La serie di Marco Piffari, menzione d’onore International Photography Awards 2019 e finalista al Miami Street Photo Festival 2017, prende il nome dalla pronuncia di “acqua alta” secondo l’alfabeto fonetico internazionale.
Ormai questi eventi sono considerati come un’attrazione dai turisti che però spesso sottovalutano le criticità a cui vanno incontro.
Il fotografo sviluppa una sequenza che vuole accompagnare lo spettatore in una realtà diversa da come la si può immaginare, un percorso attraverso delle mini-serie che descrivono lateralmente la situazione, spesso senza nemmeno mostrare l’acqua.
Emergono così particolari grotteschi, galosce che diventano capi alla moda, persone che si ritrovano isolate ed altre che invece cercano di isolarsi dopo ore di forzata convivenza accalcati su un ponte.
Ovunque aleggia quell’amara ironia che spesso accompagna il nostro paese.

Fotografie di © Marco Piffari