Era una delle personalità più rappresentative della musica spagnola, ma aveva un legame fortissimo anche con l’Italia. Pau Donés,  leader dei Jarabe de Palo, se n’è andato a seguito di un cancro che lo affliggeva da cinque lunghi anni.  Ne ha annunciato la morte questa mattina un comunicato della famiglia chiedendo massimo rispetto per il dolore e la privacy e ringraziando il team medico e il personale che lo ha seguito.

Quando aveva scoperto la propria malattia, Donés aveva comunicato la notizia con un video emozionante postato sui social. Nonostante tutto, negli ultimi anni aveva dapprima continuato a suonare, fino a quando le condizioni gliel’avevano permesso, con un tour in cui ripercorreva la carriera della band. Successivamente, tuttavia, aveva preferito fermarsi e aveva messo un punto ai suoi social.

La família Donés Cirera comunica que Pau Donés ha fallecido el día 9 de Junio de 2020 a consecuencia del cáncer que…

Pubblicato da Jarabe de Palo su Martedì 9 giugno 2020

Il rapporto con l’Italia

Da subito i Jarabe de Palo riscossero un gran successo nel nostro paese, già con la hit ‘La Flaca’ del 1997. In un’intervista a fanpage.it ricordava la sua prima volta a Roma:

“Una cosa per me favolosa è stato quando sono arrivato in Italia per la prima volta per la promozione: sono andato in un bar a Piazza Navona e c’era [in diffusione] il nostro disco e mi sono detto ‘Wow, se in un bar a Piazza Navona c’è il nostro disco, sta succedendo qualcosa’”.

Nel 2017 Pau Donés pubblicò “50 Palos” un doppio album in cui gli Jarabedepalo ripercorrevano la propria carriera, duettando anche con i colleghi italiani, da Jovanotti a Noemi. Testimonianza di un seguito che in Italia non mancò mai, un amore corrisposto dal cantante e chitarrista. Il sito della band, ora, si apre su una schermata nera che dice: “Adios… pero hasta luego”. 

Immagine di copertina: sopitas.com
© riproduzione riservata