Venerdì 22 novembre è uscito su Spotify e sulle principali piattaforme digitali Perle rare, il suo nuovo singolo di Cadmio.

Perle rare

La perla rara in questione è la persona amata a cui è dedicata la canzone, scritta da Claudio Cervati (vero nome del cantautore) in collaborazione col producer Daniele D’Orazio.

Cadmio affronta il tema dell’abbandono attraverso il racconto di una convivenza interrotta e di una storia finita male. In Perle rare si parla di un amore turbolento, dove lui è ancora innamorato e lei sembra voler chiudere per sempre questa storia.

La penna dell’artista ha dato vita a immagini che si fissano nella mente,  creando un vortice di emozioni che mantengono l’ascoltatore incollato alla canzone.

Perle rare, la cui protagonista è una donna che fa le valigie e se ne va di casa, è una dedica d’amore estremamente orecchiabile che il cantante pugliese ha scritto per esternare la propria rabbia e malinconia ed aiutare le persone che si sono trovate nella sua stessa situazione.

“Io ho il cuore infreddolito, adesso chi lo scalderà?”, si chiede Cadmio, che soffre per la mancanza di una persona a cui vuole molto bene. “Le chiavi di casa, la spesa, il divano, la televisione”, tutto gli ricorda di lei e del fatto che se ne sia andata.

Il brano rientra nella sfera dell’indie-pop con qualche influenza che varia dallo urban alla trap.

Chi è Cadmio?

All’età di 16 anni Claudio Cervati si avvicina al canto sotto la guida del Soprano Rita Papa. Con il passare del tempo la passione aumenta, così decide di proseguire gli studi con i Maestri Carla Laudi, Angela Bonfitto e Carlo Tuand presso i Conservatori “U. Giordano” di Foggia e “G. Martucci” di Salerno.

È all’età di 22 anni che cambia genere e passa al canto leggero, grazie alla collaborazione con l’azienda di spettacolo ed intrattenimento “Samarcanda”, in nome della quale riveste il duplice ruolo di interprete protagonista di diversi musical e di pianobar.

Nel 2016 la SanLucaSound, etichetta discografica di Bologna, promuove il suo primo singolo Non riesco più, trasmesso sulle radio nazionali con un successo segnalato come il brano emergente più trasmesso per tre settimane consecutive.

A questo punto della sua carriera Claudio pubblica il suo primo album, Puro, composto da 10 tracce inedite e una cover ispirate dall’idea i mettere in rilievo le diverse doti artistiche in un genere a metà strada tra la canzone italiana e il pop anglosassone, con sonorità che traggono ispirazione dai Coldplay, Adele e Seal.

Nel 2017 esce Di te, un brano che ottiene un ottimo successo all’estero, in particolare in Brasile, Stati Uniti, Venezuela e Uruguay.

Nel 2018 partecipa a Sanremo Giovani con un brano del Maestro Alberto Anelli, storico autore di Mina, e Dario Dardust Faini, il produttore più di successo oggi in Italia, dal genere Liric Pop. L’esito purtroppo è negativo, ma questo gli dà la giusta motivazione per riprendere a studiare e sperimentare, reinventandosi in un genere che ama, l’indie pop.

È infatti dopo l’esclusione dal Festival che Claudio inizia una ricerca artistica che lo porta a reinventarsi in Cadmio, il suo nuovo progetto. Lo stile che sceglie di adottare è molto distante dal suo percorso: l’indie pop.

La vocalità di Cadmio, rispetto a quella di Claudio Cervati, ha un sound nuovo, alleggerito dall’impostazione classica, adattissima al genere del suo nuovo brano.

 

 

© riproduzione riservata