Il volto che farà da guida alla 70° edizione del Festival di Sanremo sarà quello di Amadeus, uno dei migliori conduttori della Rai, che ricoprirà il ruolo sia di conduttore che di direttore artistico nel corso delle cinque serate che si svolgeranno il prossimo febbraio al Teatro Ariston in prima serata.

Amadeus (rollingstones)

Amadeus ha confermato che il suo Festival verrà organizzato come una grande festa, nella quale l’elemento principale sarà la musica e si cercherà di scoprire nuovi artisti. I prossimi mesi saranno rivelate le novità del regolamento e i dettagli sulla competizione; arriverà poi il momento più atteso: l’annuncio dei cantanti in gara. Nelle due precedenti edizioni (2018 e 2019) era stato Claudio Baglioni a vestire i panni di conduttore e direttore artistico, lasciando da parte la sua musica e concentrandosi sulla scelta del cast e sul modo migliore per far divertire il pubblico. Aveva puntato sulla novità, sia nelle canzoni che nello spettacolo. Aveva abolito il sistema delle eliminazioni e lo scorso anno aveva deciso di accorpare in un’unica categoria Big e Nuove Proposte. I Sanremo di Baglioni sono stati molto apprezzati dal pubblico e dalla critica, che li ricorda come tra i migliori della storia del Festival.

Per la prossima edizione inizialmente si pensava ad un trio composto da Mogol e Mina per la direzione artistica e Amadeus per la conduzione. Girava poi voce che la Rai stesse virando verso un Sanremo di rottura, con il nome di Alessandro Cattelan direttamente da Sky. Invece ha deciso di giocare in casa, mettendo al timone del più grande evento televisivo e musicale italiano il conduttore protagonista dei suoi quiz preserali e di diversi programmi della prima serata. Negli ultimi anni Amadeus ha guidato trasmissioni di successo che lo hanno reso uno dei volti di punta del servizio pubblico, tra cui I soliti ignoti (collocazione che ormai ricopre da due stagioni con ascolti eccellenti), Ora o mai più, Reazione a catena, Stasera tutto è possibile e L’anno che verrà.

Prima di affermarsi come conduttore televisivo Amedeo Umberto Rita Sebastian (questo il suo vero nome) ha cominciato la sua carriera come conduttore radiofonico e con diversi spettacoli musicali. È infatti per la sua lunga esperienza nel campo che la Rai ha optato per lui come capo di un’importante edizione del suo programma più importante. Quello di condurre il Festival della Canzone Italiana ed esserne il direttore artistico è un incarico molto importante, dal quale deriva una grande responsabilità sia nei confronti della Rai sia nei confronti della musica e della televisione italiana. Amadeus è consapevole della mole di lavoro che lo impegnerà per i prossimi mesi ma è felice e onorato che la scelta sia ricaduta su di lui. In un’intervista telefonica per fanpage.it ha rivelato che “Sanremo è una di quelle cose che sogni da ragazzino” ed è il sogno a cui qualunque conduttore televisivo aspira.

Nella storia di Sanremo non sono stati tanti coloro che hanno preso completamente sulle proprie spalle la responsabilità del Festival, ricoprendo allo stesso tempo il ruolo di conduttore e direttore artistico. Prima di Amadeus si sono presi questo grosso incarico soltanto Pippo Baudo, Carlo Conti e Claudio Baglioni. La presenza di alcuni conduttori del passato come Baudo, Conti, Clerici, Baglioni è data praticamente per scontata, quasi obbligatoria. Tra i nomi dei possibili ospiti figurano quelli di Fiorello e Jovanotti, che avevano scherzato qualche giorno fa sui social, affermando che sarebbero stati volentieri ospiti di Amadeus al Festival. Fiorello, in particolare, ha molto sostenuto la candidatura dell’amico in questi ultimi mesi e ora si dice felice ma teso, perché di fatto conferma che sul palco dell’Ariston ci sarà anche lui. “Felicissimo per Amadeus, un po’ meno per me. Ansia doppia, non ce la posso fare”, scrive il comico siciliano sul suo profilo Twitter. Ansia doppia perché da novembre farà il suo ritorno in Rai: sarà in onda con “Viva RaiPlay”, un nuovo show che verrà caricato sulla piattaforma digitale della televisione di stato. Tornando a Sanremo, tra i nomi degli autori è comparso il nome di Claudio Cecchetto.

Amadeus e Fiorello (spettacolonews)

DopoFestival

Il DopoFestival, programma che va in onda in diretta dal Teatro del Casinò di Sanremo, non è solo un after show, ma ha un ruolo molto importante perché al suo interno viene commentata l’intera serata. Le prime impressioni sulle nuove canzoni e su tutto ciò che riguarda Sanremo vengono discusse anche sui social, Facebook e Twitter in particolare. Secondo un’indiscrezione riportata dal quotidiano online Secolo XIX, tra i nomi dei possibili conduttori del DopoFestival compare quello di Alessandro Cattelan, celebre conduttore di XFactor Italia e E Poi C’è Cattelan. La scelta di uno dei protagonisti di Sky rimarcherebbe la linea di innovazione e novità che vuole mantenere la 70° edizione del Festival. Il suo approdo in Rai sarebbe a suo modo già un evento, ancor di più se si sposasse con il Sanremo targato Amadeus. La scorsa edizione dell’after show è stata condotta da Rocco Papaleo insieme a Anna Foglietta e Melissa Greta Marchetto.

Fonte immagine di copertina: teatrodellospettacolo.globalist.it

© riproduzione riservata