Quale miglior modo di cominciare il weekend se non con nuova musica? Oggi, 22 maggio, è un venerdì ricco di novità e noi di Artwave abbiamo selezionato per voi le migliori uscite nazionali ed internazionali!

Lady Gaga feat. Ariana Grande – Rain on me

È un incontro emozionalmente forte quello delle due popstar che, stando alle loro stesse parole, hanno vissuto un momento di grande condivisione quando si sono viste in studio per registrare Rain on me, secondo singolo estratto dal nuovo album di Lady Gaga, Chromatica, in uscita il 29 maggio.

Come preannunciato da Stupid Love, precedente brano estratto dal disco, la nostra Stefani Germanotta (vero nome di Gaga) è pronta a ripopolare le dancefloor – emergenza sanitaria permettendo – con un disco che ha chiaramente voglia di far ballare, tornando a strizzare l’occhio a tutti i little monsters che si erano innamorati della prima Lady Gaga piena di carisma e di energia.

È una “pioggia ristoratrice” quella di cui le due artiste parlano, un lasciar andare il dolore in modo liberatorio. Sono state chiare le parole della Germanotta in merito al duetto più atteso di quest’anno: “C’è stata subito una connessione e lei è stata meravigliosa”. Ariana Grande dal lato suo ha commentato: “È così divertente far parte di nuovo di qualcosa di tanto ottimista e pop. È stato bello, sono felice di essermi immersa un po’ nel suo mondo, mi ha fatto sentire davvero a mio agio”.

Per quanto lontano dalla gloria di brani come Born this Way, Rain on me resta comunque un brano dance fortemente valido che, auspicabilmente, conquisterà le classifiche in attesa del long play in uscita il prossimo venerdì.

Restiamo in attesa del videoclip, sperando di vedere le due icone del pop ballare insieme in un video del tutto memorabile.

Diodato – Un’altra estate

Diodato - Un'altra estate

Fonte: pagina Facebook di Antonio Diodato

Anno particolarmente intenso per Antonio Diodato, da poco esibitosi in una vuotissima Arena di Verona in occasione dell’Eurovision. Esce oggi Un’altra estate, nuovo brano dell’artista che è stato inserito nella seconda edizione di Che vita meravigliosa, disco rilasciato subito dopo la sua partecipazione al Festival di Sanremo di quest’anno.

Brano interamente scritto e prodotto nelle lunghissime fasi di questa quarantena, nato dalla necessità dell’artista di oltrepassare i confini fisici dello spazio a disposizione.

“Una delle cose ad avermi impressionato e incuriosito di più in questo periodo di lockdown è stato ciò che mostrava la mia finestra. Costretto a rimanere in casa, ho lasciato vagare lo sguardo sul paesaggio cittadino che quello spiraglio dipingeva”. Sono queste le parole del cantautore che racconta come il forte desiderio del ritorno alla vita abbia stimolato immaginazione e speranza nei giorni di reclusione in casa.

Brano avvolgente e dalle sonorità morbide, perfettamente in linea con l’attuale percorso artistico dell’autore. Largo utilizzo di strumenti acustici, voce in primo piano e cori di fondo sono una ricetta testata e funzionante che però in tutta onestà rischia ben poco, proponendo al pubblico sapori già venuti fuori con gli scorsi lavori.

Daniele Silvestri feat. Rancore – Il mio nemico invisibile

Daniele Silvestri feat. Rancore - Il mio nemico invisibile

Fonte immagine: pagina Facebook di Daniele Silvestri

Dopo il successo di Argentovivo presentato al Festival di Sanremo dello scorso anno, vincitore anche del Premio della Critica Mia Martini, Daniele Silvestri rinnova la sua collaborazione artistica con Rancore ed i due rilasciano oggi Il mio nemico invisibile, nuovo singolo nato dalla fusione di altri lavori sviluppati in precedenza dai relativi artisti.

Silvestri ci racconta: “Condividere il palco con Tarek (Rancore, ndr) per tutto l’ultimo tour non poteva non produrre frutti succosi e inattesi. Uno di questi in particolare ci è sembrato andare aldilà dei confini del concerto. Così, dall’incrocio di un mio pezzo e un paio di testi di Tarek, entrambi rivisti anche sotto la lente di questo periodo pandemico, nasce Il mio nemico invisibile“.

E così il brano Il mio nemico di Daniele Silvestri si incastra con le barre di Non esistono e Invisibili di Rancore, creando un mash-up dalle sonorità miste ma comunque chiare, dove i due stili restano distinti ma ben incastrandosi.

Interessante l’idea, soprattutto dal punto di vista concettuale, anche se il risultato finale forse non brilla particolarmente di luce propria. I brani che lo compongono avevano già destato il loro interesse al momento della loro presentazione ma in queste vesti faticano ad assumere valore aggiunto.

Chadia Rodriguez feat. Federica Carta – Bella così

Prodotto da Big Fish, Bella così è il nuovo singolo della rapper Chadia Rodriguez con il featuring di Federica Carta.

Questo brano si colloca all’interno di un’idea di progetto più grande incentrato sulla sensibilizzazione verso temi come il body shaming e la cyberviolenza.

Il brano, il cui rilascio era stato inizialmente previsto per il 27 marzo ma poi rimandato a causa dell’emergenza sanitaria, è stato anticipato da tre video sui social network che raccontano le storie di tre donne accomunate, purtroppo, da eventi di violenza fisica o psicologica.

La canzone si espone con un testo chiaro ed esplicito in continuità con lo stile di Chadia, anche se ritmo e sonorità tendenti al raggaeton danno al pezzo un sapore un po’ troppo estivo, rischiando di far perdere di vista l’insieme ed il valore del progetto.

Contenuto interessante ma rischioso e soprattutto difficile da trattare, che non trova piena realizzazione in questa forma che ne affievolisce lo spessore creando un immaginario un po’ da cliché.

Holden – Barriere

Esce oggi anche il nuovo singolo di Holden, Joseph Carta all’anagrafe, cantante e producer di appena 20 anni che dall’anno scorso ha iniziato a farsi strada nel panorama musicale italiano.

Dopo aver riscosso un buon successo con il brano Fraté pubblicato a marzo, il giovane Holden torna con un singolo che invita a lasciare andare i pensieri e le preoccupazioni: le barre in rima del rapper si piazzano molto bene sul beat trap che racchiude il tutto, il testo semplice ma con degli elementi intelligenti si colloca coerentemente nello scenario urban al quale l’artista appartiene.

Si tratta di un altro buon lavoro per l’artista italo-olandese, che in poco tempo sta portando avanti un’interessante evoluzione in costante crescita e che sta sempre di più conquistando spazio nelle scene attuali.

Fonte immagine di copertina: pagina Facebook di Lady Gaga
© riproduzione riservata