L’amore di Patti Smith per il nostro paese ha radici profonde. Il 17 marzo, con una fotografia che la ritrae insieme alla figlia proprio alla prima della Scala dello scorso dicembre, l’icona del rock ha annunciato infatti una diretta in esclusiva su Instagram. La cantante, accompagnata al piano dalla figlia Jesse, ha regalato una versione particolarmente intima di Wing, tratta dal suo disco del 1996 ‘Gone Again‘. Prima di intonare la canzone, madre e figlia si sono rivolte in modo esplicito al nostro paese. Jesse ha detto, in italiano: “Italia andrà tutto bene, Milano andrà tutto bene, il mondo andrà tutto bene“. Patti, prima di allietare il pubblico con la propria voce ha rivolto anche lei un pensiero all’Italia, e ha rivolto parole di speranza a tutti:

Siamo isolati, ma sempre insieme. È un momento difficile ma noi siamo qui insieme (…) penso che quello che bisogna fare è cercare di essere compassionevoli e solidali gli uni con gli altri, stare calmi, essere pazienti, essere prudenti, essere forti e non avere paura ma restare positivi (…). Comunque, noi siamo qui, e ci piacerebbe suonare una canzone per tutti.

Getty Images

Ovviamente il live ha raggiunto ogni angolo del globo, ma è stato molto apprezzato in modo particolare dalla città lombarda che sta affrontando duramente l’epidemia. È proprio qui, infatti, che si dovrebbe tenere (il condizionale è ancora d’obbligo, come per tutto) un suo concerto il prossimo 30 luglio. L’iniziativa della cantautrice è soltanto uno degli innumerevoli show organizzati sui social dagli artisti italiani e internazionali per supportare il pubblico in queste settimane. La socialità alla quale siamo costretti a rinunciare per il bene comune viene così ritrovata attraverso il digitale.

Un palcoscenico virtuale

Così la figlia Jesse ha annunciato che sarà di nuovo live dalla loro casa di New York sabato 28 marzo alle 18 italiane, per un nuovo concerto di mezz’ora. Molto probabile, dunque, che anche Patti si unisca ancora una volta all’evento e regali al nostro paese un’altra performance. Il live si terrà sulla pagina Facebook di Germi, circolo milanese gestito da Manuel Agnelli. Questo sarà solo uno dei numerosi concerti “casalinghi” che stanno dando vita a #StayON, iniziativa messa in piedi da KeepOn LIVE. L’associazione di categoria dei festival e dei club italiani, infatti, ha deciso di organizzare una specie di palco virtuale. Queste le parole che hanno scritto per annunciare la nascita del progetto:

“Ci siamo sentiti da luoghi diversi e lontani. Mai come in questi giorni abbiamo azzerato le distanze.  Insieme abbiamo creato #StayON che, per un mondo spesso disgregato come il nostro, è una rivoluzione culturale. #StayON è la costruzione di palinsesti social tra live club e festival, una reale condivisione di programmazione, una sincera collaborazione con i musicisti e i pensatori che saranno conduttori per il mondo della musica live di veri e propri Take Over. Ognuno dalla propria casa, ma in diretta dai canali social degli spazi che tutti i giorni fanno musica e cultura… Perché se crisi significa anche opportunità allora prendiamocela questa occasione di cambiamento e colleghiamoci. La musica non può finire. Live Club e Festival non possono chiudere. E se le persone non possono andare nei club saranno i club ad andare dalle persone. Siamo un patrimonio culturale e lo stiamo dimostrando.”  

Moltissimi gli artisti che hanno aderito a questa opportunità: Lodo Guenzi, Giovanni Truppi, Erica Mou Eugenio in Via di Gioia, Dimartino, Bianco, Francesco Di Bella (24 Grana), Enrico Gabrielli, Giorgieness, Daniele Celona, Fabrizio Cammarata per dirne soltanto alcuni. Non mancano i musicisti internazionali: dal fondatore dei dEUS Stef Kamil Carlens a Jeremiah Fraites dei The Lumineers, a – appunto – Jesse Smith con (speriamo!) la mamma.

Le luci accese

Un modo, quindi, per lasciare accese le luci nei club, per non spegnere i riflettori su un settore che tra tante difficoltà dà un contributo importante al nostro paese. Non soltanto come puro contenitore di concerti e eventi, ma anche come strumento di socialità, aggregazione e stimolo agli incontri e alla creatività. In più, ogni diretta avrà associato un link di raccolta fondi per sostenere gli ospedali e la Protezione Civile che stanno affrontando l’emergenza. La programmazione è quotidiana, a partire dalle 18, e suddivisa su sette canali, chiamati coi colori dell’arcobaleno. A ognuno di essi sono legate le diverse realtà territoriali che partecipano al progetto. C’è anche un canale bianco destinato “a reti unificate” a eventi di raccolta fondi e ai festival.
Organizziamoci insieme, creiamo di fatto palinsesti diversi ma concordati per passarci il testimone e per unire questo Paese!” dice ancora il comunicato di KeepON
Insomma una grande piattaforma alla quale contribuiscono artisti, club, festival e anche gli uffici stampa. Il tentativo è quello di ottimizzare gli sforzi creando una programmazione condivisa, promuovere la musica italiana e aiutare il paese sia economicamente che emotivamente. Perché abbiamo bisogno di musica e cultura; abbiamo bisogno di evadere e dedicarci alle cose belle che ci può offrire l’arte. 
Immagine di copertina: © Facebook Patti Smith
© riproduzione riservata