Venerdì 12 luglio è uscita su tutte le piattaforme streaming la colonna sonora del remake de Il Re Leone, che arriverà nelle sale italiane il 21 agosto, un mese dopo rispetto agli Stati Uniti. Il film è stato diretto da Jon Favreau, il regista che si era già distinto per il lavoro fatto con Il Libro della Giungla nel 2016. La rivisitazione del classico Disney avrà la stessa trama del cartone originale del 1994: verrà raccontata la storia del piccolo Simba, costretto ad abbandonare la propria casa dopo l’assassinio del padre Mufasa da parte dello zio Scar. Una volta cresciuto lontano dal branco, torna per rivendicare i suoi diritti.

Locandina “The Lion King 2019”

Le musiche de Il Re Leone

La colonna sonora originale del cartone animato ha fatto la storia della musica e del cinema; nel 1994 ha vinto due Oscar come “miglior canzone originale” e “miglior colonna sonora originale”, quattro Grammy e due Golden Globe; le copie fisiche vendute sono state oltre 10 milioni e per 10 settimane la playlist è stata al primo posto nella classifica dei migliori 200 album di Billboard.

La sfida di ri-attualizzare le musiche del film e fare appassionare i fan alle nuove voci, dopo l’enorme successo che la colonna sonora aveva riscontrato e che si è assodata negli anni, sembrava quasi impossibile.

Eppure, al momento, la sfida è stata vinta.

Il 12 luglio sono uscite le musiche del film sia nella versione originale che in quella italiana e stanno riscontrando un enorme successo. Tra i 19 brani che vanno a costituire la colonna sonora del film, che sarà disponibile in formato fisico a partire dal 19 luglio, sono presenti canzoni originariamente composte da Tim Rice e Elton John con l’aggiunta di nuovi pezzi prodotti da Pharrel Williams. La maggior parte dei brani vede la firma del Premio Oscar Hans Zimmer, il grande compositore al quale si devono le musiche de Il Gladiatore, Batman Begins, Pirati dei Caraibi e lo stesso Re Leone del 1994.

I doppiatori

Nella versione americana le voci di Simba e Nala saranno di Donald Glover e Beyoncé, mentre in quella italiana toccherà a Marco Mengoni ed Elisa interpretare sia le parti cantate sia il parlato dei due personaggi. È infatti la coppia Glover-Beyoncé ad interpretare Can you feel the love tonight, che nella versione italiana si intitola L’amore è nell’aria stasera ed è interpretata da Mengoni ed Elisa.

Per i due cantanti italiani questa non è stata la prima esperienza in studio di doppiaggio: Elisa ha partecipato alla colonna sonora di Dumbo (il live action diretto da Tim Burton, uscito lo scorso marzo) cantando Bimbo mio e doppiando una piccola parte del personaggio di Miss Atlantis. Marco Mengoni nel 2012 si era cimentato con il film d’animazione Lorax – Il guardiano della foresta, prestando la voce al personaggio Once-Ier.

Never too late è un brano inedito scritto da Elton John e Tim Rice, cantato dal primo con un coro africano che farà da sottofondo ai titoli di coda del film; Spirit è l’altro inedito di cui parleremo in seguito.

Nella versione italiana ad interpretare il brano simbolo de Il Re Leone, Il Cerchio della vita, composto da Elton John sulle parole di Tim Rice, sarà Cheryl Porter. La vocal coach di adozione italiana raccoglierà l’eredità di Ivana Spagna, la cantante che aveva interpretato il brano nel 1994.

La voce (cantata) del piccolo Simba sarà quella di Simone Iuè, che aveva già interpretato il piccolo protagonista di Coco.

Per quanto riguarda gli altri doppiatori Luca Ward sarà la voce di Mufasa, Edoardo Leo e e Stefano Fresi saranno Timon e Pumbaa e Massimo Popolizio sarà Scar, che molti riconosceranno come la voce italiana del cattivo di Harry Potter, Lord Voldermort.

Il Re Leone 2019 (soundblog)

The Lion King: The Gift, la colonna sonora parallela de Il Re Leone

La traccia n°14 si intitola “Spirit” ed è un nuovo inedito di Beyoncé, che farà parte anche del suo nuovo album ispirato al film, “The Lion King: The Gift”, in uscita il 19 luglio.

Quest’ultimo progetto è interamente curato da Queen B. e vede la collaborazione di artisti iconici della musica africana, che hanno messo a disposizione il loro talento per omaggiare il loro continente e il film.

È una sorta di colonna sonora parallela de Il Re Leone che l’artista ha voluto realizzare per esplorare le sonorità ispirate a Il Re Leone, dunque l’afro-beat, il rap e l’R&B.

© riproduzione riservata