La notizia arriva direttamente dalla pagina Facebook ufficiale: l’Eurovision Song Contest viene annullato.

An official statement from the European Broadcasting Union – EBU on the Eurovision Song Contest 2020.

Pubblicato da Eurovision Song Contest su Mercoledì 18 marzo 2020

Il più grande concorso musicale del mondo è stato costretto a piegarsi di fronte alla pandemia da Coronavirus (Covid-19) che tutti noi stiamo vivendo, in questi giorni, sulla nostra pelle.
L’Eurovision Song Contest si sarebbe dovuto svolgere nei Paesi Bassi, nella città di Rotterdam, tra il 12 e il 16 maggio, poiché il vincitore della precedente edizione è stato il cantante olandese Duncan Laurence.

Nell’edizione di quest’anno, a rappresentare l’Italia ci sarebbe dovuto essere Diodato, il vincitore del Festival di Sanremo, con il suo brano “Fai Rumore“.

Gli organizzatori dell’evento scrivono su Facebook queste parole:

“È con grande rimpianto che dobbiamo annunciare la cancellazione dell’Eurovision Song Contest 2020 a Rotterdam. Nelle scorse settimane abbiamo esplorato molte alternative per far sì che il concorso avesse luogo. Tuttavia, l’incertezza creata dal diffondersi del COVID-19 in Europa, e le restrizioni messe in atto dai governi dei Paesi partecipanti e dalle autorità olandesi, hanno fatto sì che l’EBU abbia deciso, con grande difficoltà, che è impossibile continuare con l’evento dal vivo come pianificato.

Siamo davvero orgogliosi che l’Eurovision Song Contest abbia unito platee, ogni anno, senza interruzioni, per gli ultimi 64 anni e noi, come i milioni di fan nel mondo, siamo terribilmente tristi che non si possa svolgere a maggio.

EBU, NPO, NOS, AVROTROS e la Città di Rotterdam continueranno a parlarsi relativamente al fatto di ospitare l’Eurovision Song Contest 2021.

Vorremmo chiedere alle persone di starci vicino mentre lavoriamo sulle conseguenze di questa decisione senza precedenti e di aspettare per qualsiasi novità nelle prossime giornate e settimane. Vogliamo ringraziare tutto il team organizzatore nei Paesi Bassi e i nostri 41 Membri che hanno lavorato così duramente per pianificare l’evento di quest’anno.

Abbiamo tutti il cuore spezzato come loro per il fatto che l’Eurovision Song Contest non si terrà a maggio e sappiamo che tutta la famiglia eurovisiva, nel mondo, continuerà a dare amore e supporto verso gli altri in questi tempi difficili.”

Ben 41 paesi avrebbero dovuto sfidarsi, come ogni anno, utilizzando la musica come unica arma.

Quello che stiamo vivendo è un momento storico molto importante che vede molti settori cedere di fronte ad un nemico invisibile ma reale.

Immagine di copertina: © Eurovision Song Contest
© riproduzione riservata