow! Let It Snow!”, ma anche inediti e grandi duetti. Il titolo non può che far pensare a uno dei più famosi di tutta letteratura inglese A Christmas Carol. Se Robbie Williams odi il Natale tanto quanto Scrooge non possiamo saperlo, ma scopriremo presto in Christmas Past e Christmas Future, le due parti che compongo il disco, quanto risulterà credibile in queste nuove vesti.

Tiziano Ferro – Accetto Miracoli

Di questo album Tiziano Ferro non ha svelato molto e probabilmente per sapere di cosa parlerà Accetto miracoli dovremo aspettare il 22 novembre. Tra le notizie che il cantante ha fatto trapelare, però, c’è la tracklist dell’album in cui figura anche un duetto con uno dei cantanti che ha infuocato l’estate del 2019. Stiamo parlando di Jovanotti e di Balla per me, che a partire dal titolo fa presagire ritmo e profumo di tormentone. Tra i dieci brani, anche i due singoli che hanno anticipato il disco: Buona (cattiva) sorte e Accetto miracoli. Il primo singolo, uscito il 31 maggio, è una canzone figlia dell’esigenza di lasciarsi abbandonare ad esperienze nuove ed è sicuramente in qualche modo legata al grande passo compiuto dall’artista. La seconda invece ci consegna un Tiziano Ferro in vecchio stile. Per intenderci la canzone non ci fa rimpiangere grandi brani che hanno fatto da sottofondo a grandi storie d’amore e a cuori infranti: da Sere nere a Non me lo so spiegare. Il dilemma intorno a questo album quindi è uno: vecchio o nuovo Tiziano?

Mina e Ivano Fossati – Mina Fossati

Mina Fossati: un titolo semplice forse perché non serve aggiungere niente a quelle che sono due tra le voci simbolo del nostro paese. La tigre di Cremona unisce la sua voce alla scrittura del cantautore ligure autore di poesie come La costruzione di un amore, per dare vita a un disco che vedrà la luce il 22 novembre. Che quel giorno ci sarà molto da ascoltare è ormai assodato, ma forse per i fan di questi due cantanti questa sarà una data indimenticabile. Non ci saranno solo grandi cover come spesso succede nei dischi che uniscono grandi nomi della musica, ma ben undici canzoni scritte da Fossati e interpretate a due voci. I due cantanti negli anni si sono sfiorati e in qualche maniera si sono cercati. Mina in una delle sue ultime apparizioni pubbliche aveva eseguito alcuni brani del cantautore e lo stesso Fossati aveva pensato alla voce di Mina per E non finisce mica il cielo, brano che fu poi eseguito magistralmente da Mia Martini. Insomma, finalmente il momento è arrivato e non vediamo l’ora di ascoltare quello che si preannuncia essere un capolavoro.

Cesare Cremonini – Cremonini 2C2C – The Best Of

Vent’anni di carriera, tante belle canzoni scritte, palazzetti riempiti fino all’inverosimile, fan che conoscono a memoria tutte le canzoni dal periodo Lunapop al periodo da solista. Di chi stiamo parlando? Ovviamente del bolognese doc Cesare Cremonini. E per le prime venti candeline quale festeggiamento migliore se non quello del primo Best of? Sarà un cofanetto che farà gola ai fan che lì dentro troveranno: sei brani inediti, trentadue singoli rimasterizzati, alcune rarità tra demo originali, home recording e alternative takes mai pubblicate, quindici brani strumentali e un disco di sedici interpretazioni in versione piano e voce. Tra queste sedici tracce una sicuramente farà venire la pelle d’oca non solo agli appassionati di Cesare, ma anche a quelli di Lucio Dalla. Questo brano è uno tra i più conosciuti e più iconici della carriera di Lucio e porta il nome di L’anno che verrà, per l’occasione registrata allo Stadio Dall’Ara. “Ne sono certo, tutto questo vi farà godere” è questo l’augurio che ci lascia Cesare. E noi perché non dovremmo credergli?

Artisti vari – Note di viaggio

Manuel Agnelli, Ligabue, Malika Ayane, Carmen Consoli e Giuliano Sangiorgi. Sono solo alcuni dei nomi che parteciperanno a Note di viaggio, un album tributo al cantautore di Pavana. Che Francesco Guccini abbia deciso di non esibirsi e di non calcare più nessun palco, purtroppo è ormai cosa certa. Però cosa succede se un gruppo di artisti capitanati da Mauro Pagani, certezza della musica italiana, decide di unire le forze e fare un tributo a uno degli artisti simbolo degli anni ’70 e non solo? Il risultato è un progetto che, come viene scritto sul suo sito internet, non è celebrativo ma vuole guardare al futuro. Il seguito di fan del cantautore è già grande, ma forse la scommessa è un’altra: avvicinare, grazie alle voci dell’attuale panorama musicale italiano, anche quel pubblico considerato “giovane”. Il ben assortito gruppo di cantanti ci riuscirà?

Immagine di copertina: profili Facebook artisti e Wikipedia
© riproduzione riservata