Chi pensa che Milano sia solo un piccolo mondo grigio, avrà sicuramente modo di ricredersi. Col migliore degli slanci vitali parte la prima edizione di un’iniziativa promossa dal Comune e patrocinata da SIAE, FIMI (Federazione Industria Musicale Italiana), Ministero delle Attività  Culturali e Istituto mutualistico degli artisti Nuovo Imaie e Assomusica. Possiamo ben dire che con la Milano Music Week ci sia poco da scherzare, ma molto da divertirsi. Vietato prendere impegni dal 20 al 26 Novembre, settimana in cui  potrete assistere ad un susseguirsi di show, dj-sets e conoscere nuove realtà discografiche, così come ritrovarvi faccia a faccia con i protagonisti ed abbattere le barriere con gli artisti, prendendo parte a mostre e workshop.

Tra i tantissimi nomi – che non si limitano al solo range italiano – citiamo Niccolò Fabi per la serata d’apertura, Caparezza, Iosonouncane, Boosta, Rachele Bastreghi, ma anche Apparat, gli svedesi Little Dragon ed il cantautore statunitense Perfume Genius. Ne abbiamo nominati solo alcuni dagli oltre sessanta artisti che si distribuiranno in quarantuno diverse location. Anche queste, infatti, saranno tutti da scoprire: si va dal Teatro Dal Verme al Fabrique, fino al BASE Milano, passando per i tanti scorci che la nuova città della musica offre al grande pubblico.

Apparat. Fonte: Rockshock.it

Luca De Gennaro, curatore artistico dell’evento nonché Vice President Of Talent And Music di Viacom per Sud Europa, Medio Oriente e Africa, è molto ottimista a riguardo. Con queste premesse non possiamo che esserlo anche noi.

Per maggiori informazioni, per conoscere la line-up completa e la lista dei luoghi dell’evento, potete consultare il sito della MMW oppure la pagina Facebook.