Oggi è un giorno importante per la famiglia Lucia-Ferragni: papà Federico compie 30 anni.

Lo scorso anno la famosa fashion blogger, che di lì a un mese sarebbe poi diventata sua moglie, gli organizzò una festa a sorpresa che fece molto parlare. Il party si tenne al Carrefour di City Life e suscitò numerose polemiche per i lanci di panettoni e caspi di insalata, le corse con i carrelli e le foto instagrammabili tra gli scaffali del supermercato. Cosa avranno in mente i Ferragnez per il nuovo importante traguardo di Fedez?
La coppia è da anni sulla bocca di tutti. C’è chi li ama e chi li odia, chi si è affezionato a loro e chi dice di non sopportarli, ma dubito che tra questi ultimi non ci siano persone che hanno curiosato sui loro profili Instagram.
Quando Fedez e Chiara si muovono, tutti ne parlano. Provate a pensare a quanto si è discusso delle foto del cantante nel nuovo attico a City Life, dello scatto osè “Vietato ai minori di 18”, come recitava la didascalia del post di Fedez dove è ritratto nudo nel letto con la influencer digitale, o del più recente docu-film Chiara Ferragni – Unposted.

https://www.instagram.com/p/BrAvGD9lZpI/?utm_source=ig_embed

Per non parlare del social wedding, celebrato il 1º settembre dello scorso anno, che dalla proposta all’Arena di Verona in poi è diventato un vero e proprio evento mediatico. Secondo gli studi dei digital marketers dal 31 agosto al 2 settembre sono stati 117mila i post con tag #TheFerragnez pubblicati da più di 30mila account. Gli sposi scelsero di non vendere a nessuna rivista di gossip l’esclusiva dell’evento, raccontandolo invece ai loro fan in diretta, tramite i loro account Instagram (che complessivamente raggiungono 20 milioni di followers) e tramite i profili dei numerosi (e famosi) invitati.

Fonte: pagina Facebook Chiara Ferragni

Insomma, qualunque cosa Fedez e Chiara facciano, si parla di loro. E se molti ne parlano male, pazienza: “Parlino bene o male, purchè parlino, recita il detto estrapolato da Il ritratto di Dorian Grey di Oscal Wilde.

Un businessman travestito da cantante

Ormai Fedez prima di essere un cantante è un influencer, un volto della televisione, della pubblicità e “il marito della Ferragni”. La musica sembra non essere più la sua prima preoccupazione, e i risultati si sono visti con Paranoia Airlines, il suo ultimo disco uscito a gennaio di quest’anno.
I suoi fan difficilmente lo ammetteranno, cercando di giustificarlo e assecondarlo in ogni sua mossa, ma il livello della sua ultima fatica discografica è molto calato rispetto ai lavori precedenti.

Copertina Paranoia Airlines
Fonte: pagina Facebook Fedez

Tralasciando per un attimo la sua musica, quello che Fedez può insegnare agli altri artisti è il valore e l’importanza della comunicazione. Grazie soprattutto alle dritte della sua amata, il rapper è diventato un businessman trasformato da cantante.

Per arrivare al successo, bisogna avere un successo da raccontare. Fedez questo lo ha imparato benissimo, gonfiandolo attraverso la comunicazione più di quanto ne abbia nella realtà.

Uno degli esempi più calzanti è l’utilizzo della parola “sold out“: parlando delle date dei suoi tour Federico parla sempre di “tutto esaurito”, invitando i fan a comprare i biglietti perché “presto finiranno”.
Anche il sottolineare la conquista del Disco d’Oro è un’abile mossa di marketing: in questo periodo storico in cui nessuno è più disposto a pagare per ascoltare la musica, andare in classifica per uno come Fedez è un gioco da ragazzi.
La terza e probabilmente più astuta strategia è stata la seguente: all’uscita di Paranoia Airlines Fedez ha invitato i fan ad andare a comprare il disco in negozio perché ci sarebbe stata una sorpresa: una sorta di lotteria, il cui premio maggiore era una cena con il cantante e la moglie.

La partecipazione a Celebrity Hunted – Caccia all’uomo

Celebrity Hunted – Caccia all’uomo
Fonte: Repubblica.it

Nel 2020 Fedez sarà un concorrente del nuovo programma firmato da Amazon Prime Celebrity Hunted – Caccia all’uomo, la versione italiana di un reality inglese di successo. Insieme a lui parteciperanno altri vip tra cui Diana del Bufalo, Francesco Totti, Claudio Santamaria e Cristiano Caccamo, che dovranno nascondersi e scappare da alcuni “cacciatori” con esperienze passate nelle forze armate: sulle loro tracce ci saranno ex poliziotti, ex militari ed esperti informatici.
Per 14 giorni i vip non potranno avere né telefoni né carte di credito, solo pochi euro e un kit di sopravvivenza dal contenuto misterioso.
Il 7 ottobre sui profili Instagram di questi personaggi era comparsa una misteriosa Story con il seguente messaggio: “Non cercatemi, devo rimanere in incognito. Presto capirete perché”. Qualche giorno dopo è arrivata la conferma della loro partecipazione al programma.

© riproduzione riservata