Futura 1993
di Eleonora Bruno

Matteo Cantarello, in arte Mike37, ha 13 anni e ha già ben chiaro quello che vorrebbe fare nella sua vita. Giovane producer e dj, ha firmato un contratto con la sua casa discografica Just Entertainment quando aveva solo 12 anni: oggi vanta, alle sue spalle, già due singoli e la vittoria del contest “Miglior DJ Emergente nella scena EDM” nel 2018. Ma la sua carriera è appena iniziata, e Matteo non ha intenzione di fermarsi: il 25 ottobre è segnata sul calendario la release del suo nuovo e terzo singolo.

Mike37 è concentratissimo in quello che è l’inizio di un lungo percorso, è determinato e pieno di passione, requisiti molto importanti per il mondo musicale nel quale sta entrando.
È un autodidatta, ha imparato la maggior parte del suo lavoro attraverso YouTube, e ora sta studiando pianoforte per acquisire una maggiore tecnica nella produzione dei brani; ciò non fa che confermare il suo impegno e la sua costanza, e noi gli auguriamo, nonostante abbia ancora tanto da imparare, di riuscire un giorno a coronare il suo sogno: suonare al Tomorrowland insieme ai suoi artisti preferiti. Matteo, a dispetto della sua giovane età, ha anche un passato da Youtuber: la sua altra passione sono infatti i videogames. Fortnite è il suo videogioco preferito e gli piacerebbe un giorno riuscire a giocare con Marshmello!

La sua è una crescita continua, cercando sempre di migliorarsi e provando a conciliare scuola, amici, famiglia e quella che ormai, oltre che a una passione, è diventata un lavoro.

Noi l’abbiamo intervistato e ci ha parlato di sé, della sua musica e della sua vita. Ecco cosa ci ha detto.

Ciao Mike! So che sei uno dei deejay più giovani del mondo: raccontaci quindi quanti anni hai e come hai iniziato a produrre musica.

Ho 13 anni appena compiuti a fine settembre, e ho iniziato con le prime produzioni nella primavera del 2018, dopo 6 mesi da quando avevo cominciato a fare il DJ: ho pensato da subito che per essere completi e credibili fosse indispensabile diventare produttori delle proprie canzoni.
Naturalmente le prime produzioni erano abbastanza insufficienti ma con l’aiuto dei tutorial e qualche dritta da un amico produttore ho affinato sempre di più la tecnica arrivando ai risultati attuali.

Come sei entrato in contatto con la tua etichetta discografica e il suo manager Sergio Cerruti?

L’incontro è avvenuto all’interno della serata Midance quando presentandomi a Sofia, A&R della Just Entertainment, ho fatto ascoltare le mie produzioni. Da quell’incontro è arrivato l’appuntamento a metà gennaio 2019 nei loro uffici dove, con la presenza del manager Sergio Cerruti, ho presentato i miei 3 brani e con stupore e immensa felicità me le ha promosse entrando così a far parte della Famiglia JE.

Per te è facile riuscire a conciliare scuola e lavoro?

Innanzitutto la scuola non deve essere messa in secondo piano, ma sicuramente questo è un sogno che sto cercando di realizzare con tutta la forza e determinazione, ma soprattutto umiltà, e cercherò di portare avanti.

Come vivi il fatto di essere così giovane nell’industria musicale? Lo vedi come un tuo punto di forza?

Sicuramente ho dalla mia parte la giovane età, ma senza impegno e costanza non andrei da nessuna parte. A sfavore invece c’è l’impossibilità, se non con eventi diurni, di suonare oltre la mezzanotte, perché per legge non posso esibirmi.

I tuoi genitori come vivono l’inizio della tua carriera?

I miei genitori sono fantastici. Sono come fratelli, mi appoggiano su tutto dandomi anche dei saggi consigli, accompagnandomi ai miei sempre più frequenti appuntamenti e serate e si divertono un sacco. Gli sono veramente grato perché senza di loro tutto questo non sarebbe possibile.

Con chi sogni di collaborare? Perché?

Io ascolto tantissima musica e di generi diversi, anche se la mia passione rimane l’EDM, e devo dire che attualmente sono entusiasta di Jonas Aden perché penso che i suoi lavori siano di grande qualità!  In questo momento lo ritengo il più accreditato, anche se ce ne sono tanti altri con cui vorrei collaborare, soprattutto cantanti essendo io un produttore!

Se potessi dare un consiglio ai giovanissimi che vorrebbero intraprendere il tuo stesso percorso, quale sarebbe?

Di essere determinati, dovendo dedicare tempo e pazienza, per raggiungere un traguardo non dimenticando innanzitutto che sono adolescenti e di pensare a divertirsi con gli amici restando sempre umili.

Ora una curiosità: perché hai scelto Mike37 come nome d’arte?

Prima di iniziare come DJ ho un passato da Youtuber come “Mike 37 channel”, quindi arriva già da prima e sarebbero le iniziali del nome, M di Matteo e K che sostituisce la C di Cantarello perché faceva più “figo” mentre il 37 è il numero che mi appare sempre e l’ho adottato come numero fortunato.

Futura 1993 è il network creativo creato da Giorgia e Francesca che attraversa l’Italia per raccontarti la musica come nessun altro.

Facebook: Futura 1993
Instagram: futura.1993

Immagine di copertina: © Just Entertainment
© riproduzione riservata